Crea sito

New Amsterdam 2 x 09 “The Island” Recensione – FALL FINALE

Reading Time: 5 minutes

Commento personale alla puntata

Iniziamo con Helen perché guardate io ogni serie ci deve essere uno stronzo e arrivista che deve far fuori un personaggio principale e amato dal pubblico. In questo caso sto parlando della dottoressa Castro, che secondo me ha architettato tutto in modo da avere pieno potere sul reparto di oncologia e su Max. Parlando di Max, per i fan Americani della serie, secondo loro la Castro ha mano messo i risultati e quindi non sia in realtà in remissione. Ecco io spero che non sia così se no sarebbe troppo crudele. Sono finalmente felice che Max sia riuscito a dire addio a Georgia, è stato giusto che sia arrivata fino a metà stagione ed è stato bellissimo quel momento. Per quanto riguarda Lauren, io del fisioterapista a sto punto non mi fido, lei sarà si un ex tossica, ma sa anche quanto è importante il suo lavoro e quanto voglia stare bene e sobria, quindi non so che pensare. Ed infine il cliffhanger finale è stata una botta anche se non abbiamo visto ancora accadere nulla ma sappiamo più o meno cosa aspettarci.

Il finale autunnale di New Amsterdam, “The Island”, inizia con Max che lotta con un po’ di dolore alla gola, e alla fine ha ancora delle cose da togliersi dal petto. Fortunatamente una di quelle cose non è il suo cancro, che contrariamente ai suoi stessi sospetti non sta peggiorando – è un dato di fatto, è sparito. È in remissione. Questa è stata la scelta più difficile da raccontare in questo episodio soprattutto per Max. Se stesse morendo le cose sarebbero state facili; ora sa che non lo è, deve fare i conti con come vivrà senza Georgia.

Qui, a metà della seconda stagione, è dove Max finalmente dice addio alla sua defunta moglie.

Quel momento arriva alla fine dell’episodio, e vale la pena aspettare, ma anche il resto è avvincente, offrendo alcuni sviluppi previsti e alcuni inaspettati, e termina con la promessa che un gruppo di pericolose donne detenute al penitenziario di Rikers sta per invadere l’ospedale e scappare. La seconda parte della stagione ritorna il 14 gennaio del prossimo anno, che sembra un po’ lontano dopo questo episodio.

La banda di Max va a Rikers perché Martha Randall, una paziente di lì, viene ricoverata in ospedale con la sindrome da shock tossico dopo essere stata costretta a usare lo stesso tampone per nove giorni. Non è la prima e non sarà l’ultima, soprattutto perché la prigione è sovraffollata, sotto finanziata e gestita da un direttore orientato ai risultati più preoccupato del bilancio della prigione che della salute della sua popolazione. Max tira fuori Helen direttamente dal suo incontro disciplinare con Karen Brantley e la porta con Iggy a mostrare allo staff medico di Rikers come svolgere correttamente il proprio lavoro.

A quanto pare, il personale non è in grado di svolgere correttamente il proprio lavoro grazie a un misero budget sanitario e a strutture inadeguate, inclusa una minuscola sala d’esame che non offre alcuna privacy. Iggy si stabilisce nella stanza di consulenza, presentandosi ai detenuti e godendosi un po’ di battibecco con Pearl, che ha una rivalità di lunga data con la guardia Sanchez senza fronzoli, che la mette in punizione per aver risposto a Iggy, nonostante essendo stato lui a farle una domanda. Max si stabilisce nella mensa, in violazione del protocollo, e trova un alleato in Jackie Conner, che reindirizza la popolazione delle detenute ai vari blocchi con un certo numero di guardie in modo che il direttore non possa chiudere la clinica ad hoc.

Martha, nel frattempo, è seguita da Kapoor e Reynolds per rimuovere i batteri dal suo cervello. La procedura ha esito positivo, ma la sua guardia insiste sul fatto che nessuno può saperlo; rivelare che non è in prigione per nessuno, compresa la sua famiglia, costituisce un rischio per la sicurezza, nonostante sia quasi morta. Questo non è abbastanza per Kapoor, che in seguito in “The Island” la porta per una scansione in una stanza così pericolosamente irradiata che le guardie non hanno altra scelta che aspettare fuori. Lì, si riunisce brevemente e tranquillamente con la sua famiglia.

