La puntata di Riverdale di questa settimana si è concentrata sulla terribile storia della nostra amata città piena di drammi.

È il Pickens Day, un momento in cui la città si riunisce e celebra la sua ricca storia del generale Pickens, impiegato da Grandpappy Blossom e sostanzialmente Riverdale. Pickens non era un uomo da celebrare e in realtà era un massacratore che ha ucciso e sterminato gli abitanti nativi di Riverdale, la tribù Uktena. Non lo sapevano, cioè, finché Jughead non ha scritto un articolo, dopo aver intervistato il nonno di Toni, sul passato scioccante di Riverdale.

Ma in questa recensione voglio concentrarmi su alcuni fatti in particolare e fondamentali.

Veronica si riprende le Pussycats. (Eh si è proprio il caso di dire così)

Veronica, che vuole ancora essere la miglior figlia di sempre, continua a lavorare dietro le quinte  proprio come mamma e papà. È persino stata invitata alle loro riunioni clandestine per “unire” il Nord e il Sud, nel tentativo di rendere il progetto SoDale accettabile dalla città. Ma io mi domando perché al sindaco McCoy, lo sceriffo Keller e Fred Andrews sta bene fare una riunione della città con un adolescente presente al loro incontro?

Ma Veronica è una Lodge dopotutto, essere maliziosa è nel suo sangue. Più tardi, la McCoy fa ombra a Veronica e al comportamento meno che dignitoso della sua famiglia, rifiutandosi di permettere a Josie di riunirsi e cantare al festival di Pickens con le sue amate Pussycats. Invece al festival, Veronica canta con le Pussycats, “Union of the Snake” dei Duran Duran. La loro copertura è buona, ma non abbastanza per Jughead e la sua banda di Serpenti per fermare le loro proteste. Scusa V. Le avrai la prossima volta, magari con una cover di “Do not Stop Believing” che ha sempre funzionato alle mie danze della scuola media per convincere la gente a venire insieme.

Archie cambia sport ma il wrestling forse non è per lui.

Nel frattempo Hiram Lodge si sta prendendo una pausa dalla ristrutturazione della città e sta progettando di fare il prepotente con Archie. Archie, che lavora ancora con l’abbozzante agente dell’FBI, chiede a Ronnie un nuovo approccio per entrare nelle grazie di suo padre, che è apparentemente attraverso, rullo di tamburi, il wrestling. E Ronnie spiega che il suo caro papà era una volta il capitano della squadra di wrestling di Riverdale.

E ora capiamo tutti la storia originaria dell’aggressione di Hiram. I provini di Archie sono prevedibilmente terribili e Hiram non può fare a meno di vantarsi di quanto Archie faccia schifo e non vincerà mai, come se fosse del tutto normale che gareggi con un adolescente per l’affetto di sua figlia. Cresci Mr. Lodge, vai a cercare qualcuno della tua età da scegliere. Nessuno di loro usa il proprio ingegno meglio dell’altro, mostrando invece solo il proprio predominio sul tappeto e attraverso l’atletica. Archie alla fine si dimostra all’altezza mandando al tappeto Chuck Clayton.

Apparentemente l’animosità di Hiram nei confronti di Archie andava al di là del suo amore per Veronica, poiché in seguito avrebbe invitato Archie nella rete della famiglia Lodge.

Chic il Cam Boy

Nella Cooper House, Chic che è appena arrivato lotta per adattarsi al Cooper Lifestyle. Hal non rende tutto più semplice menzionando Polly ogni cinque minuti e dicendo a Chic che è lì solo per riempire un vuoto. Accetteremo solo il fatto che Hal si strugga per la perdita di Polly, quando lui e Alice l’hanno spedita via pochi mesi fa? Dovrebbe esserci di più in questa animosità diretta verso Chic, forse, sospetta che Chic non sia suo figlio ma bensì figlio del precedente fidanzato del liceo di Alice? Sarà mica il figlio di FP?

Kevin informa Betty che ha riconosciuto il suo nuovo fratello dal web. Risulta che Chic è un “cybertrick”, altrimenti noto come Cam Boy. Piuttosto che entrare in modalità Mamma, Betty chiede a Chic dei suoi affari. Sa che Chic possiede un’oscurità come lei e vuole trovare un modo per gestirlo. Chic spiega di essere riuscito a scappare dall’oscurità grazie alla cam e spiega a Betty come fare. Qual è lo scopo finale di Chic? Sta davvero cercando di legare con Betty o si tratta di sabotare la sua esistenza “sicura”? Onestamente, nonostante quanto potrà essere terribile, sono entusiasta del ritorno di Dark Betty.

