The Good Fight 2 x 05 “Day 436” Recensione

Reading Time: 5 minutes

The Good Fight ha finalmente affrontato il tema del movimento #MeToo nell’episodio di questa domenica, il che non sorprende. L’ondata di orribili accuse di cattiva condotta sessuale contro le celebrità e altre figure pubbliche negli ultimi mesi sembrava che stesse aspettando che Robert e Michelle King lo affrontassero, e non hanno deluso le nostre aspettative. In effetti, l’episodio ha superato le aspettative perché non solo ha toccato la questione dall’angolo più ovvio – una celebrità accusata di violenza sessuale – ha anche sfruttato l’opportunità per esplorare n modi più sottili e insidiosi in cui i comportamenti e i capricci degli uomini possono influire negativamente sulle donne.

Quando l’episodio è inizio, Diane sta stoicamente facendo zapping a letto, provando e fallendo nel trovare qualche programmazione non correlata a Trump. Onestamente, questa potrebbe essere la cosa più simile che abbia mai visto Diane fare in questa serie fino ad ora perché la stanchezza di Trump è reale. Fortunatamente per lei, Adrian le offre una tregua con un nuovo caso: un’amata star cinematografica, Kip Dunning, sta minacciando di citare in giudizio la rete rappresentata dallo studio legale se pubblica un servizio televisivo su presunte accuse di violenza sessuale contro di lui. L’orologio ticchetta mentre Diane e Adrian si incontrano con l’avvocato dell’attore, Burl Preston (F. Murray Abraham, riprende il suo ruolo da The Good Wife), e difendono la storia contro le accuse di diffamazione.

“Day 436” ricorda molto The Good Wife l’episodio intitolato “Trattamento VIP.” In quella puntata, Alicia, Will e Diane corrono contro il tempo per decidere se accettare il caso di un massaggiatore che sta accusando un eminente democratico di cattiva condotta sessuale indesiderata. Sono costretti a indagare sulla vittima per vedere se la sua storia resiste, cosa che disgusta Diane, che odia dover mettere in discussione l’integrità di una vittima d’abuso. In “Day 436”, Diane e lo studio hanno già accettato il caso della rete, ma devono ancora analizzare la storia e interrogare le due accusatrici, uno delle quale sceglie di rimanere anonima, per assicurarsi che l’assalto sia reale e non un tentativo di estrema destra di far cadere un attore liberale. Inoltre, entrambi gli episodi hanno un sentimento di episodio che corre contro il tempo, poiché la maggior parte dell’azione ha luogo nello studio legale. “Day 436” fa anche riferimento a “Trattamento VIP” quando Diane scopre che un cliente ha ucciso Wilk Hobson (Frederick Weller), il pazzo, untuoso avvocato al quale Will aveva dato un pugno in quell’episodio.

Mentre lo studio decompone la storia della rete, Adrian è anche costretto a confrontarsi con il suo passato e valutare se ha agito in modo ingiusto quando era docente ospite in una scuola di legge. Si scopre che Naomi, la giornalista che ha riferito dell’esposizione, era uno dei suoi studenti; tuttavia, ha rinunciato a diventare un avvocato perché il trattamento favorevole di Adrian per Liz Reddick, la sua futura ex moglie, ha rotto il suo spirito.

“Hai passato l’intera classe soffocando Liz con affetto, e ho capito, hai avuto una cotta”, dice Naomi. “Ma c’erano molte donne in quella classe che erano intelligenti e capaci, e hanno lasciato il minore.”

È una scena potente e una trama perché si tuffa a testa in avanti nella scomoda zona grigia dell’attuale conversazione sulle molestie sessuali e la disuguaglianza di genere sul posto di lavoro, e offre un affascinante parallelo con il caso. Kip Dunning è un uomo potente che ha consapevolmente usato il suo status per commettere crimini contro le donne. Anche Adrian è potente, ma qui non è a conoscenza dei modi in cui i suoi desideri potrebbero portarlo a usare involontariamente il suo potere in modo negativo, dal momento che ha avuto il privilegio di non dover mai davvero pensarci. Adrian trascorre la maggior parte dell’episodio cercando di convincere Naomi, ma soprattutto se stesso, che non ha fatto nulla di sbagliato, ma quell’illusione è quasi distrutta quando Liz sottolinea che ha davvero mostrato il suo favoritismo perché voleva dormire con lei. Adrian potrebbe non averlo notato, ma tutti gli altri lo hanno fatto. The Good Fight non tenta di dare risposte facili alla storia di Adrian. Alla fine dell’episodio, dice a Naomi che ha assunto Liz per lo stage a causa del suo prestigioso cognome.

Il caso della settimana, tuttavia, termina con una nota più definitiva. Mentre Diane e il suo team continuano a lavorare sul caso, devono anche indagare sul consulente interno della rete, Carter, che li tiene sotto controllo nella riunione. Alla fine, scoprono che Carter stava cercando di fermare la messa in onda perché aveva scritto un film e voleva che Kip ci recitasse. La svolta non è terribilmente convincente, ma questa è una piccola lamentela. Il presidente della rete caccia Carter e decide di mandare in onda l’inchiesta. Preston risponde con una causa per diffamazione e l’azienda è più che disposta a portarlo in tribunale, credendo che la storia regga.

Mentre tutto questo sta accadendo in azienda, Maia e Lucca vanno in giro con la polizia di Chicago. In un certo senso, Maia ha la notte più eccitante. Comincia con un inseguimento in macchina, e da lì Maia si riunisce brevemente con una donna che è stata in prigione con lei e raccoglie il video dei due poliziotti che sono inutilmente violenti con un uomo di colore. Quando lei e la polizia incappano in un cadavere, lei cattura il video dei due poliziotti che portano via gioielli dal luogo del defunto, e lei crede che questo sia un segno che sono sporchi. Tuttavia, si scopre che la vittima era un poliziotto in pensione e stavano prendendo i gioielli per nasconderlo a sua moglie perché i gioielli erano per un’altra donna, e non volevano rovinare il ricordo della moglie di lui.

La nottata di Lucca non include nessun cadavere, ma è anch’essa movimentata. I poliziotti arrestano la madre di Colin, Francesca (la sempre deliziosa Andrea Martin), alla guida ubriaca. Lucca chiama Colin e porta i due amanti a riunirsi nel distretto. Dopo aver passato del tempo con sua madre tutta la notte, Lucca decide di raccontare a Colin della gravidanza. È ovviamente stordito, ma determinato a fare un passo avanti. Chiede impulsivamente a Lucca di sposarlo, ma Lucca rifiuta la sua proposta.


Vi lascio il promo della puntata della prossima settimana!!

Come sempre vi ricordo di continuare a seguirci sulla nostra pagina Facebook Showteller – Desperate Series Addicted e sulla pagina dedicata a The Good Fight Italia
E sulle nostre pagine affiliate Serie Tv News, Tutta colpa delle serie TV e Empire State of Mind

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

You cannot copy content of this page