Crea sito

Killing Eve 2 x 08 “You’re Mine” Recensione – SEASON FINALE

Reading Time: 5 minutes

Devo ammettere che mi sono attardata nello scrivere la mia recensione per il finale della seconda stagione di Killing Eve – You’re Mine . Non è stato perché l’episodio è stato brutto, solo il contrario. Perché lo spettacolo è stato così bello in questa stagione, che non sono ancora pronta per salutare Eve e Villanelle. I colpi di scena e la suspense di questa stagione sono stati al di fuori delle classifiche, la scrittura e la recitazione incredibilmente eccezionali. So che devo farlo, ma sono triste sapendo che ci vorrà circa un anno prima di vederle di nuovo!

Un anno sarà un tempo molto lungo per chiedersi cosa succederà dopo la fine semi-sorprendente dell’episodio in cui Villanelle spara ad Eve. Ora sappiamo che ci sarà una terza stagione e che Eve sopravviverà, ma la domanda è: come? Sinceramente, Eve non avrebbe dovuto essere così sorpresa che Villanelle le avesse sparato, considerando che aveva pugnalato l’assassino nel finale della Stagione 1. E che dire del povero Niko? Dovremo davvero aspettare un anno per scoprire se manterrà la sua sanità mentale rinchiusa in quell’unità di deposito con il cadavere di Gemma così a lungo? Sì, è vero che l’episodio finale della stagione è così intenso e pieno di intrighi e tradimenti che Niko non viene nemmeno mostrato e a malapena menzionato, nonostante si sia risvegliato con la sua collega morta alla fine dell’episodio precedente.

Il tema principale dell’episodio è il tradimento. Un saluto affettuoso a Carolyn, che risulta essere la spia più liscia e il maestro manipolatore di tutti loro. Lei manipola Konstantin nel tradire Villanelle promettendogli di dargli la posizione della sua famiglia. Lei manipola Eve nell’attirare l’assassina in una missione non autorizzata, non per recuperare l’arma pericolosa di data mining di Peel, ma per indicare Villanelle ed Eve verso i Dodici che vogliono morta Villanelle. Non si può dire che Jess non abbia avvertito Eve dei pericoli di una missione senza scartoffie e sanzioni ufficiali, all’inizio della stagione. E ha persino manipolato suo figlio, Kenny, nel team di pulizia, quindi non ci sarebbero state prove delle sue macchinazioni. Shaw è stata un’assoluta delizia questa volta. Ha fatto di Carolyn un personaggio calmo, freddo e manipolatore che sembra avere l’acqua ghiacciata nelle vene.

In precedenza sembrava che Konstantin fosse più di un operatore di Villanelle. Era un compagno, una figura paterna e un’autorità calmante per l’assassina volatile. Ma era anche un uomo che amava la sua famiglia e quando si ritrovò a scegliere tra la sua famiglia e Villanelle, scelse la sua famiglia. Bodna era magistrale nella scena del suo payoff con Shaw nel suo disgusto per la posizione in cui Carolyn e M-I6 lo avevano inserito. La sua scena finale con Comer, dove nonostante la tradisse, Konstantin fece del suo meglio per proteggere Villanelle fornendole un veicolo per la fuga uno dei loro momenti migliori insieme.

La sua esitazione e il vero rimorso erano così visibili. Si pentì sinceramente di aver fatto del male a Villanelle, ma in fondo si deve pensare che sapeva che era tempo che lui spingesse il suo uccellino fuori dal nido per farla volare da sola. La domanda rimane, può lei farcela da sola? La reazione sbalordita di Comer al suo tradimento e al suo addio emotivo ha evidenziato ancora una volta quel lato vulnerabile di questo complesso personaggio che è stato rivelato quest’anno. Può sopravvivere con le sue stesse forze? Nella sua mente sì, perché a quanto pare ora ha Eve al suo fianco. 

