fbpx

The Handmaid’s Tale intervista a Elisabeth Moss post season finale

The Handmaid’s Tale intervista a Elisabeth Moss post season finale
Reading Time: 5 minutes

Articolo preso e tradotto da tvline.com

Attenzione: questo post contiene spoiler del finale della quarta stagione di The Handmaid’s Tale

Col senno di poi, avremmo dovuto sapere che June di The Handmaid’s Tale potrebbe aver preso i alla lettera la frase “distruggi il patriarcato”.

the handmaid's tale intervista elisabeth moss

Nel finale della stagione 4, il personaggio di Elisabeth Moss – infuriata dopo aver appreso che l’uomo che l’ha violentata ripetutamente sarebbe stato liberato – ha organizzato un gruppo di sue ex ancelle per inseguire e poi picchiare a morte Fred Waterford nei boschi. Le donne hanno poi appeso il cadavere di Fred a un muro, ricordando il modo in cui vengono eliminati i ribelli a Gilead, e hanno dipinto con lo spray la frase “Nolite te bastardes carborundorum” sotto di lui. 

“Nel momento in cui si scusa [al centro di detenzione], non se ne andrà”, dice Moss a TVLine con assoluta certezza. 

Continua a leggere mentre elisabeth moss ci guida attraverso l’intenso episodio.

TVLINE | June ne ha passate tante in questa stagione, e prima hai detto che senti che raggiungerà la sua forma finale entro la fine di questo episodio. Parlami di questo.
Negli epsiodi 7,8,9 e 10, sta cercando di capire chi è ora, dopo Galaad, e dove si inserisce e dove può aiutare o fare il maggior danno a Gilead. È un po’ alla deriva e non sa davvero dove sia il suo posto. Non va d’accordo con Luke. Non si sente d’accordo con Moira. Sta davvero cercando di capirlo. Lei prova queste cose diverse, e niente funziona. Penso che l’episodio 10 la porti davvero in un posto in cui capisce chi è e capisce che tipo di guerriera dovrà essere e il tipo di madre che dovrà essere. Potrebbe non essere la tua mamma normale. Potrebbe non svegliarsi e fare i pancake ogni mattina. 

Ma penso che finisca in un posto in cui diventa la donna che sarà per il resto della sua vita. Diventa una persona la cui priorità è creare un futuro migliore per i suoi figli, per le sue figlie. Potrebbe esserci più di un modo per farlo. C’è un modo per farlo che è il modo che Luke vuole e c’è il modo per farlo che alla fine vuole June.

the handmaid's tale intervista elisabeth moss

TVLINE |Parliamo un attimo di Luke. In macchina, June gli dice che vuole mettere Fred al muro, e lui non sembra pensare che sia seria, ma sembra anche un po’ spaventato. Pensi che questa sia la prima volta che ha seriamente paura di quello che potrebbe fare?
Penso che sia qualcosa che sta costruendo. Ci sono state alcune volte in cui ha sentito di non conoscerla e che non era la persona che ha sposato, e sta cercando di trovare sua moglie, ma non riesce a trovarla in questa nuova persona. E non penso che sia stupido; lui lo capisce. Capisce perché. 

Non è cieco in questo. Ecco perché, alla fine, nell’episodio 9, dice: “Voglio che tu vada a vedere Nick” e presenta questo test, in un certo senso, per lei. Sta arrivando al fatto che non riprenderà sua moglie, quindi dice: “Va bene, possiamo almeno riavere nostra figlia”. Ha messo Hannah davanti a loro, e questo in un certo senso spezza il cuore di June, ma sa anche che è la realtà. Si sente molto diversa su Nick rispetto a Luke. Nick è la persona che capisce chi è adesso, che capisce cosa ha passato,

TVLINE | In quella scena finale nell’asilo, pensi che Luke pensi di averla persa, che abbiano superato un punto di non ritorno?
Sì lo faccio. Penso che l’abbia fatto. Riconosce – e ciò che lo spezza in quella scena – è il fatto che lei abbia scelto qualcos’altro oltre a stare lì con lui e Nichole. Resta da vedere quale sarà la sua reazione a questo e se lo capirà o meno. Ma penso che in quel momento, sì, lui pensa che lei non li abbia scelti. 

Ora, dal punto di vista di June, conosce la lotta che è nelle loro mani, può combattere solo in questo modo. Chiaramente, ha reso quella testimonianza alla Corte Penale Internazionale e non ha fatto nulla. Questa terapia di gruppo non sta facendo nulla. Ed infine Fred se la caverà. E lei non può permettere che accada.

TVLINE | Mi ha colpito per tutta la stagione quanta responsabilità personale si assuma per quelle cose che non funzionano, come quando lei e Luke si sono riuniti e le sue prime parole a lui sono state una scusa per non essere stata in grado di liberare anche Hannah. Queste cose sono fuori dal suo controllo!
Ma poi di nuovo, c’è un argomento per, beh, qualcuno deve uscire e farlo. Qualcuno deve davvero abbattere Gilead. Qualcuno deve davvero far pagare a queste persone quello che hanno fatto a queste donne, queste famiglie e questi bambini. June non è il tipo di persona che sta a guardare e lascia che qualcun altro lo faccia. Chi lo farà? Chi vincerà questa guerra, se non sono le persone che sono disposte a entrare davvero lì e vincere la guerra?

the handmaid's tale intervista elisabeth moss

TVLINE | Quando ho parlato con il produttore esecutivo Bruce Miller, ha detto che solo in questo episodio June si renderà conto che sta per uccidere Fred . Nella tua mente, cos’è che è diventato reale per June, che può eliminare Fred con i suoi mezzi e con il suo stesso esercito.
Quando hanno quella scena insieme e lui si scusa con lei, quello è il momento in cui lei lo sa. Non sa ancora come lo farà, ma quello è il momento in cui sa che dovrà fare qualcosa, e dovrà farlo da sola. Come dice quando sale in macchina: “Lo metterò al muro”. Lei va da lui in quella scena perché sta cercando di capire cosa fare. E sta cercando di capire chi è. E lui le dice in quella scena chi è. Lui chiarisce, per lei, tutto. Con le sue scuse, firma la sua condanna a morte. 

L’idea per lei che quest’uomo possa capire cosa ha fatto al punto da sentirsi in colpa per questo o sentirsi come se potesse scusarsi è molto peggio del fatto che lui sia un sociopatico o che abbia personalità multiple o che abbia qualche ragione che potrebbe in qualche modo spiega perché ha fatto quello che ha fatto a lei. Ma il fatto che provi rimorso lo rende umano, il che significa che sapeva cosa stava facendo. E così è. Questa è la fine per lui.

TVLINE | uff.
Lo so. È così buona! È così intenso! [Ride]

TVLINE | Mi è passato per la mente quando June ha lasciato correre Fred nel bosco: nella sua testa ha mai pensato che potesse sfuggire a lei e alle altre ancelle?
No. Non sta scappando. Non sta scappando! Nel momento in cui si scusa, non se ne andrà. Questo è tutto! E penso che lei ride quando piange e poi ride e dice “Non avrei mai pensato di sentirti dire una cosa del genere”, quello che amo di quel momento è che stanno succedendo così tante cose. In realtà è così grata che lui le abbia dato la risposta a ciò che deve fare.

Unitevi alla nostra community su Facebook per parlare con noi e con altri amanti delle serie TV !! Vi aspettiamo numerosi

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

You cannot copy content of this page