The Witcher: Blood Origin: tutto ciò che sappiamo finora

Reading Time: 7 minutes

Fonte: whats-on-netflix.com

Mentre aspettiamo la terza stagione di The Witcher , nel 2022 ci immergeremo più a fondo nel mondo di The Witcher con la nuova serie prequel chiamata The Witcher: Blood Origin che dovrebbe arrivare su Netflix a dicembre 2022. Ecco un’anteprima aggiornata di tutto ciò che sappiamo finora su The Witcher: Blood Origin.

the witcher blood origin ultime news

Blood Origin è uno dei numerosi progetti di Witcher attualmente in sviluppo su Netflix. Ovviamente abbiamo altre serie sulla nave madre in arrivo con la stagione 3 che verrà filmata per tutto il 2022 . Abbiamo anche un altro spin-off animato in arrivo e anche una nuova serie dedicata ai bambini.

Quindi entriamo in quello che sappiamo su The Witcher: Blood Origin e iniziamo con il teaser post-crediti che è stato allegato alla stagione 2 di The Witcher .

Quando uscirà The Witcher: Blood Origin su Netflix?

Innanzitutto, alla domanda più importante: quando possiamo aspettarci di vedere The Witcher: Blood Origin su Netflix?

Al momento dell’aggiornamento, il colosso dello streaming non ha annunciato una data di uscita precisa. 

Abbiamo sentito che Netflix dovrebbe attualmente rilasciare la serie a dicembre 2022 . Abbiamo sentito che un’uscita natalizia potrebbe essere in programma (alcune fonti indicano che il 25 dicembre è agli occhi di tutti), ma per ora, tutto ciò che sappiamo è che la serie arriverà ad un certo punto nel 2022.

Alcuni avevano ipotizzato che Netflix potesse scegliere di pubblicare The Witcher: Blood Origin più o meno nello stesso periodo di House of Dragon (la serie prequel de Il Trono di Spade ) e la nuova serie de Il Signore degli Anelli su Amazon Prime, dato che si trovano tutti nella stessa categoria.

Redanian Intelligence ha anche riferito che una data di rilascio di ottobre 2022 potrebbe essere prevista.

the witcher blood origin ultime news

Quando è ambientato nella timeline di The Witcher ?

Con l’annuncio di  The Witcher: Blood Origin , Netflix ha pubblicato anche una breve sinossi:

“1200 anni prima di Geralt di Rivia, i mondi dei mostri, degli uomini e degli elfi si univano in uno solo e nacque il primo Witcher.”

Questo ci dice che lo spettacolo è ambientato nel Continente ma  1200 anni prima degli eventi della serie principale . Ci dice anche che i sei episodi esploreranno la storia dietro due degli eventi più importanti della tradizione di Witcher:  The Conjunction of the Spheres , che ha unito i mondi di mostri, elfi e umani in uno solo e, naturalmente,  la creazione del primo strigo .

Allo stesso tempo, questo solleva una domanda importante: come può lo spettacolo coprire entrambi gli eventi considerando che sono distanti diversi secoli? Mentre la Congiunzione delle Sfere avvenne circa 1200 anni prima dell’inizio della   saga di The Witcher , i primi witcher iniziarono a vagare per la terra solo molto più tardi. In effetti, la mappa ufficiale di accompagnamento di Netflix   specifica che il primo witcher è stato creato dai maghi 967 anni dopo la Congiunzione.

the witcher blood origin ultime news
Blood Origin potrebbe rivelare la verità dietro alcuni miti del Continente, come il segreto dei monoliti

È possibile che la risposta possa essere nel formato. Da un casting call (di cui parleremo nella sezione dei personaggi di seguito) sappiamo che Blood Origin sarà una serie a episodi .

Presumibilmente, questo significa che avremo sei episodi, ognuno dei quali racconterà un’altra storia, forse paragonabile a The Mandalorian della Disney . Tuttavia, se lo spettacolo coprirà quasi mille anni di storia dei witcher, è possibile che ci saranno dei grandi salti temporali tra gli episodi. Forse avremo diverse storie che attraversano i secoli. Forse avremo una divisione uniforme tra gli eventi con i primi episodi incentrati sulla Congiunzione e gli ultimi che raccontano la storia del primo witcher. 

Un’altra possibilità è che il “primo Witcher” menzionato nella sinossi sia una variante precedente rispetto a quella menzionata nella timeline ufficiale di Netflix, un proto-stregone . Se questo è il caso, il candidato più probabile per il “proto-stregone” è Laurence O’Fuarain Fjall.


Spiegazione della storia

the witcher blood origin ultime news
Il palazzo elfico in rovina di Shaerrawedd. Opera di Edward Barons

La maggior parte di voi saprà che  The Witcher di Netflix  è basato su un’amata serie di libri scritti da  Andrzej Sapkowski , che ha anche ispirato i famosi videogiochi Witcher di CD Projekt Red. Mentre Sapkowski a volte tocca eventi come la Congiunzione delle Sfere, è chiaro che  la storia di Blood Origin dipenderà molto più dall’immaginazione degli scrittori perché si sa molto poco di questo periodo nella storia del Continente.

Detto questo, c’è un fondamento della storia antica su cui lo spettacolo potrebbe fare affidamento. Il mondo di  The Witcher  era originariamente popolato da ondate. Prima dagli gnomi, poi arrivarono i nani e infine gli elfi. 

Anche se queste  Razze Antiche  non coesistevano esattamente in pace,  la Congiunzione delle Sfere  ha gettato il loro mondo nel caos, intrappolando ogni sorta di creatura innaturale da altre dimensioni, inclusi umani e mostri. Non si sa cosa abbia causato la Congiunzione né come sia avvenuta, solo che ha cambiato per sempre il tessuto del Continente.

I tre maghi responsabili della creazione dei witcher: Cosimo Malaspina, Alzur e Idarran dell’Ulivo. 
Opere per GWENT

La  creazione del primo Witcher  è un evento avvolto nel mito quasi quanto la Congiunzione. Molto tempo dopo la prima apparizione dei mostri nel continente, un gruppo di maghi rinnegati si unì per forgiare un’arma contro le creature soprannaturali che erano diventate una piaga per le persone in molte regioni. 

Ironia della sorte, alcuni di loro come lo stregone  Alzur  erano essi stessi responsabili della creazione degli abomini più orribili immaginabili attraverso la magia. I primi witcher furono creati in un rituale segreto e incredibilmente doloroso che divenne noto come la  Prova delle Erbe . Coloro che sono sopravvissuti, hanno acquisito riflessi, velocità e agilità potenziati, rendendoli gli ultimi cacciatori di mostri.

Lo spettacolo troverà il suo modo per arrivare a questi eventi, ma questo non vuol dire che non possa prendere in prestito dai libri. Esplorare un mondo pre-Congiunzione potrebbe offrire un’opportunità unica per approfondire le diverse società delle Razze Antiche, in un modo in cui lo spettacolo principale di Witcher non può. Il mistero del primo witcher e dei maghi che lo hanno creato incombe lungo tutti i secoli che seguono fino alla vita di Geralt.


Quali personaggi appariranno e chi c’è nel cast?

the witcher blood origin ultime news
Griglia del cast per The Witcher: Blood Origin – Nella foto: Michelle Yeoh, Jacob Collins-Levy, Dylan Moran, Lenny Henry, Mirren Mack, Nathaniel Curtis

Il cast e quali personaggi appariranno nella serie prequel sono stati lentamente annunciati nel tempo.

Nel novembre 2020, Recapped ha riferito che lo spettacolo sta cercando di lanciare due protagoniste femminili. I loro nomi sono stati dati come Eile ‘The Lark’ Lithe Princess Merwyn . Eile proviene da un clan di elfi che usa i coltelli come arma principale. Originariamente Jodie Turner-Smith era stata assegnata come Eile ma è uscita dalla serie a causa di un conflitto di programmazione. Da allora, sappiamo che Sophia Brown (vista in Giri/Haji di Netflix ) interpreterà Eile e Mirren Mack (conosciuta per Mudlarks ) interpreterà il Merwyn.

Laurence O’Fuarain (Rebellion, Vikings) è stato il secondo membro del cast confermato e interpreterà il ruolo di Fjall Stoneheart . Questo personaggio è stato descritto come “fisicamente forte, grintoso e viscerale”, appartenente a un clan elfico che rivaleggia con quello di Eile. È possibile che Fjall alla fine diventi il ​​primo Witcher del Continente.

