New Amsterdam 1 x 18 “Five Miles West” Recensione

Reading Time: 4 minutes

Max ha un brusco risveglio nell’ultimo episodio di New Amsterdam. “Five Miles West” riprende il viaggio di Max con Helen e non è esattamente come avrebbe immaginato. È un promemoria sorprendente che non può fare quello che vuole, quando vuole non più. Solo perché è un medico in una posizione elevata, non significa che possa calpestare tutta la gente. Grazie New Amsterdam per andare contro la norma e fare qualcosa di diverso.

Guardare Helen spingere Max in modo che possa concentrarsi sulla sua salute è una trama incredibile per New Amsterdam. È audace fare una tale mossa perché questi due personaggi sono la ship preferita di tutti in questo momento, ma mettendo la distanza tra di loro, sta dando più vita alla loro storia. Max non sta bene, e se non si concentra sulla sua salute, allora cos’altro conta davvero? Grazie al suo nuovo dottore, Virginia, i telespettatori si sono resi conto di quanto Max fosse cattivo riguardo al suo trattamento. Se mai, New Amsterdam sta usando questa storia come un promemoria per le persone a prestare maggiore attenzione a se stessi e alla loro salute.

“Five Miles West” fa emergere un lato di Max che ha cercato così duramente di tenere lontano. Ha paura della sua diagnosi e ha paura del suo processo di trattamento. Si spinge fino a dire “se smetti di muoverti muori”. L’idea è che se continua a correre a tutta velocità, il suo cancro non sarà in grado di raggiungerlo. Questa è una cosa interessante da prendere in considerazione. Come personaggio che cerca costantemente di migliorare la vita degli altri, Max sta lottando così tanto con se stesso. È devastante perché non può aiutare se stesso e sta evitando il suo stesso benessere. New Amsterdam sta indicando qualcosa di molto critico qui. Spesso ignoriamo ciò che è buono per noi stessi e ci allontaniamo concentrandoci su altre cose o altre persone. Ma non è così che dovrebbe essere, e la situazione di Max è qualcosa da cui tutti possiamo imparare una lezione.

“Five Miles West” trascorre molto tempo nel sistema di baratto di Max. Di cosa parla questo sistema di baratto? Max viene a sapere che New Amsterdam sta perdendo soldi e, come direttore medico, è responsabilità di Max fare qualcosa al riguardo. Quindi cosa fa la persona più creativa del mondo? Pensa a un sistema di baratto, ovviamente! Porta in ufficio persone che hanno un conto in sospeso e gli propone in cambio di pagare i conti, di fare delle cose in giro per l’ospedale. Quanto è geniale? Certo, potrebbe non essere il modo migliore per sistemare la faccenda e potrebbe essere considerato sbagliato a molti livelli, ma è qualcosa, ed è qualcosa di creativo.

New Amsterdam trascorre un po’ di tempo nel viaggio di Helen per diventare madre e si mescola in un caso di maternità surrogata. Il Dr. Panthaki (il fidanzato di Helen) si offre come donatore di sperma, ma Helen dice che è troppo presto per fare quel passo nella loro relazione. Complimenti a lei per aver preso quella posizione e comunicandola in un modo che rispetta la loro relazione. Ciò che spezza i nostri cuori in “Five Miles West” è il caso di maternità surrogata. Per farla breve, una paziente arriva in ospedale dopo essere svenuta e le viene fatto un tagli ocesareo di emergenza ma poi entra in coma. Si scopre che era una madre surrogata per la piccola del suo migliore amico. Ma poiché sono a New York, la legge impone che la maternità surrogata non è considerata legale e la decisione spetta al parente più prossimo, non alla famiglia che partecipava alla maternità surrogata.

Questo presenta un problema molto complicato, ma è uno di cui non sentiamo spesso. New Amsterdam svolge un lavoro straordinario illustrando questa storia in un modo che stravolge davvero le corde del cuore. È un argomento che non tutti conoscono, quindi New Amsterdam fa luce su di esso ed è estremamente importante. È una situazione molto devastante che si risolve in un lieto fine, ma non è sempre così, come sappiamo. La cosa peggiore è che se la nascita fosse avvenuta nel New Jersey, questo sarebbe stato un non-problema, ma attraversare la linea dello stato ha fatto la differenza nel mondo.

Prendiamo un momento per parlare della trama di Kapoor. Sappiamo che sua moglie è morta, ma ha ancora un legame profondo con lei, uno che deve affrontare a testa alta in “Five Miles West”. C’è tensione tra Rohan, Ella e Kapoor e diventa estremamente complicato quando Kapoor vede Ella indossare il braccialetto della moglie morta. C’è un punto da prendere in considerazione qui e qualcosa che Kapoor comprende. Ha passato molto tempo a concentrarsi su ciò che Rohan sta facendo male e ha assunto il peggio di lui. Pensava persino che Rohan avesse venduto il braccialetto di sua madre, ma non era così. New Amsterdam affronta questo equivoco in modo molto tragico. Kapoor si è reso conto che non è l’unico ad aver perso qualcuno, lo ha fatto anche Rohan. Concentrarsi sui dilemmi familiari è una parte integrante di qualsiasi storia, e la trama di Kapoor è una di quelle che possiamo prendere molto lontano. Mai dare per scontato il peggio e dare alle persone il beneficio del dubbio.

Commento personale alla puntata

Nel complesso è stato un buon episodio, forse non uno dei migliori però ci ha insegnato molto su diverse tematiche, specialmente quella della madre surrogata che è un argomento molto delicato. Come sempre New Amsterdam affronta questo tipo di problemi con una delicatezza infinita. Per quanto riguarda Max sono felice che Helen non sia più il suo medico e trovo che la scelta del nuovo oncologo sia perfetta, forse è davvero giunto il momento che Max si prenda cura di lui, deve provare a vedere se funziona il trattamento!! New Amsterdam sta facendo un lavoro fenomenale con ogni arco del personaggio, spingendolo avanti in modo rispettabile ed eccitante. Non trascinano nulla mentre si avvicinano alla fine della prima stagione, lasciando comunque alcune domande ed eccitazione per quello che verrà. La speranza è che Max possa fare i conti con la sua diagnosi e concentrarsi infine sulla serietà di questo, per il bene di se stesso e della sua famiglia. Inoltre, speriamo che la stagione darà a Helen un finale appropriato e meritato perché è stata uno dei personaggi di spicco della serie finora, e ci ha dato molta ispirazione e incoraggiamento. Ecco alcuni altri episodi di uno dei migliori drammi medici degli ultimi tempi!
Voi cosa ne pensate?

COME SEMPRE VI RICORDO DI CONTINUARE A SEGUIRCI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
SHOWTELLER & DRAMAADDICTED

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

You cannot copy content of this page