The Crown – La terza stagione, tutto quello che sappiamo

Reading Time: 3 minutes

La terza stagione continuerà dal 1964, coprendo i due periodi di Harold Wilson come primo ministro fino al 1976, mentre la quarta stagione comprenderà la premiership di Margaret Thatcher e introdurrà Camilla Parker Bowen.
Al BFI & Radio Times Television Festival nell’aprile del 2018, la produttrice Suzanne Mackie ha rivelato che Camilla Shand, che diventerà la seconda moglie del principe Carlo e la duchessa di Cornovaglia, sarà presentata nella terza stagione. Sarà interpretata dalla star di “Call the Midwife” Emerald Fennell, confermato da Netflix a fine ottobre 2018, e abbiamo avuto il nostro primo sguardo alla futura Duchessa di Cornovaglia a gennaio, quando sono emerse le foto del set.

Le prime uscite tra Camilla e Charles risalgono ai primi anni ’70, il che si adatta certamente alla cronologia della terza stagione; non vediamo l’ora di vedere cosa fa Morgan con la loro storia di relazioni piuttosto scandalosa.
“Sono assolutamente elettrizzata e sono completamente terrorizzata”, dice Fennell a proposito del suo casting. “Per unirsi a così tante persone di grande talento su The Crown. Amo assolutamente Camilla, e sono molto grato che la mia adolescenza mi abbia ben preparato per interpretare un personaggio così importante”.
Ha anche detto a Vanity Fair, che è stato ” liberatorio” interpretare Camilla come una giovane donna, data la mancanza di informazioni conosciute sulla sua prima vita. “La cosa strana di Camilla Parker Bowles, c’è molto, molto poco di lei come giovane donna, il che è abbastanza liberatorio.” Ha continuato: “Significa che sono riuscita a capirla piuttosto che a imitarla”.
Il nipote di Camilla, Ben Elliot, ha recentemente detto a Vanity Fair che la duchessa ha confessato privatamente di guardare e godersi il programma. Detto questo, “non vedeva l’ora di vedere i pezzi a venire”, la sua introduzione alla serie.

Mentre precedentemente era stato segnalatoche Diana avrebbe fatto un’apparizione “verso la fine della terza stagione”, il direttore del casting Nina Gold ha confermato che non sarà presente fino alla quarta stagione. “Diana non è in questa stagione”, ha detto Gold a Vanity Fair. “Quando arriveremo a lei, sarà molto interessante“. Ogni volta che si presenta nella serie, la defunta principessa del Galles sarà interpretata dalla relativa esordiente Emma Corrin.

COS’ALTRO SUCCEDERÀ NELLA TERZA STAGIONE?
Tra i momenti più importanti ci saranno la corsa allo spazio e l’atterraggio sulla luna, la visita di stato della regina nel 1972 in Francia, le Olimpiadi di Montreal del 1976 e la vittoria iconica dell’Inghilterra nella Coppa del Mondo del 1966. La timeline coprirà “L’era Wilson”: La seconda stagione ha portato la famiglia reale fino al 1964, e se Morgan mantiene la sua struttura cronologica, la terza stagione riprenderà proprio da dove la storia si è interrotta (anche se si parla di un salto temporale). Per il Sunday Times, la stagione si svolgerà nell'”era Wilson”, riferendosi ad Harold Wilson, il primo ministro dal 1964 al 1970 e dal 1974 al 1976. Variety ha riferito che la terza stagione andrà dal 1964 al 1976, e una dichiarazione dei produttori ha confermato che andrà dal 1963-1977.
In un’intervista con Vanity Fair, Colman ha anticipato alcuni punti della trama, e ha anche rivelato che il dramma del matrimonio di Elizabeth con Philip si è un po’ calmato. “Penso che siano entrati in una fase molto più stabile negli anni Sessanta. Sono più vecchi, più maturi”, ha detto.
Ma questo non significa che Philip non stia ancora mettendo in discussione la sua identità. “Vediamo un episodio in cui colpisce varie domande sulla crisi di mezza età, e Peter [Morgan, scrittore e showrunner] lo ha inquadrato intorno all’atterraggio sulla luna, di cui Philip diventa molto ossessionato”, ha detto Menzies in un’intervista a EW.
Gli fa pensare a “Che cosa ho fatto della mia vita”, quando vede in questi uomini questa sorta di apogeo dell’eroismo. Una parte di lui dice: “Questo è quello che avrei potuto essere, se non avessi scelto questa strada, se non avessi sposato questa persona, se non fossi diventato chi sono diventato”, cosa che non è mai stata la sua intenzione, di essere questo tipo di funzionario”.
La Colman ha anche condiviso che il rapporto della regina con sua sorella è anche meno tempestoso negli episodi futuri.
“Devono arrivare alle urla, ma sono gli unici che si conoscono così bene e di cui ci si può fidare l’uno dell’altro”, afferma la Colman. “[Elizabeth e Margaret] facevano tutto insieme da bambine: venivano impartite lezioni nella stessa stanza, dormivano nella stessa stanza, tutto. Hanno visto il mondo dalle stesse finestre. Poi sono state costrette in queste posizioni che non volevano davvero.”.



Pubblicato da Anto

La mia iniziazione nel mondo delle serie tv l'ho avuta a quattro anni quando la televisione era ancora in 4:3 e trasmettevano settimanalmente gli episodi di Streghe. Grazie alle serie tv e ai libri ho capito davvero cosa significhi sognare per davvero!

You cannot copy content of this page