Recensione: Prodigal Son – 1×03

Il caso di questa settimana è la morte di un dottore che era anche un professore all’università. Viene ritrovato morto in un bosco con un’incisione sullo scalpo, tutt’intorno al cranio. Sul petto, sotto la sua camicia, viene ritrovato un foglio con delle frasi apparentemente senza senso. Danny e Malcolm vanno all’università per parlare con i colleghi della vittima e qui incontrano la famosa dottoressa Elaine Brown, anche autrice di un libro. Ma uno dei professori non riesce a dire tutto davanti la Brown e quando chiama Danny per confessare qualcosa, è troppo tardi perché è stato drogato con dell’LSD e quando la polizia accorre, lo trovano in preda ai deliri sul tetto, dove però verrà salvato. Malcolm è un fan della dottoressa fin da piccolo, quando suo padre gli leggeva parti del suo libro, così decide di farle delle domande riguardo i suoi incubi che stanno peggiorando. L’ultimo era così potente che è riuscito a fat staccare una delle cinghie che lo tenevano fisso al letto e si è ritrovato appeso alla finestra. La Brown gli dirà di provare a sentire l’odore del cloroformio, così da poter far ritornare la memoria e capire se suo padre l’aveva drogato con quello. Ma mentre la dottoressa gli spiega tutto anche lei viene drogata: nella camomilla vi era dell’LSD, quindi anche lei va in trip. Il killer si trova proprio dentro quella casa, Malcolm lo troverà, cercherà di farlo ragionare, ma sarà la dottoressa a sparargli e a ucciderlo, salvando così la vita di Malcolm. Si scopre che questi professori sottoponevano gli studenti all’LSD per fare dei test e il killer, Dominic, era un di loro. Solo che il suo trip e le sue allucinazioni non finivano mai. Per quanto riguarda invece la nostra trama orizzontale, la protagonista di quest’episodio è Jessica che assiste al volo del figlio dalla finestra, si preoccupa quindi che rivedere il padre possa creargli disagi e lo esorta a non farlo più. Andrà anche da Gil per chiedere la stessa cosa, ma quest’ultimo le farà notare che se Malcolm vuole fare una cosa, la fa. Così non le resta che andare a trovare suo marito, anche se gli aveva promesso che non l’avrebbe più rivisto. Qui Martin ci lascia un po’ con il sospetto che lei, in effetti, sapesse qualcosa di quello che faceva e che manteneva il segreto per avere una famiglia unita e perfetta. Alla fine della puntata Malcolm decide di mettere in pratica il consiglio della Brown e butta qualche goccia di cloroformio sul cuscino prima di dormire. Appena addormentato ricorda qualcosa che gli farà venire tanti dubbi… Ricorda lui da piccolo davanti la cassa e la mamma che gli strilla di non stare nella stanza degli hobby del padre: “non sai di cosa è capace tuo padre”. Commento personale: Come avevo già sospettato Jessica qualcosa sapeva. Probabilmente perché fissata dall’idea di essere perfetta non poteva permettersi di rovinare l’immagine della sua famiglia che aveva creato. Ci stanno dando informazioni in pillole, tanto da lasciarsi con la voglia di vedere subito la prossima puntata per saperne di più. Riuscirà Malcolm, prima o poi, a ricordare tutto di quella fatidica sera del ‘98?

Aiutaci cliccando su “MI PIACE” che trovi qui sopra, é un modo per ringraziarci.

COME SEMPRE VI RICORDO DI CONTINUARE A SEGUIRCI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK SHOWTELLER & DRAMAADDICTED e sulla pagina ad essa dedicata PRODIGAL SON ITALIA