fbpx

Il personaggio di “Dark Phoenix” di Sophie Turner può essere un gamechanger per le donne nei film di supereroi

Reading Time: 3 minutes

Jean Gray è sempre stato uno dei personaggi più potenti dell’universo X-Men, ma raramente le è stato permesso di mostrare la piena estensione delle sue capacità sul grande schermo.

Sophie Turner crede che X-Men: Dark Phoenix possa essere un gamechanger per Jean, secondo una nuova intervista a Empire. In realtà, Turner ritiene che Dark Phoenix abbia il potenziale per rivoluzionare i ruoli delle donne nei film di supereroi.

Venendo fuori dal successo di Wonder Woman nel 2017 , sembra chiaro che la precedente riluttanza di Hollywood a investire in film di supereroi guidati dalle donne è stato un grosso errore. Finché la storia è forte, il pubblico arriverà. E Dark Phoenix si basa proprio su uno degli archi più iconici nella storia dei fumetti . La svolta di Jean da un mutante pacifista e dallo spirito gentile con immense abilità telecinetiche in una fonte di potere puro e incontrollabile è leggendaria. Tuttavia, la prima volta che la storia è stata adattata per il film in X-Men: The Last Stand. L’arco temporale di Jean era confuso e la storia era molto meno di lei rispetto ai tentativi di Wolverine di salvare Jean da se stessa. Turner sembra convinta che questa volta sarà diversa.

Turner ha spiegato:

“Si tratta davvero di dualità, questo film, oscurità e luce, è tutto dentro di lei, questa sensazione di essere completamente un’altra persona e la sua lotta con quello”.

Jean sarà sia l’eroe che il cattivo della sua stessa storia, e questo di per sé è un passo importante nella giusta direzione. Ma i piani del film per mettere in primo piano i personaggi femminili sembrano estendersi oltre Jean.

In un’intervista rilasciata a dicembre con Entertainment Weekly, Turner ha spiegato come Dark Phoenix pone l’attenzione non solo su Jean , ma sul misterioso cattivo X-women e Jessica Chastain. Sophie Turner ha detto:

“È davvero emozionante, penso che ci sia una tale rivoluzione nei film di supereroi, mi sento come se questo film fosse una rivelazione perché è come un dramma ma l’eroe è una femmina ed è anche la cattiva, riguarda le sue relazioni con la le donne nel film, in particolare il personaggio di Jessica Chastain. È davvero interessante avere quei due personaggi come i due più grandi personaggi del film ed essere entrambi femminili, così stratificati e così complessi “.

Alla fine di X-Men: Apocalypse, Jean ha fatto il suo ingresso nella Dark Phoenix per la prima volta, e vederla esplorare la potenziale dualità nella sua natura potrebbe rendere questo uno dei film più emozionanti degli X-Men. C’è anche un sacco di potenziale per disegnare personaggi come Storm and Mystique nella storia, perché se qualcuno capisce la spinta e il tiro tra fare ciò che è giusto o lasciare che la rabbia prende il controllo, sono queste due donne.

Poi c’è anche il vantaggio del non-antagonista del film, essendo anche una donna con motivazioni potenzialmente oscure. Mentre il ruolo di Chastain viene tenuto in silenzio, è stato stabilito che lavorerà a stretto contatto con Turner. In realtà, potrebbe essere la fonte della fenice per i suoi guadagni , secondo il regista Simon Kinberg. Kinberg ha detto a EW:

“Il suo personaggio è molto più intelligente di noi. Ciò che realizza è che può usare [Jean Gray] per manipolare questo mondo, per trasformarlo contro se stesso”.

Ciò mette Jean in una posizione in cui il suo unico modo di agire potrebbe essere quello di sfruttare il controllo del suo potere per fermare il personaggio di Phoenix e Chastain . Turner è consapevole del fatto che ci sono un sacco di metafore pesanti in gioco quando si tratta di Jean e la Fenice, e ha messo il lavoro in più per assicurarsi che faccia proprio il personaggio. Ha detto a Empire che ha studiato i problemi di salute mentale per capire meglio la situazione di Jean, perché la sua lotta è in molti modi basata sui problemi della vita reale del disturbo di personalità multipla e della schizofrenia.

Se Dark Phoenix mantiene davvero l’attenzione sui suoi dinamici protagonisti femminili, allora potrebbe diventare il primo film di un team di supereroi che mette al centro i suoi eroi femminili. L’assicurazione di Turner che Jean sarà l’eroe e il cattivo della storia è una ragione sufficiente per essere entusiasta di questo film. Ma solo il tempo dirà se Dark Phoenix continuerà veramente a spingere in avanti il ​​genere dei supereroi in termini di rappresentazione femminile.

Come sempre vi ricordo di continuare a seguirci sulla nostra pagina Facebook Showteller – Desperate Series Addicted e sulle nostre pagine affiliate Serie Tv News, Tutta colpa delle serie TV e Empire State of Mind

Vi potrebbe anche interessare:

http://desperateseriesaddicted.altervista.org/game-of-thrones-arrivera-nel-2019/

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

You cannot copy content of this page