Jacob Collins-Levy (The White Princess, Young Wallander) è stato annunciato per la prima volta di essersi unito al cast da Redanian Intelligence nel ruolo del ” Capitano Eredin ” di Blood Origin

Questo è lo stesso Eredin che conosciamo dai romanzi e dai giochi e, in effetti, un altro attore è stato scelto come una versione precedente di questo personaggio per la stagione 2 di The Witcher . Questo è il primo importante collegamento tra Blood Origin e la serie principale.

Da quei casting iniziali, ecco chi altro si è unito al cast:

  • Michelle Yeoh interpreterà Scian
  • Dylan Moran interpreterà Uthrok One-Nut
  • Lenny Henry interpreterà Balor
  • Nathaniel Curtis interpreterà Brian
  • Francesca Mills interpreterà Meldof
  • Huw Novelli interpreterà Brother Death / Callan
  • Lizzie Annis interpreterà Zacaré
  • Zach Wyatt interpreterà Syndril
the witcher blood origin ultime news

Dove è stato giratoQuando è avvenuta la produzione?

Le riprese iniziali di The Witcher: Blood Origin si sono svolte tra il 16 agosto 2021 e il 21 novembre 2021.

Le riprese della serie sono iniziate ad agosto nel sud dell’Islanda, ma in seguito si sono trasferite nel Regno Unito. Una delle località più importanti dell’Islanda include Nauthúsagil, nota per la cascata e il burrone. Potremmo anche vedere alcune delle riprese in Islanda che si svolgono come il vulcano e il ghiacciaio Eyjafjallajökull.

Nel Regno Unito, la serie è girata principalmente agli Arborfield Studios di Wokingham, vicino a Reading.

Come notato, la serie si è conclusa il 21 novembre con la conferma di Declan de Barra che lo ha confermato su Twitter:

All’inizio del 2022, la serie ha dovuto riprendere diverse parti e ha impiegato l’aiuto di Alex Garcia Lopez per aiutare con le riprese. Queste riprese si sono svolte a “Cowleaze Wood at Aston Rowant National Nature Reserve a nord-ovest di Londra”. Secondo Redanian Intelligence, queste riprese si sono concluse il 24 aprile 2022 .

Chi sta lavorando alla serie di Netflix ?

The Witcher: Blood Origin  è diretto dall’irlandese  Declan De Barra  , che funge da showrunner e produttore esecutivo del progetto. De Barra è un habitué dello show principale di  Witcher, avendo scritto sia l’episodio quattro della prima stagione che il primo episodio della seconda. Musicista di talento, ha lavorato a stretto contatto con le compositrici Sonya Belousova e Giona Ostinelli e ha fornito la voce per  “The Song of The White Wolf”.

Per  Blood Origin , De Barra ha riunito un team di scrittori di diversa formazione ed esperienza, tra cui  Kiersten Van Horne  ( Berlin StationSnowpiercer,  Aaron Stewart-Ahn  (Mandy),  Alex Meenehan  ( The Man in the High Castle,  Bosch),  Tania Lotia  (Swamp ThingCarnival Row), Pooja Gupta  (Mary Mary) Tasha Huo  (Black Belle) e  Troy Dangerfield  (Castle).  

Nel progetto sono coinvolti anche diversi veterani dello spettacolo principale di Witcher. La showrunner di The Witcher Lauren Hissrich sarà la produttrice esecutiva. Torneranno anche i produttori Tomek Baginski Jason Brown Sean Daniel Jarek Sawko . Inoltre, lo scenografo Andrew Laws tornerà. 

Sebbene non siano stati ancora ufficialmente confermati come registi, Redanian Intelligence ha identificato Sarah O’Gorman Crumbs e Crumbs di The Last Kingdom e The Witcher e Vicky Jewson di Born to Warcome i candidati più probabili. Come accennato in precedenza, il casting è di nuovo affidato a Sophie Holland di The Witcher .


Questo è tutto ciò che abbiamo su The Witcher: Blood Origin . Facci sapere se sei entusiasta della serie prequel nei commenti in basso.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

You cannot copy content of this page