fbpx

Ratched: Recensione 1×08 – Mildred ed Edmund

Ratched: Recensione 1×08 – Mildred ed Edmund
Reading Time: 4 minutes

E anche Ratched volge al termine, con un finale di stagione che ci ha davvero sorpreso ed emozionato molto. Tutti i nodi sono venuti al pettine e possiamo davvero dirvelo: da questo momento inizia Ratched. Vediamo insieme cosa succede in questo ultimo episodio!

Questo è il nostro punteggio: 5/5

Trama

È passato un mese dalla morte di Hanover. Il giorno in cui Edmund morirà è stato fissato, e Ratched e Gwendolyn vivono insieme. Gwendolyn è fortemente segnata dalla malattia, e Ratched le è vicino, promettendole che la porterà dai migliori dottori in Messico. Tra l’altro, non lavora neanche più nella clinica, ma è rimasta in ottimi rapporti con la Bucket, che gestisce ancora la struttura. Infatti, Ratched le fa molto spesso visita e proprio durante una di queste visite si fa spiegare come avverrà l’esecuzione di Edmund: la Bucket le spiega che gli faranno l’iniezione letale, ma il Governatore della California cambia all’ultimo le modalità di esecuzione, reintroducendo la sedia elettrica. Appena Mildred viene a conoscenza di questo nuovo metodo, affronta insieme a Gwendolyn il Governatore che, tra una battuta sessuale e l’altra, dice che per ottenere consensi dovrà necessariamente procedere con la sedia elettrica. Mildred pensa quindi a come poter porre fine alla vita di Edmund in maniera più dignitosa e meno dolorosa possibile. Si accorda quindi con la Bucket (che ha concesso a Edmund un ora al giorno nel fienile del centro di cura) al fine di compiere lei stessa l’iniezione letale. Ma questo non accadrà mai: al centro di cura torna Charlotte, la donna afflitta da disturbo di personalità multipla che questa volta afferma di essere lei il dottor Hanover. Prende in ostaggio la Bucket e uccide Huck con un colpo alla testa, per poi portare la direttrice del centro di cura da Edmund e liberarlo.

È in questo momento che il pluriomicida scopre di essere stato tradito dalla sorella, dato che la Bucket gli rivela, con un fucile puntato contro, tutta la verità. Charlotte ed Edmund fuggono via dal centro, incrociandosi all’uscita con Mildred che li vede andar via. Dopo ben 2 anni da questi avvenimenti, Mildred e Gwendolyn vivono insieme. Gwendolyn si è quasi ripresa dalla malattia, dato che sta seguendo una cura che le sta facendo molto bene. Mildred fa un brutto incubo nel quale viene uccisa da Edmund con l’aiuto di Charlotte. Quando si risveglia accoglie la Bucket che annuncia loro di essere diventata a tutti gli effetti direttrice del centro di cura, e Gwendolyn informa Mildred che a Chicago sono state uccise sette infermiere. Subito dopo aver ricevuto la notizia, Ratched riceve una telefonata da Edmund che le dice di iniziare ad avere paura, perché sta andando a prenderla (in compagnia di Charlotte e di Louise, la proprietaria del motel). Ma Mildred controbatte subito, e gli dice che deve essere lui ad avere paura di lei, e che sarà lei stessa a trovarlo, vendicandosi anche della persona che ha rivelato il suo piano, non sapendo che è proprio a pochi metri da lei.

Commento Personale

Come abbiamo detto proprio all’inizio di questa recensione, questo episodio segna definitivamente l’inizio di Ratched. Tutto ciò che abbiamo visto fin’ora, tutto quello che è successo in ogni episodio, ci ha preparato a questo episodio. Dato che negli episodi precedenti molte storyline si sono concluse, per un attimo abbiamo pensato che tutto ciò che abbiamo visto fosse stato inutile e messo lì tanto per fare trama e regalarci qualche colpo di scena che si sa, non guasta mai. E invece no, tutto ciò che abbiamo visto ha confluito e combaciato perfettamente in questo episodio, regalandoci un finale mozzafiato, che ci ha tenuti col fiato sospeso per tutta la durata dell’episodio. Siamo rimasti sconvolti per Huck, un personaggio che abbiamo apprezzato molto e che in questo finale ci ha lasciati, mentre ci siamo stupiti del fatto che Mildred non si sia vendicata minimamente nei confronti del Governatore, dopo tutto il male che le ha causato. Ma probabilmente per via di tutto ciò che è successo a suo fratello, il suo lato più duro è scivolato via facendo posto invece al lato più fragile e vulnerabile. Ha addirittura detto al Governatore di essere omosessuale, e chissà quali riscontri potrebbe avere questo nelle successive stagioni dato che appunto non è stato tolto da mezzo.

Immaginavamo che la pace tra la Bucket e Mildred non avrebbe avuto lunga vita. Per ora Mildred non sa che la nuova direttrice del centro di Lucia l’ha tradita, ma chissà come reagirà quando lo scoprirà. Chissà come si comporterà la Bucket stessa quando verrà scoperta, e soprattutto quando scoprirà che Louise si è unita alla banda di Edmund. Non ci aspettavamo minimamente che quello che doveva essere il co-protagonista della serie, colui che doveva essere tratto in salvo, ora è diventato un antagonista. Tanta fatica per niente, direbbe Mildred. Questo, insieme a tutto il resto, pongono basi solide per una seconda stagione, che noi non vediamo di vedere e che soprattutto attendiamo con ansia!

Unitevi alla nostra community su Facebook per parlare con noi e con altri amanti delle serie TV !! Vi aspettiamo numerosi

Pubblicato da Anto

La mia iniziazione nel mondo delle serie tv l'ho avuta a quattro anni quando la televisione era ancora in 4:3 e trasmettevano settimanalmente gli episodi di Streghe. Grazie alle serie tv e ai libri ho capito davvero cosa significhi sognare per davvero!

You cannot copy content of this page