Little Women 1 x 01 Recensione

Reading Time: 3 minutes

Un ritorno dolcemente nostalgico di un classico ben rivisto.

In un America in guerra con se stessa. Le donne entrano sotto i riflettori per chiedere un cambiamento. No, non è l’anno in rassegna, è Little Women, l’adattamento della BBC One del romanzo per ragazze di Louis  May Alcott.

Pubblicato per la prima volta nel 1868, il classico racconto di formazione segue quattro ragazze adolescenti che cercano di trovare il loro posto nel mondo mentre aspettano che il padre torni dalla guerra civile. Se c’era qualcuno che riusciva a fare tutto questo, è stato Heidi Thomas, lo sceneggiatore che ci ha rapiti attraverso sei serie di Call the Midwife.  

Le sfide che ha affrontato, tuttavia, sono state significative. Piuttosto che il dramma della nuova vita in ogni episodio, ci sono state piccole vicissitudini su cui lavorare: capelli raccolti, guanto perso, litigi tra sorelle mentre la convincente petulante Amy (Kathryn Newton) ha bruciato il manoscritto del libro di sua sorella Jo (Maya Hawke). Anche con la sceneggiatura croccante di Thomas, era facile cadere in una sorta di stupore post-natalizio, sobbalzando quando Amy cadeva in uno stagno ghiacciato, prima di rilassarsi di nuovo per crogiolarsi nei cappelli.

I temi del romanzo sono così universali che non è mai stato fuori stampa, anche se il dramma della prima puntata sembrava ancora un viaggio in un luogo strano e pittoresco. Era un assaggio di Natale senza ordini di Amazon, di vita da adolescente senza snapchat, quando l’home entertainment significava disegnare e suonare il piano, senza guardare gli schermi. La nostalgia è una brama per ciò che manca ai nostri tempi, e questa produzione serve tutto alla moda, spolverando tutto con la neve e l’innocenza.

Jo (Maya Hawke, la figlia di Ethan Hawke e Uma Thurman) è una rivelazione nel suo primo ruolo televisivo, recitando lo spirito libero come una quindicenne un po ‘geek – specialmente nei pressi del vicino Laurie Laurence (Jonah Hauer-Kingche eccelle nell’essere giocoso in questo primo episodio, ma lo troveremo più innamorato in una puntata più avanti). Il dialogo ha un sapore moderno, ma non disturba l’impostazione del periodo. “Mi piacciono le parole forti e forti che significano qualcosa. . . “Jo dice nel libro – e lo stesso si può dire di Thomas, il cui copione intelligente non spreca una parola.

Le altre sorelle (Willa Fitzgerald, Annes Elwy e Kathryn Newton) sono fantastiche – in effetti, tutte le March erano spiriti affini nel mio libro. Mi sono riscaldata rapidamente alla vista della mamma delle ragazze interpreta da Emily Watson, ansiosa e meno invincibile di quella di Susan Sarandon nel film, e il meglio per questo. La terrificante Lady March di Angela Lansbury evita il ridicolo panto e il signor Laurence di Michael Gambon – severo, ancora addolorato, morbido dentro – è giusto. Il momento saliente dell’episodio è stato il momento in cui Amy è caduta nel ghiaccio e, dopo un putiferio per un manoscritto bruciato, Jo l’ha tirata fuori e le sorelle si sono riunite di nuovo. All’improvviso mi è sembrato molto simile a Natale.

Senza dare troppo spazio a Little Women, il romanzo si avventura lontano dal focolare e nel territorio più buio – segnato alla fine dell’episodio dalle notizie sulla malattia del padre delle ragazze. Nei prossimi due episodi, questo dovrebbe aggiungere grinta e ritmo a questo dolce meandro attraverso le pagine ben ridisegnate di Alcott.

Come sempre vi ricordo di continuare a seguirci sulla nostra pagina Facebook Showteller – Desperate Series Addicted e sulle nostre pagine affiliate Tutta colpa delle serie TV e Serie Tv News

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

You cannot copy content of this page