Max ed Helen sono fermati da una detenuta che gli dice la sua ragazza che è tenuta in isolamento e ha una serie di … problemi, alcuni dei quali piuttosto intensi. Includono perdita di capelli, sbalzi d’umore massicci, mancanza di visione periferica e attacchi di psicosi, ma è difficile da diagnosticare perché è estremamente violenta e caccia via in malo modo Max ed Helen. Ma sono in grado di capire cosa c’è che non va in lei. Ha un tumore al cervello che preme sul suo nervo ottico. Non è colpa sua; i suoi problemi non sono problemi psicologici. Sta male e può essere curata a New Amsterdam, quindi accetta di andare.

Iggy, nel frattempo, incontra Pearl e Sanchez in modo che possano risolvere i loro problemi personali, che sono vecchi e leggermente meschini, ma peggiorati dal controllo che gli uomini hanno sulle loro vite e la loro situazione attuale come opposti gerarchici radicali. Ma i progressi sono stati fatti.

Le cose vanno meno bene nella mense, dove è scoppiata una rissa e Jackie è stata gravemente ferita. Vengono chiamate le ambulanze e alcune donne vengono portate a New Amsterdam per essere curate, dove un colpo dell’ultimo minuto rivela che stanno pianificando una fuga o forse un tentativo di omicidio del presunto tossicodipendente ****** che è stato portato in precedenza – afferma di non aver mai preso droghe e di essere un bersaglio da quando è diventata testimone dello stato. Ciò lascia molte indicazioni per sviluppare questa trama, con l’arrivo del nuovo anno.

Nel frattempo, c’è ancora molto da disimballare, dato che l’episodio promuove più sottotrame in corso, la maggior parte delle quali prende una piega per il morboso. In primo luogo, Ella va a trovare Vijay e ammette di avere un disturbo ossessivo compulsivo, che è stato tenuto sotto controllo con i farmaci per anni. Ora è incinta e non può essere curata, ed è ansiosa e preoccupata di essere una buona madre, nonostante il suo sostegno. Intende tornare dai suoi genitori – in Idaho.

La relazione di Max con Helen progredisce; entrambi decidono di condividere i propri oneri. Max confessa di essere in remissione, anche se non riesce a capire perché la notizia non lo renda felice. È dopo questo che ha finalmente avuto quella conversazione con Georgia, che è scritta in modo toccante, proprio mentre Helen perde ogni cosa all’interno dell’ospedale con effetto pieno e immediato.

La relazione di Floyd con Evie regredisce; si sveglia con lei che dorme accanto a lui, ma non riesce a convincerla a rimanere a letto. Più tardi, nel suo ufficio, gli dice che le è stato offerto un posto a tempo pieno a San Francisco, e lo sta prendendo in considerazione.

E poi c’è Lauren, aiutata dalle conseguenze del suo intervento chirurgico dal dottor Ligon, il cui compito è quello di assicurarsi che prenda solo quattro compresse al giorno, una ogni sei ore. Il suo dolore è lancinante ma accetta di aspettare un’altra ora prima di prendere la prima. Quando il tempo è scaduto, non riesce a trovare la pillola. Chiede all’infermiera Aimee Kamoe un’altra pillola, ma non può, secondo le stesse istruzioni di Lauren. Urla e si scatena fino all’arrivo del Dr. Ligon e la difende appassionatamente, ma il sospetto immediato di Lauren, e presumo quello del pubblico, è che deve averla presa lui; è l’unico modo in cui potrebbe essere così sicuro che Lauren stia dicendo la verità, nonostante lui rigiri la domanda a Lauren.

L’episodio ci lascia non sapere esattamente cosa credere e i suoi personaggi non sanno esattamente dove si trovano, il che è adatto per un finale di mezza stagione. 

Voi cosa ne pensate?

Vi lascio il trailer del prossimo episodio ricordandovi che ci vediamo il 14 Gennaio, grazie per aver seguito con noi questa prima parte di stagione!!


Aiutaci cliccando su “MI PIACE” che trovi qui sopra, é un modo per ringraziarci.

Unitevi alla nostra community su Facebook per parlare con noi e con altri amanti delle serie TV !! Vi aspettiamo numerosi

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: