Crea sito

This is Us: Recensione 2×06 – The 20s

Reading Time: 3 minutes

Se preferite passare Halloween all’insegna di pianti e magoni, allora questo episodio di This is Us è al caso vostro. Nonostante sia un episodio a tema Halloween esso è uno degli episodi più importanti dell’intera serie. Vediamo cosa succede!

Trama

E’ Halloween e i Jack e Rebecca Pearson sono pronti a festeggiarlo con i loro tre figli. Randall, per accaparrarsi i dolci migliori, ha disegnato una mappa strategica dell’intero quartiere, ma Kate e Kevin hanno tutt’altri piani. Da questo piccolo bisticcio fra fratelli nasce però una discussione fra i due genitori: Rebecca crede che Jack sia troppo accondiscendente nei confronti di Kate, mentre Jack pensa che Rebecca sia troppo accondiscendente nei confronti di Randall. Per questo la famiglia si separa: mamma e figlio adottivo seguono la mappa e Jack e gli altri due figli vanno a ruota libera. In particolare, mentre Jack, Kate e Kevin sono per le strade della città, il primo scopre che Kate ha una cotta per un ragazzino della sua età, che però non se la fila di striscio. Per questo il fratello gemello decide di renderla felice almeno per quella notte e cede tutti i suoi dolci alla cotta della sorella, che difatti la prende per mano e resta con lei per la maggior parte della serata.

Intanto Rebecca e Randall seguono la mappa disegnata da quest’ultimo. Rebecca vorrebbe educare suo figlio in modo tale da non essere così rigido, quindi gli propone di andare a fare dolcetto o scherzetto in una casa non prevista dalla mappa. Randall però esita, non tanto perché va contro il suo piano, ma perché nella casa non prevista nella mappa vive la madre di un bambino della sua scuola che gli ha rivelato di essere stato adottato. Scoperta la verità, Rebecca affronta la questione con suo figlio, supportandolo e spiegandogli come all’epoca sono andate le cose. Nel presente, precisamente nel 2008, vediamo come gli ormai 4 Pearson vivono Halloween: Beth sta per partorire, Randall è reduce da un esaurimento nervoso e Rebecca giunge a casa sua per assistere la parto. Kevin è agli albori della sua carriera da attore e Kate si trasferisce da lui a Los Angeles a seguito di una relazione con un uomo sposato. Beth infine partorisce in casa con l’aiuto del marito e della suocera, e dopo essere andata in ospedale con la piccola e suo marito, vediamo Rebecca iscriversi a Facebook e chattare con Miguel.

Commento Personale

Un episodio di Halloween originale perché tratta di argomenti tutt’altro che paurosi. Potremmo dire che questo episodio è un tassello importante ai fini della trama della serie: vediamo il momento in cui Randall scopre di essere stato adottato, un momento tanto importante quanto commovente, dato che più volte nel corso di queste due stagioni vediamo il suo difficile adattarsi sia nel contesto familiare sia in quello sociale, dato l’infantilità dei fratelli e le discriminazioni di quel tempo. Altro elemento importante di questo episodio sono le prime discussioni tra Rebecca e Jack, seppur stupide, col passato del tempo diventano più serie. Degna di nota è stata Rebecca che da sola è riuscita a raccontare le origini di Randall, nella maniera più delicata possibile, e difatti Randall non ha mai risentito di questa rivelazioni che per molti potrebbe essere traumatica.

Ciò che ci ha sorpresi è stato sapere che Randall, prima della morte del padre, ha già avuto un esaurimento nervoso. E’ strano vedere come un personaggio così forte, ottimista e pieno di ideali abbia questi crolli emotivi tra l’altro in momenti importanti della sua vita. Ma probabilmente la nascita di sua figlia è stato un forte rimedio alla sua depressione, dato che Beth e Rebecca non sono riusciti ad aiutarlo. Ed è in questo episodio che scopriamo come Miguel e Rebecca si sono messi insieme, quasi per gioco si potrebbe dire, anche se noi non abbiamo mai sopportato questa relazione dopo la morte di Jack. Insomma, questo episodio di Halloween accompagna a braccetto la trama di una serie che da quattro anni continua a commuoverci e a stupirci, e merita assolutamente di essere vista!

Unitevi alla nostra community su Facebook per parlare con noi e con altri amanti delle serie TV !! Vi aspettiamo numerosi

Pubblicato da Vespertine

Salve! Parla Vespertine. Si, Vespertine, proprio come l'album di Björk, il mio preferito. Quest'album è astrattezza e concretezza, il tutto e il niente, il massimo e il minimo. Insomma, Vespertine sono io.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You cannot copy content of this page
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: