Crea sito

Manifest 2 x 11 “Unaccompanied Minors” Recensione

Reading Time: 3 minutes

Questo è il nostro punteggio 3

Classificazione: 3 su 5.

Commento personale alla puntata

Zeke morirà? Che significato hanno questi tre uomini per la narrativa generale? Tutto sarà risolto e risposto in 2 episodi? Mentre quest’ultimo sembra improbabile, Manifest ha un senso di urgenza al riguardo questa settimana mentre ci avviciniamo rapidamente al finale. Per i grandi tratti di questa stagione anche se Manifest ha davvero trascinato i suoi piedi e c’è più di un filo di trama sospeso che ha bisogno di una qualche forma di risoluzione prima della fine della stagione. Sembra evidente che la chiamata che circonda Michaela – “Let him go” – sia quasi certamente per Zeke ma dato che questo show ha fatto un falso Walking-Dead con TJ di recente, non penso proprio che Zeke in realtà muoia in questa stagione. Se lo fa, tuttavia, verranno sollevate ulteriori domande sul perché sia ​​coinvolto in questo intero mistero quando non era sull’aereo per cominciare. Ovviamente, c’è ancora tempo per essere smentiti e con qualche altro episodio rimasto, Manifest potrebbe ancora offrire alcune sorprese.

Mentre iniziamo a prepararci per il finale, Manifest ritorna per un altro episodio che promuove la scatola misteriosa sospesa in questa stagione. Con il suggerimento che Zeke potrebbe incontrare una prematura scomparsa nel prossimo futuro e domande che sciamano intorno al vero significato delle Chiamate, ci sono molte cose senza risposta in Manifest in quanto sembra che siamo sempre meno vicini a una risposta su nessuno dei grandi misteri nello spettacolo.

L’episodio 11 di Manifest inizia con Ben che espone la sua teoria a Michaela dopo averle raccontato degli incubi di Cal. Mentre legge un estratto della Bibbia che circonda il falso profeta, una Michaela disperata si apre e gli parla del congelamento di Zeke.

Nel frattempo Zeke va ad un gruppo di supporto mentre Michaela trova un adolescente che ruba in un negozio. Proprio mentre sta iniziando a rimproverarlo per aver rubato una barretta di cioccolato, riceve una chiamata che le dice di lasciarlo andare. Cedendo alle parole, lascia che l’adolescente vada via e restituisce la barretta rubata al negozio. Solo, si scopre che questo ragazzo è effettivamente coinvolto in qualcosa di molto più grosso.

Michaela e Vasquez si dirigono al deposito degli autobus per delle risposte e dopo aver ottenuto le riprese dalle registrazioni della telecamera dall’autobus, tornano alla stazione di polizia dove Michaela viene presa in giro dalla sua collega che riguardano Jared e il fatto che voglia lavorare di nuovo con lei. Ignorando questo, entrambi si dirigono verso la scuola del ragazzo per capire con chi sta collaborando.

A casa, Ben sperimenta un’altra chiamata, questa volta di un treno che si precipita verso di lui. Mentre medita su cosa significhi, Cal e TJ escono, con quest’ultimo che sta vivendo una sua Chiamata che coinvolge un dipinto di una fenice. Tornando di corsa a casa, ne parlano a Ben e si dirigono insieme verso la metropolitana, che sembra contenere un murale di una fenice sul muro.

Zeke fa la visita con Saanvi che gli fa fare una risonanza magnetica. Sua madre va a fargli visita, ma si rifiuta di dirle la verità su ciò che sta accadendo. Mentre se ne va, Saanvi gli dice che i risultati della risonanza magnetica sono tornati e non sono come se li aspettava.

In metropolitana, un uomo sembra destinato a suicidarsi ma Ben e TJ lo salvano all’ultimo secondo. In ospedale, la scatola di fiammiferi che quest’uomo teneva in mano, in realtà si rivela essere un carillon e contiene la stessa melodia che Cal e Grace cantavano alla piccola Eden all’inizio dell’episodio.

Con in mente la ninna nanna, Ben si dirige in ospedale e scopre che è il padre di Zeke che cantava a suo figlio la stessa canzone. A quanto pare, quest’uomo suicida è in realtà il padre di Zeke. Riaccendendo ciò che ha perso, Zeke decide di provare a sfruttare al massimo il tempo che gli rimane.

Vasquez e Michaela parlano di Zeke e lei gli dice che sta morendo mentre sono fuori insieme a fare un appostamento. Osservano l’andirivieni all’interno di un condominio e irrompono nel condominio, con Vasquez che insegue un uomo fuori dalla porta sul retro mentre Michaela rimane sola a cercare nel seminterrato, dove trova il capo chiamato James. Nonostante la Chiamata le abbia detto di lasciarlo andare, lei rifiuta di ascoltarla e lo arresta.

Alla stazione di polizia, Michaela racconta a Jared della sua chiamata e di come l’ha ignorata. Tornando a casa, parla con Zeke e lui le dice che vuole andarsene alle sue condizioni, procedendo a chiedere a Michaela di sposarlo – lei ovviamente dice di sì.

Ben decide di iniziare ad ascoltare le chiamate e mette Cal a letto. Mentre lo fa, le tre ombre ritornano nella sua stanza e mentre ci allontaniamo, vediamo che queste tre ombre sono in realtà quelle dei tre spacciatori che sono stati arrestati all’inizio dell’episodio.

Voi cosa ne pensate?

Unitevi alla nostra community su Facebook per parlare con noi e con altri amanti delle serie TV !! E sulla pagina ad essa dedicata Manifest Italia – Italian Fanpage

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: