The Lincoln Lawyer Stagione 1 Recensione

The Lincoln Lawyer Stagione 1 Recensione
Reading Time: 3 minutes
Qui il nostro articolo su The Lincoln Lawyer se siete indecisi se guardare la serie

Questo è il nostro punteggio 4/5

Ecco cosa ci mostra la prima stagione di The Lincoln Lawyer

La nuova serie Netflix in streaming, The Lincoln Lawyer, è molto più mainstream della maggior parte degli spettacoli che accolgono con favore. La serie è basata sui libri estremamente popolari del giornalista criminale veterano di Los Angeles Michael Connelly. Ha scritto sette romanzi, l’ultimo dei quali nel 2019, l’adattamento è in fase di sviluppo da alcuni anni. Dopo la cancellazione alla CBS a causa di problemi di produzione di COVID-19 (e si dice che avesse Logan Marshall-Green in testa), Netflix ha ordinato una serie di 10 episodi.

the lincoln lawyer stagione 1 recensione

In questa versione, lo spettacolo riprende durante il secondo libro di Connelly della serie, The Brass Verdict (scusate i fan, nessun crossover di Harry Bosch qui), dove Mickey Haller (interpretato da Manuel Garcia-Rulfo) ha dato il via a una dipendenza da oppioidi. 

Dopo una carriera di discreto successo, sta salendo dal fondo. Ad aiutarlo ci sono la sua ex moglie e attuale responsabile dell’ufficio, Lorna (Becki Newton) e il suo fidanzato (imbarazzante), e il loro investigatore privato, Cisco (Angus Sampson). Chiama per assicurarsi che stia andando all’incontro con il giudice Holder (la sempre gradita Lisa Gay Hamilton). L’unico problema è che questa è la prima volta che Haller ne sente parlare.

Quando arriva, il giudice è freddo, stoico e severo. Gli dice che Jerry Vincent, un collega avvocato difensore amico di Haller, è stato ucciso. Gli ha anche lasciato tutti i suoi casi. Uno dei casi che Haller rappresenta ora è Trevor Elliott (Christopher Gorham). È sotto processo per l’omicidio della moglie e dell’amante. È il caso perfetto per Haller, un cliente super ricco con tasche profonde. Tuttavia, il giudice vuole assicurarsi che si prenderà cura di tutti i clienti di Vincent, non solo di quelli facoltosi.

Prodotta da David E. Kelley ( Picket Fences ), la prima stagione di The Lincoln Lawyer ha bisogno di alcuni episodi per fare il suo passo: possono essere irregolari. Fanno molto affidamento su personaggi bizzarri e sulla simpatia delle interpretazioni di attori come Lorna di Newton e Cisco di Sampson. Tuttavia, dopo alcuni episodi, Garcia-Rulfo si adatta bene al suo ruolo. Ha abbastanza gravità per mostrare la profondità del personaggio mentre rimugina sul passato ed è abbastanza affascinante da coinvolgere lo spettatore nel presente. Anche se mi sarebbe piaciuto vedere più urgenza nella sua prestazione entro la fine della stagione.

C’è una qualità in The Lincoln Lawyer di Netflix che è straordinariamente leggera sul piano procedurale, che lo fa sentire come uno spettacolo creato come una versione drammatica. È una strana combinazione di non abbracciare completamente il talento di Kelley per casi, personaggi e comunità strani ed eccitanti mentre manca la grinta per cui Connelly è noto. Haller è ritratto con una virtù irregolare e non abbastanza difetti tridimensionali. Invece di usare la legge mentre la manipola, lo fa per proteggerla invece di salvare i suoi amici o la sua famiglia.

the lincoln lawyer stagione 1 recensione

Naturalmente, questo avviene nel secondo romanzo della serie. Il personaggio di Haller ha una mentalità diversa che cerca di correggere i torti, come cercare di riunire la sua famiglia, inclusa l’altra ex moglie, Maggie (Neve Campbell), e la figlia Hayley. È rinfrescante vedere due attrici più grandi di Garcia-Rulfo interpretare vecchie fiamme/interessi amorosi. Ancor di più lo è Campbell, che interpreta molto più di una donna disprezzata o preoccupata per il suo ex marito. McFierce, come la chiamano amici e colleghi, si merita la sua serie spin-off.

the lincoln lawyer stagione 1 recensione

Ed è proprio per questo che il verdetto del Lincoln Lawyer è una blanda raccomandazione. Mentre lo spettacolo sembra avere un nuovo caso ogni settimana, le trame si uniscono. Ci sono due o tre avvincenti colpi di scena e la performance di Manuel Garcia-Rulfo nei panni di Haller ti conquista, così come il suo cast di supporto. Per non parlare del fatto che la serie ha saggiamente scelto Haller con un attore che condivide l’eredità latina del personaggio. Questa serie offre una chiusura eccessiva delle sue trame entro la fine della stagione, un rinfrescante cambio di ritmo in una Hollywood che sente costantemente il bisogno di lasciare le cose incompiute e organizzare la prossima presa di denaro.

Voi cosa ne pensate?

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You cannot copy content of this page