“The Handmaid’s Tale” tutto quello che c’è da sapere sulla seconda stagione

Reading Time: 6 minutes

Torneremo a Galaad, molto presto.

Avviso: questo articolo contiene spoiler per della prima stagione

Buone notizie, per i fan di The Handmaid’s Tale . La serie vincitrice del Golden Globe ed Emmy di Hulu / Channel 4 che ha conquistato il mondo sta ufficialmente tornatando per una seconda stagione.

E, secondo la stella Elisabeth Moss in un’intervista con The Pool , “anche la seconda stagione sarà brutta, davvero buia – andrà a peggiorare”.

Uh … evviva?

Vuoi scoprire cos’altro c’è in serbo per le donne in rosso e blu?

Allora mettiti comodo e tranquillo e leggi cosa ci aspetta nella seconda stagione!!

Data di rilascio della stagione 2 di Handmaid’s Tale: Quando andrà in onda?

Hulu ha confermato che The Handmaid’s Tale tornerà a Hulu nell’aprile 2018.

Cast della serie 2 di Handmaid’s Tale: Chi ci sarà?

In breve, tutti. Così come alcune nuove aggiunte molto gradite.

Ovviamente tornerà Elisabeth Moss nei panni di Offred e Alexis Bledel ha confermato che arriverà come Ofglen, nonostante la sua inclinazione a decapitare i soldati di Galaad. E ad unirsi al cast questa stagione sarà la star di Veep Clea DuVall.

L’attrice è apparsa accanto a Moss in precedenza in Girl, Interrupted e il duo si unirà per un altro tour de force di letteratura femminista.

Secondo The Hollywood Reporter, Clea si unisce alla serie e sarà la moglie di Ofglen (Bledel) Sylvia in un ruolo da guest star.

Hanno anche confermato il ritorno di Moira (Samira Wiley) e della tragicamente sfortunata Janine (Madeline Brewer) dopo che le sue amiche ancelle hanno lasciato cadere le loro pietre nel finale di stagione.

Luke (OT Fagbenle), i Waterfords e Nick (Max Minghella), pesantemente sopraccigliato ma mai inespressivo, saranno anche loro presenti per la stagione 2.

Ugualmente, ci aspettiamo il ritorno di June e la figlia di Luke, Hannah e la malvagia zia Lydia, perché quella donna è uno scarafaggio e probabilmente non morirà mai.

La trama della 2° stagione di Handmaid’s Tale: Cosa succederà?
La scena d’apertura sarà MOLTO inaspettata.

In vista della seconda stagione, Elizabeth Moss ha stuzzicato i fan promettendo loro che non indovineranno la scena d’apertura del primo episodio .

“Non cercare di indovinare cosa succede in quella prima scena dell’episodio uno nella seconda stagione”, ha detto Moss alla TV Guide . “Non lo capirai mai, e lo intendo oggettivamente come spettatore, non lo indovinerai e lo amo così tanto.”

Aspettatevi grandi shock e scene bizzarre, come Offred essere i migliori amici di Serena Joy o anche un viaggio nelle colonie.

Stiamo sicuramente andando a vedere le colonie.

Mentre sono menzionate solo nel romanzo e nella prima serie, le colonie – dove donne sterili e oppositori di Gilead vengono mandate a ripulire rifiuti tossici – saranno sicuramente esplorate nella seconda stagione, come lo showrunner Bruce Miller ha confermato a Deadline .

Offred diventerà “ribelle”.

Buone notizie, fan Offred. Lo showrunner Bruce Miller ha confermato che The Handmaid’s Tale sarà ancora incentrato su Offred e, questa volta, è molto più cattiva.

“La seconda stagione è ciò che accade dopo essere diventato un po ‘ribelle”, ha detto Miller a EW . “Le cose che stai vedendo fiorire in Offred non se ne andranno, il suo spirito di ribellione e la sua marcia prudente lontano dall’essere un’ancella ben educata e fare qualche problema è dove sta andando la stagione”.

Sia lode

Potrebbe esserci una retrospettiva di zia Lydia.

Miller ha anche confermato che uno dei più brillanti e brutali cattivi della serie, Aunt Lydia (Ann Dowd), potrebbe avere una sua storia personale.

“La zia Lydia è uno dei miei personaggi più affascinanti”, ha detto al New York Times . “Vorremmo esplorare la sua storia, e come sono le vite delle zie”.

