Legacies, recensione/commento… non uso quella parola!

Vorrei non dover usare la parola “finale”.

Qualcuno di voi conosce per caso un tutorial su come smettere di piangere?

È inutile dire in quale stato io mi ritrovi adesso. La valle di lacrime che inonda la stanza può solo confermare e voi potete capirmi perfettamente. È ormai terminata ufficialmente la prima stagione di Legacies. Esatto, la 1×16!
La scorsa volta abbiamo lasciato i nostri studenti in un momento abbastanza delicato in quanto stavano per andare a recuperare Landon, quando sono stati attaccati dalla Triad alla ricerca di un vaso che si pensava potesse essere l’ultima chiave, in realtà poi scopriremo che Landon tanto tonto non è e che per una volta riesce a stare dalla parte giusta. Anche se poi il suo essere richiamato involontariamente dalle chiavi non l’ha aiutato sicuramente. Andiamo per gradi.

La triad, organizzazione a gestione familiare del nostro caro supereroe MG (gli concedo quel nomignolo solo per questo episodio), è riuscita a trovare il tunnel segreto di cui erano a conoscenza solo i genitori dei ragazzi, e hanno attivato quell’oggetto strano inquietante che blocca i poteri di tutti e che sempre Alaric aveva “gentilmente” lasciato lì a disposizione di tutti. In tutto questo lui non era nemmeno nella scuola, ma in giro a sbronzarsi insieme al suo amico Dorian (il cui cognome non è Gray).
I ragazzi si ritrovano costretti a difendersi da soli contro dei potenti che hanno con sé pistole e proiettili all’essenza del padre di Landon. Josie viene ferita cercando di proteggere la sorella Lizzie che ha ben pensato di far innervosire un uomo in grado di ucciderle con un solo click. Quindi rendendosi conto di non avere via di scampo vengono confinate in una cella della scuola dove assistiamo ad una delle mie scene preferite in assoluto. Finalmente Hope capisce di avere persone che la sostengono, che le sono riconoscenti e le vogliono bene.

E sì, parlo anche di MG che arriva in loro soccorso, le libera e si unisce alle altre sostenendo che Hope abbia insegnato loro come sono gli eroi e che ora è giusto che dopo aver ridato loro i poteri vada dritta alla ricerca della sua amata fenice Fanny (per gli amici Landon, ma solo per loro).

Nel mentre Alaric riesce ad arrivare a scuola passando da quel maledetto tunnel. Aiuta Hope a ridare i poteri a tutti, si scopre che anche lei è stata colpita da quei proiettili, ma non le hanno fatto niente. Quindi il genio che è in lei capisce come salvare Josie: con il suo sangue. Infatti poi lui raggiungerà le ragazze abbastanza in tempo per salvarla e vissero per semprr… No, scusate. Non diciamo eresie. Purtroppo per ora nessun lieto fine (è la Plec, che ci aspettavamo?).

I ragazzi grazie alla coordinazione di MG e all’aiuto di Medusa, con la partecipazione del piccolo Pedro, del lupacchiotto Rafael (che ormai sarà la sua vera natura per un po’) e del mitico Kaleb (che anche se non ha chissà quale spessore, inizio già ad amarlo) sono riusciti a liberarsi della Triad, ma soprattutto di quel mezzo capo che alla fine era quello più esagerato. Anche qui vorrei poter dire che ci sia stato un bel lieto fine, ma ahimè, purtroppo non era questa la fine.

Alaric si prende le sue responsabilità sul fatto che era stato lui a dare una mezza idea (involontariamente) su come attaccare in modo silenzioso la scuola che lui stesso avrebbe dovuto proteggere. Ora il suo destino come preside è nelle mani del Consiglio degli Studenti. Qui avrei anche alcune cose da dire, ma sul commento personale mi soffermerò dopo.

