fbpx

Maid 1 x 02 “Ponies” Recensione

Reading Time: 4 minutes
RECENSIONE PUNTATA PRECEDENTE MAID

Questo è il nostro punteggio 4.5/5

Commento personale alla puntata

Il secondo episodio di Maid è altrettanto potente del primo – e sicuramente fa anche arrabbiare. Vedere Sean affermare di aver “passato l’inferno”, specialmente dopo la grande rivelazione alla fine che la gravidanza di Alex ha “rovinato la sua vita”, è una pillola difficile da ingoiare e un promemoria di quanto profondamente questo abuso abbia colpito Alex.

L’abuso può avere molte forme e dimensioni. Alex nega di essere una “vera vittima” perché ha subito solo abusi verbali e mentali è tristemente indicativo del tipo di tentativi che si farebbero per razionalizzare ciò che sta accadendo.

Maid – e per estensione Margaret Qualley – fa un ottimo lavoro nel ritrarlo, aggiungendo complessità e profondità ai personaggi per tenerti emotivamente coinvolto.

Questo prima ancora di menzionare i piccoli tocchi personali, come l’intero chiacchiericcio “legale, legale, legale” in aula, per aiutare ad alienarsi ed essere nella posizione di Alex. Sono questi piccoli tocchi che aiutano davvero lo spettacolo a distinguersi, e uno che rende anche un episodio piuttosto speciale.

Speriamo che il resto della serie possa seguire l’esempio, ma finora questo è stato uno spettacolo davvero impressionante.

Ma ecco cosa è successo nel 2° episodio di Maid

L’episodio 2 di Maid inizia nel passato con il primo incontro di Alex con Sean al bar. È l’unico che la ascolta mentre “legge parole tristi” sul palco durante una breve pausa dal suo turno. I due si scambiano un’occhiata, anche se proprio di fronte a lui c’è un ragazzo di nome Nate.

Nel presente, Nate si presenta al porto dei traghetti e saluta Alex mentre è seduta sul pavimento con Maddy. È una conversazione piuttosto cauta e imbarazzante ad essere onesti, ma lui si offre di offrirle la colazione. Quando le suggerisce di caricare anche il telefono, Alex decide di accettare l’offerta.

Nate è in realtà recentemente divorziato, ma è chiaro che c’è del risentimento tra lui e Sean, specialmente se la sua battuta verso il “defunto, grande Sean” è qualcosa da seguire.

Mentre si separano, Nate le consegna il cavo di ricarica del telefono e le suggerisce di telefonare in futuro. Quando si presenta al Value Maids, però, Alex riceve la notizia peggiore. Regina si rifiuta di pagare per il suo lavoro a Fisher Island.

maid 1x02 ponies recensione

Se ciò non bastasse, Alex riceve una chiamata da un avvocato di nome John Marshall, che rappresenta Sean Boyd. Sean ha presentato un’ingiunzione per farle togliere i diritti di genitore. Con poca altra scelta, Alex torna a vedere Jody, che le suggerisce di chiamare il numero verde per la violenza domestica.

Potrebbe non essere stato un abuso fisico, ma Jody è fermamente convinta che l’abuso mentale e verbale di cui ha sofferto la qualifica sicuramente per questo.

Alex si presenta con Maddy per vedere Denise, che guarda caso è responsabile della casa. Mostra ad Alex le basi, tra cui un libro di accesso e una grande regola relativa alla consegna dei telefoni per proteggere la posizione della loro casa. Maddy non è esattamente contenta del suo nuovo alloggio… fino a quando una vicina amichevole di nome Danielle le consegna un’intera pila di pony lasciati da una delle altre donne quando se ne sono andati.

Il giorno dopo, Alex e Maddy si presentano in tribunale. Sean afferma che è stato “un inferno” per lui. Con le probabilità contro di lei, sia fisicamente che mentalmente (voglio dire, si è seduta da sola in tribunale) tutto oscilla a favore di Sean.

Maddy non solo starà con Sean, ma ad Alex vengono dati sette giorni per provare a cambiare tutto per riaverla. In caso contrario, potrebbe essere disastroso per lei. Alex promette a sua figlia che è solo temporaneo, mentre dice addio e viene lasciata di nuovo sola.

Al rifugio, Alex è un disastro, ma Danielle fa abbastanza per motivarla ad alzarsi e farla agire insieme. Con solo 7 giorni ha bisogno di arrabbiarsi.

Alimentati dall’emozione, le due si dirigono verso l’open house che Regina ha organizzato. Danielle decide di “dare un’occhiata in giro” mentre Alex funge da distrazione. In tal modo, Danielle ruba effettivamente il suo cane e intende ricattare Regina per questo. Certo, questo è un piano terribile e Alex la esorta a riportare indietro il cane.

Solo che Regina la incontra per strada con il cane, ma non riconosce affatto Alex. Questo è abbastanza per lei per scattare e scagliarsi contro Regina, specialmente quando minaccia di andare alla polizia. Si apre sull’orribile calvario che ha passato e su come ha perso sua figlia grazie a questa donna che è avara e si rifiuta di pagare. Questo singolo sfogo vede Regina tornare indietro e andarsene, decidendo di non telefonare alla polizia, dopotutto.

Danielle accompagna Alex alla roulotte ma Doreen, la mamma di Sean, le chiude la porta in faccia e afferma che Maddy è a letto. È difficile non arrabbiarsi e Alex torna a casa da sola, ribollendo. Si ferma al bar per vedere Sean fare il barista, un grande sorriso sul viso, prima di tornare al rifugio.

Al mattino, Alex riceve le migliori notizie. Regina ha versato l’assegno e questo significa che può passare da Yolanda e farsi pagare. Danielle è già andata via e ha deciso di tornare a casa dal suo partner violento. Alex è comprensibilmente combattuta, e dato che il suo partner ha strangolato Danielle l’ultima volta, è molto preoccupata. Tuttavia, Denise la rassicura che a volte possono essere necessarie 5 o anche 6 volte perché queste donne abbandonino correttamente il loro ciclo di abusi.

È qui che abbiamo anche la prima occhiata all’abuso di Alex, mentre racconta il momento in cui Sean ha scoperto che era incinta. La sedia rossa sul prato di fronte alla roulotte è in realtà di Alex ed è significativa. Sean ha gettato quello e tutte le sue cose sul prato prima di insultarla verbalmente. Da quando le ha urlato in faccia, Alex ha avuto paura di Sean e da allora ha controllato la sua vita, logorandola a poco a poco.

Voi cosa ne pensate?

Unitevi alla nostra community su Facebook per parlare con noi e con altri amanti delle serie TV !! Vi aspettiamo numerosi

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You cannot copy content of this page