The Witcher: Blood Origin – Novità sullo spin-off di The Witcher!

Reading Time: 4 minutes

Fonte: whats-on-netflix.com

Negli ultimi mesi vi abbiamo tenuti aggiornati con la nuova serie spin off di The Witcher (Netflix). Ebbene, sono da poco trapelati molti più dettagli su questa nuova serie tv: vediamoli insieme!

Il franchise di The Witcher su Netflix

Netflix ha deciso di dar vita a un vero e proprio franchise di The Witcher. Con le riprese della seconda stagione concluse, ci sono altri due titoli da tenere d’occhio sotto forma di due spin-off attualmente in lavorazione:

  • The Witcher: Nightmare of the Wolf è un film d’animazione, incentrato sui primi anni del mentore di Geralt, Vesemir. Da quando ha annunciato Nightmare of the Wolf, Netflix è stato sinistramente silenzioso lasciandoci indovinare a che punto sono nel processo (la maggior parte crede che andrà in onda prima della seconda stagione).
  • The Witcher: Blood Origin è una serie limitata in sei parti dal vivo sugli eventi che hanno portato alla Congiunzione delle Sfere e alla creazione del primo witcher. Di recente, sono arrivate molte nuove informazioni e ne abbiamo coperte la maggior parte su Redanian Intelligence. Ora che abbiamo un quadro molto migliore, questo articolo analizzerà tutto, da quando aspettarsi che The Witcher: Blood Origin uscirà, a cosa si tratta e chi è coinvolto nella realizzazione. Se sei un fan e hai appena sentito parlare del progetto o un lettore di vecchia data, non sentirti sopraffatto dalle tante notizie!

Quando uscirà The Witcher: Blood Origin su Netflix?

Iniziamo dalla domanda più importante: quando possiamo aspettarci di vedere The Witcher: Blood Origin su Netflix? Al momento in cui scriviamo, nessuna data di uscita è stata annunciata dal colosso dello streaming. Tuttavia, possiamo fare un’ipotesi plausibile. Dopo un breve ritardo nella produzione, le riprese della serie prequel inizieranno ad agosto e probabilmente finiranno prima della fine dell’anno.

Al termine delle riprese, mancano ancora diversi mesi di post-produzione. La post-produzione della prima stagione di The Witcher ha richiesto sei mesi. Ci aspettiamo un periodo simile per la seconda stagione. La post-produzione di Blood Origin potrebbe non richiedere lo stesso tempo dal momento che ci sono solo sei episodi su cui lavorare invece di otto. Quanto tempo ci vorrà per finalizzare lo spettacolo è difficile da dire, ma sembra ipotizzabile l’idea che la serie esca tra l’ estate o l’autunno del 2022 .

Tenete presente che questa è solo un’ipotesi. Le finestre di rilascio dipendono da una varietà di condizioni ed è possibile che Netflix voglia resistere ancora un po’ con  Blood Origin . Detto questo, la prima stagione di The Witcher si  è avvicinata abbastanza dopo che è stato completato il montaggio finale. Quindi ecco la speranza!

Quando è ambientato The Witcher: Blood Origin nella timeline di The Witcher?

Con l’annuncio di  The Witcher: Blood Origin , Netflix ha rilasciato anche una breve sinossi:

“1200 anni prima di Geralt di Rivia, i mondi dei mostri, degli uomini e degli elfi si fusero in uno e nacque il primo Witcher.”

Questo ci dice che lo spettacolo è ambientato sul continente ma  1200 anni prima degli eventi della serie principale . Ci dice anche che i sei episodi esploreranno la storia dietro due degli eventi più importanti nella tradizione di Witcher:  La Congiunzione delle Sfere , che ha unito i mondi dei mostri, degli elfi e degli umani in uno, e ovviamente  la creazione del primo strigo .

Allo stesso tempo, questo solleva una domanda importante: come può lo spettacolo coprire entrambi gli eventi considerando che sono diversi secoli di distanza? Mentre la Congiunzione delle Sfere avvenne circa 1200 anni prima dell’inizio della  saga di  The Witcher , i primi witcher iniziarono a vagare per la terra solo molto tempo dopo. In effetti, la mappa ufficiale di Netflix   specifica che il primo witcher è stato creato dai maghi 967 anni dopo la Congiunzione.

È possibile che la risposta sia nel formato. Da un casting (di cui parleremo nella sezione dei personaggi di seguito) sappiamo che Blood Origin sarà una serie a episodi .

Presumibilmente, questo significa che avremo sei episodi, ognuno dei quali racconta un’altra storia, forse paragonabile a The Mandalorian della Disney . Tuttavia, se lo spettacolo coprirà quasi mille anni di storia dei witcher, è possibile che ci siano dei grandi salti di tempo tra gli episodi. Forse avremo diverse storie che collegano i secoli. Forse avremo una divisione equa tra gli eventi con i primi episodi incentrati sulla Congiunzione e gli ultimi che raccontano la storia del primo witcher. Un’altra possibilità è che il “primo Witcher” menzionato nella sinossi sia una variante precedente a quella menzionata nella timeline ufficiale di Netflix, un proto-stregone . In tal caso, il candidato più probabile per il “proto-stregone” è Laurence O’Fuarain Fjall.

Cast

Finora, sono stati rivelati due membri del cast per Blood Origin e un terzo è stato scelto prima di essere sostituito. Jodie Turner-Smith (Nightflyers, Queen & Slim) è stato il primo membro del cast rivelato, e originariamente avrebbe dovuto interpretare il ruolo principale di Eile “The Lark” Lithe . Sfortunatamente, a causa di problemi di programmazione, Turner-Smith non interpreterà questo personaggio. Speriamo di vederla sul continente in un altro ruolo, magari in una futura stagione dello spettacolo principale. Nel frattempo, Netflix ha cercato un sostituto, anche se finora nessuna attrice è stata confermata.

Laurence O’Fuarain (Rebellion, Vikings) è stato il secondo membro del cast confermato e interpreterà il ruolo di Fjall Stoneheart . Questo personaggio è stato descritto come “fisicamente forte, grintoso e viscerale”, appartenente a un clan elfico che rivaleggia con quello di Eile. È possibile che Fjall alla fine diventi il ​​primo Witcher del continente.

Ultimo ma non meno importante, Jacob Collins-Levy (The White Princess, Young Wallander) è stato recentemente confermato da Redanian Intelligence come “ Captain Eredin ” di Blood Origin . Sì, questo è lo stesso Eredin che conosciamo dai romanzi e dai giochi e, in effetti, un altro attore è stato scelto come una versione precedente di questo personaggio per la seconda stagione di The Witcher . Questa è la prima connessione importante tra Blood Origin e la serie principale. Molti altri ruoli devono ancora essere rivelati, inclusa l’attrice che sostituirà Turner-Smith nel ruolo principale di Eile. Probabilmente scopriremo chi altro si unirà al cast nelle prossime settimane.

Unitevi alla nostra community su Facebook per parlare con noi e con altri amanti delle serie TV !! Vi aspettiamo numerosi
/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Anto

La mia iniziazione nel mondo delle serie tv l'ho avuta a quattro anni quando la televisione era ancora in 4:3 e trasmettevano settimanalmente gli episodi di Streghe. Grazie alle serie tv e ai libri ho capito davvero cosa significhi sognare per davvero!

You cannot copy content of this page