The Resident 3 x 10 “Whistleblower” Recensione – FALL FINALE

The Resident 3 x 10 “Whistleblower” Recensione – FALL FINALE
Reading Time: 4 minutes

Questo è il nostro punteggio 5

Commento personale alla puntata

Come si fa a commentare con razionalità un episodio del genere per giunta essendo un fall finale??? Nella recensione troverete una mia oggettiva opinione di ciò che è accaduto qui, ma qui in questo commento lasciatemi sfogare. Conrad ma che diamine fai?? Potevi stare zitto un momento?? Cioè era andato tutto liscio fino a due minuti prima e poi tu parli troppo. Ovviamente non poteva finire bene per lui e in tutto l’episodio si sentiva che il dramma vero era nell’aria e poi lui era nel mirino di Cain da troppo tempo. Shaunette Renée Wilson (Mina) è stata formidabile in questo episodio, ottima interpretazione, adesso non ci resta che aspettare e vedere che succederà alla sua migliore amica. Il Dottor Bell lo rivaluto ogni episodio di più, la mossa di rinnovare il contratto alla dottoressa Kitt una mossa davvero intelligente e astuta.

Il supporto emotivo è ben accettato e richiesto per noi spettatori in questo momento! Ci sono così tanti contenuti stimolanti in questo fall finale, e tutto ciò ci fa svenire e urlare. 

Non sarà fuori dai nostri pensieri finché non ne parleremo, quindi cominciamo con quell’ANELLO, vero? Tutto sulla rivelazione dell’imminente proposta di Conrad funziona bene all’interno dell’episodio. È un momento dolcissimo per l’ultimo giorno di Devon come tirocinante. La relazione tra i due medici ha un livello di intimità che è raro per entrambi. 

La fiducia di Devon nei sentimenti di Nic per Conrad, e la relativa insicurezza di Conrad riguardo alla sua risposta, è adorabile. Il modo invisibile in cui Conrad si rimette l’anello in tasca mentre Nic gli arriva da dietro e si side con loro è più caldo di quanto abbia il diritto di essere. CoNic ci sta portando tanta felicità!

La storia straziante di Mina all’interno dell’episodio porta un equilibrio all’episodio e lo salva dall’essere troppo sdolcinato. Mina ama Adaku e non ha idea di come gestire il fatto che salvarla sia fuori dal suo controllo. La dottoressa Okafor ha scelto una professione in cui riesce a esercitare il controllo. Se è perfetta, può salvare ogni paziente. 

Se Mina non fosse stata così vicina a Adaku, avrebbe immediatamente concordato con gli altri medici su come procedere. È il desiderio espresso di Adaku di dare la priorità alla bambina, ed è stata la mossa giusta per cercare di salvarle entrambe. 

Questo conflitto spinge Mina come persona. È incredibilmente potente che The Resident utilizzi questo momento per esplorare la fede INTERNA di Mina invece di fare affidamento su AJ. Il momento di Mina nella cappella dell’ospedale mi fa piangere. La stanza adornata semplicemente, con poltroncine scomode e scarsa illuminazione, è riverita e importante per evidenziare il percorso emotivo di Mina.  È il battito più forte in un episodio pieno di grandi momenti.

In “Whistleblower”, AJ è molto il mentore di Mina, non il suo interesse amoroso. Il mentoring è una cosa amorevole da fare, ovviamente, ma qui il modo in cui The Raptor insiste che la dottoressa Okafor capisce come affrontare le sue vulnerabilità è davvero stimolante. Ripara parte della speranza che si perde quando realizziamo personaggi come il Dr. Cain nel mondo reale. 

Quel livello di malizia e avidità esiste. Esistono anche talento, leadership e compassione come quelli di The Raptor. Questo spettacolo ci dà la speranza che il secondo possa calpestare il primo. 

Cain è spregevole. Insegna ai dottori come se stessero vendendo un’assicurazione. Non dovrebbero esserci tali false tattiche nell’assistenza sanitaria. E quella clinica dove vanno a finire tutti i suoi pazienti, come carne al macello?? WYF???? Ma siamo seri davvero??

La cosa che mi colpisce di Cain è come sta sfruttando le regole GIÀ ESISTENTI. A differenza dei cattivi precedenti, non sta infrangendo la legge. Cain sa come lavorare il sistema a suo vantaggio e il sistema è lì che lo sostiene. Questo è molto più insidioso e quindi difficile da combattere rispetto ai medici del passato. Il dottor Bell ha girato un angolo in grande stile, ma Cain è in grado di usare il suo passato per sapersi abilmente prendere tutto il potere. 

La regola del suicidio per i destinatari del trapianto è un ottimo modo per illustrare questa manipolazione di cui sopra. Il CEO Bad Guy e Cain hanno il controllo completo mentre usano le leggi dell’ospedale per sbarazzarsi di Conrad. Ma c’è una vita lì in gioco. Non vedono nemmeno il paziente.

Lo facciamo noi per loro, però. 

L’eccellente ritratto di Tyler Warzel di Cayden Boyd, un giovane che ha avuto un crollo emotivo ed ha tentato il suicidio, evidenzia la necessità di riconoscere che la salute mentale debba essere inclusa nella nostra sanità.

È un giovane che ha bisogno di aiuto per gestire le difficoltà della sua vita. Certamente non ha bisogno che l’ospedale gli dica che, poiché sta soffrendo e ha preso in considerazione l’idea di alleviare quel dolore con il suicidio, non merita un trapianto di organi! Gli operatori sanitari non sono lì per giudicare il valore della vita di qualcuno o la probabilità che cambino stile di vita. Sono lì per aiutare e guarire. 

Fino a quando Red Rock non sarà demolito, Conrad non sarà mai al sicuro a Chastain perché è completamente antitetico a come Bad CEO e Cain usano la medicina.

L’ultima uscita di Conrad da Chastain è un tocco pesante con la combinazione di sorprendenti angoli di ripresa, rallentatore e musica drammatica. Mi fa ridere. Ma Conrad e lo spettacolo hanno sicuramente guadagnato il melodramma. Il dottor Conrad Hawkins, imperfetto com’è sicuramente, onora il privilegio di essere un medico.  È un onore guardarlo. 

Voi cosa ne pensate?

Vi lascio il trailer del prossimo episodio ricordandovi che ci vediamo il 7 Gennaio, grazie per aver seguito con noi questa prima parte di stagione!!


Aiutaci cliccando su “MI PIACE” che trovi qui sopra, é un modo per ringraziarci.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

You cannot copy content of this page