New Amsterdam 3 x 06 “Why Not Yesterday” Recensione

New Amsterdam 3 x 06 “Why Not Yesterday” Recensione
Reading Time: 5 minutes
RECENSIONE PUNTATA PRECEDENTE NEW AMSTERDAM

Questo è il nostro punteggio 3

Commento personale alla puntata

Risolvere problemi apparentemente impossibili è qualcosa di un’abilità speciale per Max Goodwin, ma eliminare completamente il razzismo sistemico a New Amsterdam è una giornata di lavoro difficile anche per lui. “Why Not Yesterday” è tutto per ricordargli l’impossibilità di quel compito, ma anche lasciargli fare dei progressi, ma anche assicurarsi che abbia torto per non aver ascoltato, e anzi per chiedere in primo luogo, anche se è impossibile ascoltare la risposta senza chiedere prima. Ovviamente, affrontare un argomento delicato come la razza è difficile nel migliore dei casi e quasi impossibile per uno spettacolo orgogliosamente liberale come questo.

new amsterdam 3x06 why not yesterday recensione

Ma ecco cosa è successo in questo episodio di New Amsterdam

In altre parole, non è del tutto chiaro se lo show stia cercando di lodare o diffamare Max. In realtà, rende l’intera sottotrama bizzarra e inconcludente, anche se ha alcuni punti salienti. Una di loro è Isabel, l’attuale Capo ufficio dell’equità dell’ospedale, che Max è sorpreso di apprendere che è stata in ospedale a sua insaputa per tre interi anni. Questo è un commento migliore sulla realtà del razzismo sistemico di quasi qualsiasi altra cosa in “Why Not Yesterday”. Avrebbero potuto lasciarlo lì.

Invece, Max è costretto a umiliarsi ancora e ancora, che è stato un momento clou inaspettato di questa stagione fino ad ora, ma viene portato all’estremo qui a New Amsterdam. Inizia girovagando e rimuovendo qualsiasi immagine o armamentario che potrebbe essere considerato razzista, che è tutto, e poi dipinge “Black Lives Matter” sul pavimento – su cui Floyd scivola. 

Floyd dice a Max che i medici neri sono pagati il ​​35% in meno rispetto ai loro colleghi bianchi, il che sembra una statistica preoccupante, ma quando Max propone che i medici più pagati accettino tutti di rinunciare al 10% del loro stipendio per aiutare a bilanciare i conti, si è ancora più complicato la vita perché le donne sono pagate anche meno dei dottori neri e lui è sessista chiedendo loro di rinunciare a una parte dei loro guadagni. 

Non sono sicura di come questo lasci gli uomini nella stanza fuori dai guai, e non sono nemmeno sicura di come le donne sembrino comprendere il 50% dei medici più pagati dell’ospedale, il che significa che sono presumibilmente più pagate di ogni altro dottore maschio lì, e allora perché non gli andrebbe bene di rinunciare al 10% del loro stipendio personale anche se le donne, nel complesso, vengono pagate di meno? Te l’avevo detto che era complicato!

La prossima idea di Max è quella di chiedere a Helen di essere il direttore medico riducendo il proprio ruolo a uno più di supporto e di consulenza poiché Isabel ha detto che è davvero uno dei principali esempi di razzismo sistemico perché è un uomo bianco in una posizione di potere. 

Ma Helen impazzisce e inizia a piangere per questo perché questo non è Max che dà un’opportunità a una donna di colore, ma le chiede di assumersi il peso di porre fine al razzismo sistemico, cosa che dovrebbe fare lui stesso, anche se lei stessa dice che l’unico modo perché lui possa farlo è ascoltare le persone di colore. 

Sto cominciando a pensare che Max sia fuori dalla sua portata qui, e ho ragione dal momento che la sottotrama specifica viene sostanzialmente abbandonata quando Max va contro qualcosa che Helen in seguito ha definito ironicamente “un tour d’ascolto”, che equivale a vari membri dello staff, diversi in tutti i modi.

