The Witcher Stagione 2 recensione

The Witcher Stagione 2 recensione
Reading Time: 3 minutes
RECENSIONE SEASON 1 FINALE THE WITCHER

Questo è il nostro punteggio 4.5/5

Commento personale alla stagione

Quando The Witcher è uscito su Netflix 2 anni fa, ha portato con sé una nuova ondata di ottimismo nel genere fantasy. Con molte pubblicazioni ancora in bilico da Game of Thrones, confrontando tutte le IP fantasy con il colosso che alla fine si è schiantato e bruciato, è sempre stato difficile persuadere fan e critici allo stesso modo a guardare questi spettacoli con una nuova prospettiva.

Con l’ultima vittima di questa caduta in The Wheel Of Time, la stagione 2 di The Witcher beneficia di non avere quella nuvola nera di aspettative impossibili che incombe su di essa. Anche gli sceneggiatori sembrano sentire questa libertà, poiché questa seconda stagione espande la storia e la mitologia – ed è tutto per te più forte. 

Ci sono alcune brillanti nuove aggiunte qui in questa stagione e, cosa più significativa, molti più elementi della storia di The Witcher 3 nella sua trama.

the witcher stagione 2 recensione

Ma ecco cosa è successo nella seconda stagione di The Witcher

Il primo episodio funziona essenzialmente per reintrodurre tutti i nostri personaggi, riprendendo poco dopo gli eventi del finale. Geralt e Ciri sono diretti a Kaer Morhen, il rifugio dei Witcher abitato da altri fratelli Witcher durante i rigidi mesi invernali. Ciri è la chiave profetizzata di ciò che sta accadendo e Geralt intende provare ad addestrarla a difendersi.

Tuttavia, Geralt è anche gravato dalla presunta perdita di Yennefer, che si pensa sia morta durante gli incendi che hanno consumato la battaglia di Sodden. Con Cahir prigioniero e Nilfgaard in fuga, la realtà qui è che Fringilla ha preso il controllo degli eserciti e ha Yennefer come prigioniera. La loro storia coincide presto con quella degli elfi, dove viene concordata una libera alleanza. Solo che questa sottile fedeltà sembra destinata a frantumarsi da un momento all’altro.

Yennefer si ritrova in una missione molto più profonda quest’anno, anche se mi asterrò dallo spoilerare troppo qui. Basti dire che il suo viaggio la porta ad alcuni volti familiari della prima stagione, una svolta sorprendente e un arco molto più interessante e complesso di prima. Altri personaggi come Istredd servono al loro scopo di aiutare a rimpolpare il mondo, mentre viene esplorata la vera minaccia che incombe sul Continente.

Ora, i fan di The Witcher riconosceranno immediatamente parte di ciò che sta accadendo qui, in particolare gli scorci stuzzicanti di una Caccia e dei cavalieri neri, che vengono menzionati durante la stagione. Tutto questo, ovviamente, si trasforma in una resa dei conti piuttosto drammatica, con l’ultimo set di episodi probabilmente il migliore della stagione.

the witcher stagione 2 recensione

Anche questa volta ci sono molti più intrighi politici e drammi, e anche se c’è ancora la caccia ai mostri, la maggior parte del viaggio di Geralt lo vede fare la babysitter a Ciri. Anche se questo di per sé suona deludente, l’episodio 6 presenta un’altra sequenza d’azione brillante che tenta, ma non riesce a, emulare quella scena eccellente nel villaggio durante l’episodio 1 della scorsa stagione.

L’aggiunta di Witcher extra, incluso un anziano che molti fan riconosceranno all’istante, aiuta davvero a rimpolpare il mondo e il ritorno di personaggi come Triss Merigold e Tiissaia aiuta anche a fornire ulteriore profondità alla storia.

E la profondità è il nome del gioco qui. Mentre la prima stagione sembrava una serie di diverse missioni secondarie cucite insieme, oltre a quella svolta intelligente ovviamente, la seconda stagione è molto più snella. Molte delle aggiunte funzionano per far sembrare questo mondo molto più grande, costruendo costantemente.

L’unico aspetto negativo di questa storia più ampia è il tono. Questa è una storia molto più cruda e oscura, che manca di molta leggerezza e battute che hanno reso la prima stagione così accessibile. Durante l’episodio 4 in poi c’è un tentativo di iniettarlo di nuovo, ma questo viene usato con parsimonia.

the witcher stagione 2 recensione

Nonostante questo, però, la stagione 2 di The Witcher sembra un miglioramento marginale rispetto alla prima. Sicuramente ci sono meno nudità, grugniti e cacce ai mostri individuali, ma al suo posto c’è una storia che sembra molto più un’epica missione principale. Ben scritta e visivamente sbalorditiva, la stagione 2 di The Witcher è sicuramente valsa la pena aspettare.

Voi cosa ne pensate?

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

You cannot copy content of this page