La mamma di Offred sarà menzionata e potrebbe anche apparire.

Nel libro, Offred si riferisce a sua madre più volte, in seguito apprendendo che è stata mandata nelle colonie.

Tuttavia, nel telefilm, viene menzionata solo di sfuggita, quando apprendiamo che ha orchestrato Offred e Luke, il tentativo di fuga da Boston, dando ai fan la ragione per pensare che la sua storia sarebbe stata inclusa nella seconda stagione dello show. E avevano ragione, come lo showrunner Bruce Miller ha ora confermato che la madre di Offred farà parte della seconda stagione e anche oltre, con un interesse per il suo marchio di femminismo in particolare.

“Abbiamo pensato molto a lei”, ha detto a THR . “È una storia che vogliamo raccontare – era uno dei personaggi più memorabili.”

Qualcun altro pensa che un gruppo di resistenza composto principalmente da donne anziane / in menopausa e guidato dalla mamma di Offred sarebbe fantastico?

Vedendo come Ofglen (Alexis Bledel) tornerà e Moira (Samira Wiley) è tornata a bordo con la ribellione e da Jezebel, è probabile che scopriremo di più su tutti i gruppi di resistenza, incluso Mayday, la prossima stagione.

Questa teoria è stata supportata anche da Elisabeth Moss, che in precedenza ha lasciato intendere che la seconda manche aiuterà a ricucire l’enorme “gap” tra il finale e l’epilogo di Cliffhanger (che descrive l’eventuale caduta di Gilead nelle mani di un gruppo di resistenza).

Il destino di altri paesi sarà esplorato.

Nella prima stagione di The Handmaid’s Tale , abbiamo intravisto la vita post-Gilead in Canada e Messico, con i canadesi in prima linea nella resistenza, mentre il Messico stava cercando di scambiare con Gilead alcuni di loro.

Tuttavia, sembra che avremo una visione ancora più ampia di cosa diavolo sta succedendo in altri paesi in tutto il mondo questa volta, come lo showrunner Bruce Miller ha detto che la seconda stagione “si espanderà sul mondo creato da Margaret Atwood”. E diciamocelo non vediamo l’ora di scoprire che cosa succede nel resto del mondo!!!

Verrà affrontato anche il problema della razza.

Nel romanzo di Atwood, Gilead è una società patriarcale che adorava i bianchi, un dettaglio che era assolutamente assente nella prima stagione. Tuttavia, sembra che tutto cambierà la prossima stagione, visto che finalmente la questione della razza viene alla ribalta .

“Sono stato affascinato dalle conversazioni sulla razza”, ha rivelato lo showrunner Bruce Miller .

“Le conversazioni riflessive online hanno davvero ispirato molte conversazioni riflessive nella stanza degli scrittori su questo argomento e ne approfittiamo [nella seconda stagione].”

Episodi della stagione 2 di The Handmaid’s Tale: Quanto durerà?

La prima stagione di The Handmaid’s Tale comprende 10 episodi. Tuttavia, la stagione 2 avrà in realtà una corsa più estesa e avrà 13 episodi.

Questo è più simile.

Gli scrittori della stagione 2 di Handmaid’s Tale: Chi c’è a bordo?

Il produttore Bruce Miller tornerà la prossima stagione, così come Margaret Atwood, in un ruolo più coinvolto.

“Penso che sarà più coinvolgente nella seconda stagione, perché saremo in territori inesplorati, quindi più invenzioni dovranno avvenire”, ha detto a Entertainment Weekly .

The Handmaid’s Tale season 2: Chi dirigerà?

Il produttore Exec Reed Morano tornerà per dirigere il primo episodio della seconda stagione, ma chi altro?

Bene, in base a questa stagione, i possibili registi di ritorno potrebbero essere Mike Barker, Floria Sigismondi, Kate Dennis e Kari Skogland.

Tuttavia, dato lo spettacolo è un grande successo, possiamo anche ottenere la Patty Jenkins di Wonder Women.

Come sempre vi ricordo di continuare a seguirci sulla nostra pagina Facebook Showteller – Desperate Series Addicted e sulle nostre pagine affiliate Empire State of Mind, Tutta colpa delle serie TV e Serie Tv News

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

You cannot copy content of this page