Il generale Pickens

Ora torniamo al Pickens Day, Jughead intervista il nonno di Toni sulla storia di Riverdale e scopre il suo passato oscuro. La reazione sconvolta di Jughead dopo che suo nonno spiega che Pickens ha ucciso più di quattrocento nativi, Toni dice giustamente che la storia di Riverdale è stata cancellata dal bianco. Cosa vuoi dire Jason Blossom non è stato il primo? No, era solo il primo a cui la città importava. Con Toni, Jughead e i Southsiders conducono una protesta al Pickens Day Festival. Purtroppo la loro protesta  si spegne velocemente. La vendetta di Jughead contro i North Sidemakes ha senso, ma non può riscrivere la sua storia di essere un North Sider adottato per mezzo di Betty e Archie. A proposito, quando si riunirà con Archie? 

Vi lascio il trailer della puntata della prossima settimana.

Come sempre vi ricordo di continuare a seguirci sulla nostra pagina Facebook Showteller – Desperate Series Addicted e sulla pagina dedicata a Riverdale – Italia

E ovviamente sulle altre nostre pagine affiliate Serie Tv News, Empire State of Mind e Tutta colpa delle serie TV

La puntata di questa settimana di Riverdale si divide in tre parti differenti che si intersecano l’una con l’altra.

La puntata inizia con una lettera da parte di Black Hood con una semplice richiesta, almeno secondo lui e soprattutto secondo i cittadini di Riverdale, di non essere peccatori per le prossime 48 ore.
La prima parte della puntata ci mostra la coppia Jughead e Archie.
Jughead riceve una telefonata da parte dell’avvocato dei Serpent, alla quale lui si era rivolto in passato per aiutare il padre FP. Ovviamente il favore che gli chiede l’avvocato è qualcosa che va contro la legge e questo lui lo sa bene.
Per farsi aiutare Jughead chiede aiuto al suo amico più fidato Archie e nell’avventura che percorrono per portare una misteriosa cassa da Riverdale a Greendale ne succedono di tutti i colori. In primis gli si buca una ruota e mentre discutono sul da farsi sbuca un camion con al suo interno un uomo misterioso e losco. Ovviamente Jughead va con lui perché deve portare a termine la sua “missione”. Questa prima parte si conclude con i due amici che si trovano al Pop e che discutono della mirabolica serata.

La seconda parte della puntata ha come protagonista: Josie
La sua parte inizia con lei che canta e l’addetto delle pulizie che gli dice che è tardi e che dovrebbe andare a casa. Quando fa per uscire dalla scuola sente che qualcuno la osserva ma non vede nessuno. La mattina dopo è insieme con la sua nuova amica Cheryl, all’interno del suo armadietto scopriamo che è ormai da un po’ di giorni che gli arrivano regali e altro, scopriremo poi che a mandarli è Chuck Clayton, che ci ricordiamo tutti chi è. Dopo mille vicissitudini inquietanti Josie trova un ultimo regalo non molto carino insieme ad un disegno, che poi scopriremo che è stato messo tutto in piedi da Cheryl. Ritroviamo le due amiche anche loro da Pop dopo due giornata da dimenticare.

Ed infine non potevano di certo mancare loro: Betty e Veronica.
La loro parte è fin troppo esilarante per certi versi. Inizia che incontrano il povero e indifeso Kevin che è preoccupato per suo padre da quando il Black Hood sta commettendo tutti questi omicidi e minaccia di continuo i cittadini di Riverdale, soprattutto perché tutte le notti esce e lui non sappia che cosa combini il padre.
Le due amiche ne parlano privatamente al giornale e ovviamente Betty salta fuori che lo sceriffo Keller è Black Hood, mentre Veronica pensa più terra terra e le dice guarda che sicuramente avrà un amante.
Dopo che Betty si intrufola in casa dello sceriffo per cercare le prove della sua teoria alla fine una notte lei e Veronica lo seguono e scopriamo che in realtà ha una relazione con il sindaco McCoy. Ritroviamo anche loro al Pop’s che discutono delle loro due giornate e di come fare per dire a Kevin di suo padre e il sindaco.

La puntata finisce che c’è il telefono del Pop’s che squilla e Pop risponde e finita la telefonata riferisce che era Black Hood che informava tutti quanti che la prova non era stata superata e che dovranno aspettarsi delle conseguenze.

Vi lascio qui sotto i trailer della prossima settimana. Buona Visione!!

Alla settimana prossima con la nuova recensione!!

Come sempre vi ricordo di passare nella nostra pagina Facebook Showteller – Desperate Series Addicted e nelle nostre pagine affiliate Tutta colpa delle serie TV e Serie Tv News. Ed inoltre passate dai nostri amici di Riverdale – Italia  per restare sempre aggiornati!!