fbpx
Crea sito

L’uomo Invisibile: Recensione Film 2020

Reading Time: 2 minutes

L’uomo Invisibile non è un film horror. E’ IL film horror. Perché non si tratta della paura pura e semplice, si tratta di suspance, ansia, azione e giusto un pizzico di surrealismo. Tutte queste caratteristiche messe insieme nelle giuste dosi hanno creato questo film che ha creato la sua nicchia nel mondo cinematografico. Vediamo insieme cosa accade!

L'uomo invisibile (2020) Recensione

Questo è il nostro punteggio: 5

L’uomo invisibile – Trama (No spoiler!)

Dopo essere fuggita dal fidanzato che la picchiava, Cecilia decide di iniziare una nuova vita lontano da un passato crudo e violento. Quando il suo ex fidanzato viene ritrovato morto nella sua abitazione, la donna inizia ad avvertire qualcosa di strano: le sue cose si spostano da sole, i divani e le poltrone sembrano occupati da qualcuno che però non si vede, e un paio di occhi sembrano osservarla costantemente. Tutto può far sembrare che lo spirito del suo fidanzato sia tornato dal regno dei morti per tormentarla, ma così non è: dietro l’entità malefica si nasconde qualcosa di molto più malvagio, molto più spietato di un semplice fantasma assetato di vendetta, e anche se il prezzo da pagare sarà alto, Cecilia è disposta a tutto pur di scoprire la verità.

luomo-invisibile-recensione-film-2020

Commento Personale

Una meravigliosa Elisabeth Moss che ha momentaneamente abbandonato il vestito rosso da ancella di The Handmaid’s Tale per vestire i panni di una vittima di violenze domestiche. La sua interpretazione è stata magistrale, ma noi questo un po’ ce lo aspettavamo: dopo aver dimostrato il suo talento nella serie in cui la vediamo ancora oggi protagonista, anche in questo film ha dimostrato di avere i cosiddetti attributi. Ma al di là di questo, il film nel suo complesso ci ha conquistati in pieno: innanzitutto un ottima trama che ha stabili fondamenta e che si sviluppa a mano a mano, aumentando l’hype minuto dopo minuto. Il film è caratterizzato da continui colpi di scena che incollano lo spettatore allo schermo e lo spingono a chiedersi: “Ma quello che sto vedendo sta accadendo davvero?”. Il film non può essere esclusivamente definito come “horror”, perché molteplici sono i generi cinematografici che vengono toccati: c’è una buona dose di azione, uno sfondo thriller e, ci crediate o no, molta, molta, molta fantascienza. Questo film merita davvero di essere visto, perché non sono stati molti gli horror che negli ultimi anni hanno azzardato riunendo così tanti generi nella stessa pellicola, abbattendo tutte le critiche e tutte le aspettative che solitamente un buon cinofilo formula prima della visione del film. Se avessimo potuto dare più di cinque stelle alla nostra valutazione, probabilmente avremmo utilizzato l’intera galassia!

luomo-invisibile-recensione-film-2020
Unitevi alla nostra community su Facebook per parlare con noi e con altri amanti delle serie TV !! Vi aspettiamo numerosi

Pubblicato da Anto

La mia iniziazione nel mondo delle serie tv l'ho avuta a quattro anni quando la televisione era ancora in 4:3 e trasmettevano settimanalmente gli episodi di Streghe. Grazie alle serie tv e ai libri ho capito davvero cosa significhi sognare per davvero!

You cannot copy content of this page