Riverdale 3 x 07 “Chapter Forty-Two: The Man in Black” Recensione

Reading Time: 4 minutes

“The Man in Black” inizia con una title card per Archie e Jughead, il che significa che questo episodio si divide in storie di personaggi! Questi tipi di storie divise non sono comuni a Riverdale, ma nell’episodio Tales From the Darkside della scorsa stagione hanno fatto lo stesso e sono diventati uno dei migliori episodi della stagione, quindi forse questo stile narrativo è quello che potrebbe far volare alto Riverdale se lo usasse un po’ più spesso!!

Continuano a girovagare per la strada con Archie che suggerisce a Jughead di tornare a vedere che fine abbia fatto Betty, ma riescono a trovare un fienile dove faranno irruzione durante la notte. Mentre entrano nel cortile,  vengono fermati da due ragazze che hanno dei fucili in mano, Laurie e Gracie, che offrono loro cibo e acqua. Si accampano nella stalla, con Archie che flirta con Laurie, ma Jughead gli dice di restare in missione. Questo ovviamente non dura a lungo mentre Jughead si sveglia e si avvicina verso un Archie senza camicia che sposta le balle di fieno per le ragazze. Jughead decide di andare in città e fare delle foto prima che riprendano il loro cammino.

Cammina per le strade deserte, fotografando strani simboli G & G che adornano gli edifici della città. Si avvicina a una donna anziana e le chiede dello stato della città, che incolpa della Fizzle Rocks che è stata recentemente riportata alla ribalta. Jughead trova una grande immagine del re dei Gargoyle su un edificio prima di imbattersi in un gruppo di ragazze che giocano a G & G. Gli danno informazioni preziose sul perché gli uomini sono scomparsi: Hiram ha portato Fizzle Rocks in città e ha mandato via gli uomini per costruire la sua prigione, che funge anche da laboratorio per la droga.

Nel frattempo, alla fattoria, Laurie dà a Archie una rapida rasatura e qualche bacio, ma si ferma, spiega il suo passato complicato e rivela il suo vero nome. Lei gli offre del cibo, ma poi lo mette fuori combattimento. Jughead ritorna alla fattoria per vedere Hiram arrivare e agire velocemente per liberare Archie. Certo che Archie vuole combattere e uccidere Hiram qui e ora, ma Jughead dice che sono poco preparati e hanno bisogno di più tempo. Usa Veronica contro Archie per convincerlo a fuggire e riescono a scappare nel momento giusto. Jughead decide che il posto migliore per loro è con sua madre.

Avanti con la trama e la storia di Veronica! Sta preparando in fretta le sue cose mentre progetta di andarsene per sempre dal Pembrooke perché lo sceriffo Minetta è scomparso convenientemente dopo aver trovato prove contro di lui. Arriva allo Speakeasy per sistemare un letto di fortuna in una delle poltrone del bar e arriva da Pop per il suo turno prima ancora di lui. Veronica è preoccupata per i clienti fissi che hanno al locale e che non le fanno guadagnare molto,  quindi crea un casinò di una notte per guadagnare qualche soldo con l’aiuto di Elio.

Hiram arriva da Pop per confrontarsi con Veronica sull’aver lasciato il Pembrooke e la sua notte da casinò piena di criminali. È arrabbiato perché non è andata da lui per un consiglio, ma incolpa Hiram per aver costretto Archie a fuggire e gli dice di andarsene. Quella notte il
Pembrooke sta esplodendo, ma Elio la sta ripulendo e li farà fallire. Piuttosto che far arrabbiare Reggie, Veronica cerca di convincerlo a incassare, ma quando non funziona, mette tutte le sue carte sul tavolo. Vanno testa a testa in una partita di blackjack, mettendo l’atto di vendita del Pop e lo speakeasy sul banco, ma lei lo colpisce a malapena con probabilità impossibili.

Dopo che chiudono la serata, Veronica rivela a Reggie che suo padre ha scoperto del tradimento di Elio e le ha suggerito di portare uno dei suoi scagnozzi per ribaltare la posta in suo favore. La mattina dopo, Pop è preoccupato che il crimine entri nel suo ambiente familiare e supplica Veronica di evitare di essere come suo padre. Comincia a difenderlo, ma Pop rivela che il corpo di Minetta è stato trovato nella palude, decapitato con le mani segate.

E arriviamo alla terza storia, Betty! Si siede per un test di Rorschach seguito dalle sue medicine sotto forma di Fizzle Rocks. Le getta nella spazzatura quando viene si presenta nella sua stanza la sua coinquilina Ethel che rivela molte informazioni su come il Re Gargoyle comunica con i pazienti. Cerca di intimidire Betty, dice che è lei a comandare e suggerisce che Betty prenderà le sue caramelle la prossima volta. Durante le ore di giardinaggio, Betty nota Clifford Blossom e Hiram Lodge che arrivano  e hanno vari rapporti con le sorelle mentre l’uomo in nero li collega tutti.

Betty esplora le sale dell’ospedale per trovare la camera del re dei Gargoyle e una paziente trascinata fuori dalla sorella Woodhouse. Betty decide di indagare, ma una volta raggiunta la camera viene fermata da Ethel che dice con voce stridula che la guarderà tornare nella loro stanza. Nella sala mensa, Betty ruba una graffetta per poter aprire la serratura e decide di entrare in infermeria fingendo un attacco dopo uno scontro con Ethel. Si sveglia e trova il suo dossier medico con prove concrete del fatto che i pazienti sono topi da laboratorio di Hiram, ma lei entra nella cantina per la sua fuga e la trova bloccata. Viene catturata da Sister Woodhouse ed Ethel che la costringono a prendere le Fizzle Rocks e a portarla dal re. L’episodio termina con Betty che rifa il test di Rorschach, ora sotto l’influenza del re dei Gargoyle.

Commento personale alla puntata

Nel complesso, questo è stato un episodio fenomenale. La divisione delle storie dei personaggi con un tema comune, l’uomo in nero, ha dimostrato che questa narrativa in stile antologico è quella in cui Riverdale eccelle nella sua narrazione. L’influenza di Hiram Lodge sulla città e sulle aree circostanti fa alzare la posta in gioca per quanto lui sia profondamente connesso a tutto ciò che sta veramente creando e a quello che dovrebbe essere un cliffhanger molto oscuro, scioccante e, si spera, che ci lasci a bocca aperta per un finale di mezza stagione. Voi cosa ne pensate?

Vi lascio il promo del prossimo episodio!!

Come sempre vi ricordo di continuare a seguirci sulla nostra pagina Facebook Showteller – Desperate Series Addicted e sulla pagina ad essa dedicata Riverdale – Italia E sulle nostre pagine affiliate Tutta colpa delle serie TV e Serie Tv Time

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

You cannot copy content of this page