Arriviamo al dunque. L’ultima chiave era un pugnale e l’ultimo mostro aveva letteralmente perso la testa per quell’oggetto. Landon invece l’ha persa metaforicamente parlando nel momento in cui ha deciso di salire su quel cavallo con quel cavaliere che nemmeno nelle storie di Calvino si riesce a trovare (so che anche loro esistono nei film e nelle storie fantasy, ma davvero non me l’aspettavo un personaggio così, in realtà pensavo avessimo finito con i mostri).

In tutto questo Clarke (Malivore Junior ha finalmente un nome nella mia testa), stava quasi per prendere i popcorn e godersi la scena. Ovviamente decide di intervenire solo nel momento in cui Hope arriva (senza cavallo bianco, per la tristezza di quello del mostro che non ha potuto trovare l’ammmor).

In compenso i nostri Handon decidono di dichiarare il loro, facendo scatenare così la gelosia (no scherzo, non sono Damon-Elena-Stefan) del caro fratellone che lancia il pugnale nel pozzo nero (strano come un coltello che di solito dovrebbe ferire riesca invece a riportare in vita un tizio che nessuno voleva conoscere).

A questo punto Hope inizia a capire il gesto di suo padre e della sua famiglia. I Mikaelson sono la mia famiglia preferita in assoluto, mi faranno dannare sempre perché al di là di quello che uno possa dire di loro, sanno anche essere gli eroi più grandi di tutti. Probabilmente se fossi un pozzo anziché rappresentare l’oscurità rappresenterei tutto l’amore che si possa trovare per queste persone. Amo questa famiglia dalla loro primissima comparsa in The Vampire Diaries e il mio amore per Klaus prima e ora per Hope sono indescrivibili. 

  Quindi se vi stesse chiedendo quanto ho sofferto e amato il momento in cui decide di sacrificarsi per tutti, non ve lo saprei nemmeno dire. Quanto ho amato invece la scelta di portare con sé pure Clarke? Infinito! Quanto ho sofferto quando tutti (compresi Josie, Alaric e Landon) hanno dimenticato Hope? Infinitamente infinito.

 

Secondo me però non tutti si sono dimenticati di lei, qualcuno per forza la ricorderà e penso che possa trattarsi di Lizzie o di Rafael, dato che comunque è nella sua forma animale e magari la sua mente umana potrebbe non essere stata intaccata in qualche modo.

Io spero in almeno uno di loro, ci conto troppo, anche perché altrimenti tutta questa sofferenza che mi dovrò portare dietro per mesi e mesi, fino alla prossima stagione, sarà stata vana.
Julie, ti prego, non fare stronzate!

Ora passo ad un commento veloce, perché comunque penso di aver già detto tanto.
Lo scopo di Alaric è sempre stato quello di voler mettere in sicurezza i ragazzi dal mondo circostante, ma anche il contrario. Stiamo parlando di esseri soprannaturali che secondo la scala alimentare sono più forti e in alto di noi, loro i predatori e noi la preda. Non sono logicamente dalla parte della Triad, ma capisco perché Alaric avesse progettato tutte quelle cose, non condivido il fatto che abbia voluto dirlo ai genitori degli altri ragazzi, ma quello è stato un errore fatto ingenuamente, quindi spero tengano conto di tutti questi fatti quando dovranno votare circa il suo destino all’interno della scuola.


Infine le gemelle hanno trovato l’Ascendente per il mondo prigione. Chissà se rivedremo mai Kai, se lo useranno per non dover ricorrere alla fusione.. ci manca solo che vadano via loro e chi resta in quella scuola? Solo Dorian? Sono certa che nella prossima stagione troveranno un modo per evitarlo, altrimenti mandare troppo per le lunghe anche questo discorso inizia ad essere troppo stancante.

Vorrei poter dire altro, ma l’unica cosa a cui riesco a pensare è: dov’è la mia Hope? Riportatemela qui, mi manca già da morire, è la mia Supereroina preferita, non meritava tutto questo! E nemmeno io… 

Adele
La sofferente
Affezionatissima
Recensora
(Per quanto riguarda i tutorial che vi ho chiesto all’inizio, se ne conoscete lasciatemi i link tra i commenti)