Ora, so cosa “Why Not Yesterday” sta cercando di ottenere qui, in particolare evidenziando quanto sia ridicolo l’atteggiamento di Max quando è diretto a qualcosa di così complesso e insidioso come il razzismo sistemico. Ma il fatto che l’episodio non possa nemmeno riguardare esclusivamente il razzismo per la durata di un singolo episodio mi suggerisce che non è davvero attrezzato per risolvere il problema in alcun senso significativo. 

new amsterdam 3x06 why not yesterday recensione

Altrove a New Amsterdam, le cose andavano molto meglio. Helen, ad esempio, ha dovuto affrontare il problema della figlia del suo defunto fratello, Mina, che è sconvolta dal fatto che si debba trasferire da Teheran a Dubai per vivere lì con la famiglia. Dal momento che Helen è stata nominata esecutrice del testamento di suo fratello, Mina è improvvisamente sua responsabilità, quindi suggerisce di venire a New York, ma poi cerca di deviare la responsabilità di prendersi cura di lei, dimostrando qualcosa che il padre di Mina ha detto essere scomodamente vero – non ha spazio nella sua frenetica vita lavorativa per la famiglia. 

Questo è qualcosa che evidentemente colpisce profondamente Helen e si traduce in due sviluppi. Una è che sta abbandonando il suo ruolo di vicedirettore medico per concentrarsi su altre cose, e l’altra è che, se Mina vuole vivere con lei, dovrà dedicarsi solamente a lei, il che include la rottura con Cassian. Questa è una decisione folle dal momento che Mina è un’adolescente e dubito fortemente che assumersi la responsabilità per lei significhi che Helen non possa avere una sola responsabilità professionale o romantica nella sua vita tranne lei, ma qualunque cosa. Almeno per una volta Helen sta prendendo decisioni da sola.

Iggy ha una giornata difficile in ufficio in “Why Not Yesterday”, da quando quella piccola psicopatica inquietante Juliette torna per rendergli la vita difficile. Il problema qui è che vari altri bambini di sua conoscenza si stanno facendo male, e Iggy presume comprensibilmente che lei sia responsabile data la sua storia di ferimento di altre persone e la sua incapacità patologica di preoccuparsi di farlo. Ma! 

La svolta è che Juliette non sta effettivamente ferendo nessuno, sta semplicemente insegnando alla sua nuova migliore amica Louisa a ferire le persone. Ciò solleva un problema interessante poiché sembra considerare sinceramente Louisa un’amica e preoccuparsi del suo benessere, ma non puoi esattamente considerare di dire al tuo amico di intrappolare la mano di un ragazzo in una porta per autodifesa o comunque per far vedere che stai facendo dei progressi. 

Penso che questa sarebbe stata una sottotrama più interessante se Iggy si fosse completamente sbagliato nelle sue ipotesi e che Juliette non avesse davvero nulla a che fare con la violenza. Potresti ancora farle sviluppare una relazione significativa con Louisa senza lasciare che Iggy si sganci dai guai per aver deciso che era colpevole prima ancora che entrasse nel suo ufficio. Ad ogni modo, Emma Hong, che interpreta Juliette, è davvero molto brava. Ha un vero futuro.

In questo episodio di New Amsterdam però non possiamo non tenere conto di altre sotto trame in cui è così vergognosamente manipolativo che ti viene ricordato quanto raramente gli ultimi episodi siano tornati in questo pozzo. Tuttavia, però, è molto difficile non essere commossi dalla storia di Superman, un piccolo tizio che ha passato un sacco di tempo in “Why Not Yesterday” correndo per il pornto soccorso vestito da Uomo d’Acciaio, cercando di salvare altri pazienti e non preoccupandosi del suo benessere. 

Fu già abbastanza brutto quando Lauren scoprì che aveva un’emorragia cerebrale, e ancora peggio quando morì a causa di essa, ma la cosa che veramente che mi colpì fu quando fu portato lungo i corridoi dell’ospedale tra file di spettatori addolorati mentre veniva portato a donare il suo cuore a grandezza naturale al giovane paziente di Floyd, che aveva bisogno di un cuore nuovo. Artificioso? Sì. Progettato in modo sfacciato per manipolare il pubblico in lacrime? Ovviamente.

Voi cosa ne pensate?

Unitevi alla nostra community su Facebook per parlare con noi e con altri amanti delle serie TV !! Vi aspettiamo numerosi
/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

You cannot copy content of this page