The Good Doctor 3 x 16 “Autopsy” Recensione

Reading Time: 3 minutes

Questo è il nostro punteggio 4.5

Commento personale alla puntata

Ve lo dico subito ho reagito malissimo a questa puntata, che ho faticato molto per scrivere la recensione. Partiamo dalle cose oggettive per poi andare al soggettivo. La scrittura potrebbe essere un po’ troppo deludente e quasi scadente e forse anche un po’ prevedibile, ma il talento di Highmore davanti e dietro la macchina da presa ha più che compensato, bilanciando tutto in modo coinvolgente. Quindi un 5+ a Highmore!! Andiamo alla mia parte soggettiva. Scrittori di The Good Doctor, mi rivolgo a voi, ma che si fa così?? Cioè Shaun ha fatto passi da gigante, ha avuto una relazione, Lea lo stesso ha fatto grandi passi è stata sempre l’unica a vedere Shaun come una persona “normale” (perdonatemi questa parola, ma adesso era giusto scrivere così), e voi ve ne uscite con che lei pensa che siccome ha un caratteraccio non crede che Shaun avendo l’autismo sia in grado di gestirlo. Ma siete seri o cosa? No veramente non accetto questa scusa, potevate trovarne una diversa!!

Finora in uno dei migliori episodi di  The Good Doctor, ci sono state sicuramente alcune parti in movimento per il regista dell’episodio Freddie Highmore, ma tutto funziona magnificamente qui poiché tocca tutti i personaggi in modo convincente e giusto, mentre sta donando a Shaun un sacco di drammi relazionali ovviamente, finendo con un momento davvero straziante.

L’episodio è  iniziato con Shaun che visitava un’anziana paziente senza fissa dimora con un aneurisma aortico. In sala operatoria, ha menzionato il fatto che Carly lo avesse lasciato, seguito dall’obbligo di chiedere se stava bene, e lui ha prontamente affermato che stesse bene (anche se sappiamo che non era così). Nel frattempo, i medici hanno perso il controllo della paziente mentre sanguinava e moriva sul tavolo operatorio. Shaun aveva bisogno di andare oltre questo decesso come avrebbe dovuto passare oltre dalla rottura con Carly  (c’erano molti messaggi ovvi in ​​questo episodio). Come ormai sappiamo, Shaun non era pronto ad andare oltre con nessuno dei due e voleva eseguire un’autopsia sul paziente che aveva appena perso per determinare la causa della morte per la quale tutti giustamente si rifiutavano. Tuttavia, poiché la donna era tecnicamente una Jane Doe, non c’erano informazioni disponibili su di lei (così Shaun non può contattare la famiglia per chiedere l’autorizzazione per un’autopsia); così Shaun ha dovuto fare qualche ricerca mentre Park lo aiutava (si poteva chiaramente vedere che era solo una distrazione da Carly) .

Shaun e Park non impiegarono molto a trovare il figlio della loro paziente che ovviamente non voleva avere nulla a che fare con sua madre e la sua causa di morte. Shaun ovviamente non avrebbe accettato un no come risposta e sarebbe stata quella determinazione a farlo arrestare. Dopo che Glassman lo ha salvato, gli dice che aveva più paura di dire a Lea che l’amava e che lei non lo avrebbe corrisposto (non pensava nemmeno che potessero continuare ad essere amici). Nel frattempo, Shaun diede a Carly una certa chiusura mentre le chiedeva l’approvazione per l’autopsia dove trova quello che stava cercando. Informa il figlio che ha trovato una rara malattia genetica che potrebbe essere fatale.

L’altro paziente dell’episodio era uno studente universitario di nome Aiden che soffriva di personalità multiple. Uno era più riservato ed era concentrato sul suo GPA, mentre l’altro era più avventuroso. Sono stati indicati come il professore e il frat boy. Lo avevano in cura Browne e Reznick (le due personalità erano un ovvio parallelo con Browne e Reznick). Ovviamente avrebbero concentrato tutte le loro energie sul caso e soprattutto dopo che Reznick aveva rivelato che era stata lei a presentare la denuncia. Ma tornando al paziente, viene scoperto che ha una cisti che preme contro il suo cervello ma convincere una delle personalità a sottoporsi all’intervento chirurgico sarebbe stato più facile a dirsi che a farsi. L’eventuale accettazione di Aiden rispecchiava l’accettazione da parte di Reznick delle sue azioni. Frat Boy Aiden acconsentì all’intervento e registrò un videomessaggio premuroso per il professore.

In altri momenti della puntata, vediamo Lim che incontra una bambina di nome Trinity (Ariah Lee) che lei l’aveva salvata dopo che era stata lasciata in ospedale quando era piccola (finalmente un po’ di storia del passato di Lim). In questo episodio, Trinity era in giro, per l’ospedale, in diverse occasioni fino a quando non è stata catturata. Voleva che Lim la adottasse, ma aveva già una madre (si sentiva gelosa da quando sua madre aveva aveva avuto un altro figlio). Lim si prese cura di Trinity finché sua madre non arrivò per portarla a casa (questo momento le ricordò che avrebbe dovuto parlare con sua madre). Inoltre, Melendez e Browne hanno continuato a nascondere la loro relazione platonica.

L’episodio si è concluso con una scena potente in cui Shaun alla fine ha detto a Lea di amarla, ma forse non ha ottenuto la risposta che voleva. Lo amava, ma non pensava che potesse gestire lei e la sua personalità a causa del suo autismo. Non potendo gestire la situazione, Lea si precipita fuori mentre la telecamera si concentrava su Shaun che piange.

Voi cosa ne pensate?

Unitevi alla nostra community su Facebook per parlare con noi e con altri amanti delle serie TV !! Vi aspettiamo numerosi
/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

You cannot copy content of this page