È qui che arriva il tradimento finale. Quando Eve arriva in suo soccorso dopo che Villanelle ha pronunciato la parola di sicurezza dopo aver visto che il suo vecchio gestore, Raymond è il prossimo cliente di Peel, è convinta che Eve si prenderà cura di lei. Sceglie Eve a Peel, uccidendolo come solo Villanelle può, nonostante il miliardario le offra tutto per andare a lavorare per lui. È ancora più convinta che lei e Eve possano scappare e stare insieme quando incontra Eve nel suo albergo dove quest’ultima è andata a raccogliere le prove dell’operazione e viene attaccata da Raymond. Eve viene in suo soccorso alla fine attraversando quella linea e uccidendolo in modo raccapricciante. Ma quanto era quella Eve? La svolta finale al suo lato più oscuro o Villanelle che manipola Eve perché per tutto il tempo in cui Raymond la stava attaccando, Villanelle aveva una pistola in tasca? La linea di fondo è Eve e Villanelle uccise l’uno per l’altro in questo episodio.

Puoi vedere la gioia nel volto espressivo di Comer quando Eve colpisce Raymond con il colpo fatale. Villanelle diventa ancora più eccitata e convinta che lei ed Eve siano la stessa cosa mentre fuggono attraverso le catacombe di Roma e vedendo la reazione viscerale ritardata di Eve alla sua uccisione. Ma una volta libera dalle catacombe, la sua fantasia di andare in Alaska si infrange quando Eva respinge la sua dichiarazione d’amore e dice che non può andare con lei. Ecco quando Villanelle, arrabbiata e confusa, le spara.

Mentre questa stagione è stata davvero la luce di Comer, questo episodio è stato, di gran lunga, il migliore della stagione di Sandra Oh. Dalla sua leggera svolta comica mentre Eve fingeva di essere un impiegato in albergo dopo l’attacco a lei e l’operazione di Hugo al suo ingegnoso inganno per entrare nella villa di Peel era una chiara dimostrazione della sua gamma di attrice. Tuttavia, i momenti decisivi per lei nell’episodio arrivano quando Eve fece l’ultimo passo nell’oscurità e pianta un’ascia nella spalla di Raymond per salvare Villanelle. La reazione scioccata, ma non sorpresa, delle sue azioni è stata brillante, ma poi l’ha portata al livello successivo quando ha afferrato saldamente l’ascia, l’ha tirata fuori e poi ha consegnato il colpo fatale alla testa di Raymond, facendo schizzare sia addosso a lei che a Villanelle il sangue. 

E poi, c’è uno splendido confronto finale tra Eve e Villanelle. Il loro confronto finale, ambientato in una rovina romana, è una master class in scena, illuminazione e recitazione. Mentre il sole comincia a calare le due donne si affrontano nel penultimo momento dell’intera stagione. Eve, finalmente sentendosi forte e in carica nonostante si sia scrollata di dosso tutto ciò che è appena successo, resiste a Villanelle e le dice “No” non la ama e non possono scappare in Alaska. Sta tornando per arrivare alla verità. E questa volta è Villanelle che sta annaspando, osservando tutte le sue fantasie essere frantumate e reagire come l’individuo infantile, emotivamente invecchiato, che si scaglia contro la persona che ama di più. Questo diventerà un’icona della televisione brillante e una lezione su come si gestisce una scena complicata, metterla in un ambiente pulito, semplice, dargli un’illuminazione drammatica con un sacco di ombre e luce e lascia che le tue due fantastiche star con la chimica elettrica facciano ciò che sanno fare meglio con le parole ispirate degli scrittori dello show. Era il modo perfetto per concludere la stagione.

Commento personale alla puntata

Il finale della seconda stagione di Killing Eve, You’re Mine , ha lasciato così tante domande a cui dovrà rispondere nella terza stagione, l’unico piccolo problema è che i fan sopravviveranno aspettando altri 11 mesi e mezzo per scoprirlo? Voi cosa ne pensate?

Grazie per aver seguito insieme a noi questa magnifica seconda stagione!! Ci rivediamo l’anno prossimo!!

COME SEMPRE VI RICORDO DI CONTINUARE A SEGUIRCI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
SHOWTELLER & DRAMAADDICTED

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: