This Is Us: Milo Ventimiglia parla del suo personaggio!

Reading Time: 4 minutes

Dopo aver partecipato oggi al The Tonight Show, Deadline ha incontrato Milo Ventimiglia, star di This Is Us, per discutere di quello che è stato uno degli episodi più importanti del suo personaggio, il padre di ogni uomo, Jack Pearson. Ecco di seguito l’intervista!

Avviso per i fan della serie

Ci sono pesanti spoiler dato che questa intervista riguarda l’episodio mandato in onda subito dopo il Super Bowl.

Mentre finalmente sappiamo come si è concluso il destino di Jack, non significa che il personaggio se ne sia andato per sempre. Con i suoi salti temporali, This Is Us rende impossibile uccidere i personaggi. La morte di Jack è avvenuta a causa di un arresto cardiaco all’ospedale provocato dall’inalazione di fumo dopo aver salvato la sua famiglia dal fuoco della fattoria dei Pearson. Questo però non cambia davvero il suo andirivieni nella serie NBC / Fox. Attualmente, Ventimiglia sara presente nell’episodio 17 di 18 e presto avvolgerà la stagione 2 di This Is Us prima che lo show vada in pausa per cinque mesi.

Intervista fatta da Deadline a Milo Ventimiglia:

DEADLINE: C’erano altre opzioni in gioco per come Jack avrebbe incontrato la sua fine? A un certo punto abbiamo pensato che sarebbe stato ucciso per aver guidato ubriaco.

VENTIMIGLIA: Dan Fogelman è stato molto bravo nel tenerci informati su quello che stava succedendo, ed è sempre stata questo così. Non c’erano altre possibilità riguardo a come Jack avrebbe incontrato la sua fine.

DEADLINE: da quanto tempo conosci i dettagli della morte di Jack?

VENTIMIGLIA: Da un po ‘. Quando tento di mantenere gli episodi nella mia testa, perdo le tracce. Sicuramente dall’anno scorso, forse già a metà dell’anno scorso.

DEADLINE: Il modo in cui muore Jack è così eroico.

VENTIMIGLIA: Jack è costantemente al servizio della sua famiglia. Non ha bisogno di un piano per entrare in azione. Si adatta e risponde immediatamente. Questo è intrinsecamente quello che Jack è. È un uomo che non ha bisogno di ispirazione quando si tratta di cercare la sua famiglia o di salvare la sua famiglia, anche se ciò significa mettersi in pericolo.

DEADLINE: Ora che questo grande mistero è stato risolto, cosa succederà? Ci sono grandi segreti che ancora non sappiamo di lui o ci sono persone enigmatiche che entreranno nella sua vita?

VENTIMIGLIA: Ci sono sempre dei segreti. Abbiamo conosciuto quest’uomo per 32 ore e non lo conosciamo da così tanto tempo. Quello che posso dire è che c’è ancora un’esplorazione di Jack. C’è molto che abbiamo imparato a capire di lui e della sua educazione. C’è ancora molto da vedere per quanto riguarda i suoi giorni della giovinezza in Vietnam e con Rebecca. E anche con questo, ci sono sequenze oniriche in cui Fogelman è diventato famoso, quando si tratta di mettere insieme i personaggi. C’è questa possibilità di vedere una versione diversa di Jack dove è ancora in giro.

DEADLINE: Sapendo cosa sai della morte di Jack, ha un impatto sul modo in cui lo ritroveresti  andando avanti?

VENTIMIGLIA: No, per niente. Vedo Jack allo stesso modo in cui l’ho visto agli inizi. Jack non sa che il tempo è così prezioso per lui, che come uomo ha questo desiderio intrinseco di assorbire tutto ciò che riguarda le persone che ama. Lo fa senza sapere che la sua fine verrà. Jack si concentra sulla vita e sul presente.

DEADLINE: Uno dei bei take away dell’episodio della scorsa notte è stato vedere come Randall è come un padre, come si fa in quattro per confortare sua figlia. Molto di questo ha a che fare con il modo in cui Jack ha sollevato Randall.

VENTIMIGLIA: Lo fa. Quando qualcuno mi fa un complimento, lo attribuisco a mia madre, a mio padre e alla mia educazione. Mia mamma e mio papà litigavano sempre; è così che sono nato. Ho sentito che c’è una versione di quello con Randall. È nato per essere forte e protettivo. È un comportamento appreso dal suo incredibile gruppo di genitori nel modo in cui lo hanno amato e si sono presi cura di lui e lo hanno educato al meglio delle loro capacità.

DEADLINE: Raccontaci di come hai girato quell’epica scena tra le fiamme. Quanto ci è voluto? Hai fatto le tue acrobazie?

VENTIMIGLIA: Ci sono voluti tre giorni e abbiamo lavorato sempre di notte. Ero assolutamente nel fuoco, assicurandomi di trovarmi sempre tra lui e Mandy Moore, Niles Fitch e Hannah Zeile. Era una scena molto sicura e collaborativa. C’era un incredibile stuntman che è stato usato per un momento, ma molto di quello che ho fatto, l’ho fatto io stesso. Ho chiesto gentilmente: “se non ti dispiace, non mi dispiace essere vicino al fuoco.'”. Abbiamo girato 50 miglia al di fuori di Los Angeles. Quello che la produzione messo e tenuto insieme per sei mesi di pianificazione è stata sorprendente. I nostri produttori Steve Beers e Cathy Mickel Gibson si sono assicurati che tutto fosse in ordine. La casa di Pearson fu fondamentalmente ricreata, ma un po ‘più larga, così potemmo manovrare e spostarci a piedi nei corridoi; abbiamo ricreato gli interni e le camerette dei bambini. Non abbiamo completamente bruciato tutta la casa, ma alla fine non era in condizioni ottimali. Diciamo solo che è stato facile smantellare il team di costruzione.

DEADLINE: hai diretto in passato. Avete in programma di dirigere eventuali episodi futuri?

VENTIMIGLIA: Ci sono state alcune conversazioni. Abbiamo un sacco di attori creativi sul set. Tutti i miei capi sanno che voglio dirigere. Quando succede, succederà.

 

 

 

Come sempre ti ricordo di continuare a seguirci sulla nostra pagina Facebook Showteller – Desperate Series Addicted e sulle nostre pagine affiliate Serie Tv News, Tutta colpa delle serie TV e Empire State of Mind

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Faty Quarantino

since 1998.... sono appassionata di libri, film, ma soprattutto serie tv. di cui amo parlare .. è inutile specificare che posso guardarne a centinaia.

You cannot copy content of this page