fbpx

Le Terrificanti Avventure di Sabrina: Recensione 4×08 – Le Montagne della Follia

Le Terrificanti Avventure di Sabrina: Recensione 4×08 – Le Montagne della Follia
Reading Time: 6 minutes

Ebbene sì, questo momento prima o poi doveva accadere. Eccoci al finale di una delle serie tv che più abbiamo adorato negli ultimi anni, che ci ha tenuto compagnia con la trama e personaggi meravigliosi e che adesso è giunta al termine. Vediamo cosa succede nel finale di serie di Chilling Adventures of Sabrina!

Questo è il nostro punteggio: 5/5

Trama & Commento Personale

L’episodio si apre con la Prof Wardwell che legge il Vangelo di Eldritch alla Chiesa della Notte, ormai molto più popolata rispetto agli inizi. Legge delle vicende che di lì a poco si sarebbero verificate: una storia. È quasi il compleanno di Sabrina Spellman e Sabrina Morningstar è di ritorno dal Cosmico e dopo aver informato Sabrina dell’imminente Orrore di Eldritch, il Vuoto, muore fra le sue braccia. Ed ecco qui il primo magone della puntata: abbiamo provato una tristezza immensa, che si aggiunge alla tristezza per la chiusura della serie. Eravamo tanto affezionati a Sabrina Morningstar e ci lascia così, come di solito succede nei finali di serie: i personaggi migliori vanno via tragicamente. Sabrina Spellman avvisa le zie a sua volta del pericolo che sta per incombere, ma mentre le zie vogliono affrontare il Vuoto in un certo modo, Sabrina decide diversamente: vuole usare uno dei precedenti Orrori di Eldritch per combattere il Vuoto. Poco prima di scegliere la Perversione, il mercante che lo ha dato a Padre Blackwood si presenta in casa Spellman e offre a Sabrina uno scambio: lo scrigno di Pandora in cambio del genio della Perseveranza.

Con lo scrigno Sabrina può raggiungere lo stesso risultato senza creare un’altra realtà quindi accetta lo scambio. E si capisce benissimo che da questo momento inizia definitivamente la fine, e vediamo perché: Sabrina attraversa lo specchio dal quale è spuntata la sua gemella ed affronta quindi il Vuoto, sapendo bene che morirà nel farlo. Una volta nel Vuoto apre lo scrigno di Pandora che inizia a risucchiare l’Orrore, ma Ambrose e le zie scoprono cosa sta facendo Sabrina e decidono di richiamare la sua anima e di metterla nel corpo di Sabrina Morningstar. Purtroppo o per fortuna, le zie riescono a chiamare Sabrina poco prima che riuscisse a risucchiare tutto il Vuoto all’interno dello Scrigno. Mentre sembra che il Vuoto sia stato potenzialmente sconfitto (ma con un’ora di episodio d’avanti si sa bene che qualche altro guaio verrà a tormentare i nostri amati protagonisti) Sabrina riprende la sua vita di tutti i giorni, ma c’è qualcosa di strano: alcuni oggetti stanno iniziando a sparire nel nulla. Nel frattempo, Madame Satan raggiunge l’inferno e informa Lucifero di ciò che è successo a sua figlia, nella speranza di riottenere i suoi poteri. Per questo Satana decide di organizzare con Caliban una guerra, con dei minatori posseduti fra cui anche il padre di Harvey, proprio il giorno del compleanno di Sabrina (ancora una volta la protagonista fa un po’ come Emily).

Lucifero, Caliban e la loro orda irrompono quindi alla festa di Sabrina ma la strega inizia ad affrontarli e a farli sparire come se nulla fosse: riesce a far scomparire tutti (anche il padre di Harvey e Caliban) ma non Lucifero che si ritira all’inferno dove assistiamo al suo definitivo declino: Madam Satan lo uccide e usurpa i suoi poteri. Intanto si scopre che Sabrina contiene dentro se stessa il Vuoto e, presa da una crisi di ansia e di pressione da parte di Harvey che ha perso suo padre, continua a far sparire alcune cose da casa sua. Per questo, decide di allontanarsi dalla sua famiglia per non creare altri danni e di andare alle montagne della follia. Lì viene poi successivamente raggiunta da Padre Blackwood che è riuscito a ricomporsi al suo corpo e a scappare dall’Accademia. Blackwood conosce per filo e per segno il Vuoto e sa bene come domarlo, anche come sbarazzarsene, e propone a Sabrina di collaborare in modo tale da poterle permettere di liberarsi del Vuoto dentro di lei (e così inglobarlo dentro di lui).

Passano settimane e Ambrose, Rosalind, Prudence e Agatha trovano la setta tirata su da Padre Blackwood e Sabrina, che sottostà ai suoi voleri. La magia lì non funziona per loro difatti non riescono a difendersi, ma comunque riescono a mettersi in contatto con Sabrina che si ritrova in uno stato pietoso. I suoi amici vorrebbero portarla via e risolvere la questione diversamente ma Sabrina vuole restare (a tal punto da far sparire Rosalind e Prudence), convinta di ciò che sta facendo: in verità conversa mentalmente con Ambrose e gli dice di tornare a prenderla quando Padre Blackwood la sacrificherà per prendere il Vuoto dentro di lei. Come avrete notato fino a questo momento dell’episodio ci siamo espressi poco e niente su queste vicende. Questo perché siamo rimasti un po’ interdetti non capendo bene effettivamente cosa poi sarebbe accaduto successivamente, dato che Sabrina è sempre molto imprevedibile, ma da questo momento ha iniziato a farsi spazio una certa tensione e una certa ansia che ci ha fatto pensare un bel po’ a come si sarebbe potuta concludere la serie, ma alle nostre considerazioni finali (e complessive) vedremo dopo. Intanto, gli Spellman si organizzano per trarre in salvo Sabrina: utilizzare gli Orrori di Eldritch contro Blackwood e salvarla dal Vuoto. Per quanto riguarda Padre Blackwood, il piano riesce, ma per quanto riguarda il Vuoto… fallisce miseramente.

Sabrina convince le zie a commettere il sacrificio in modo da imprigionare gli Orrori di Eldritch dentro il Vuoto e il Vuoto stesso dentro lo scrigno di Pandora (un’altra volta questo effetto matriosca un po’ difficile da comprendere). Le zie danno inizio alla scena più cruenta e ricca di tensione della serie, iniziando il sacrificio che sembra sotto controllo ma che in realtà porterà a qualcosa di ben peggiore. Il piano (quasi) riesce: tutte le persone imprigionate nel Vuoto da Sabrina (ovvero i minatori, tra cui il padre di Harvey, Rosalind e Prudence, tranne Caliban che resterà nel Vuoto per sempre) vengono liberate, gli Orrori rinchiusi nel Vuoto e il Vuoto rinchiuso nello Scrigno di Pandora. Ma Sabrina muore. Era consapevole che per riuscire a salvare tutti sarebbe dovuta morire, lo aveva detto fin dall’inizio. Muore per Nicholas, per le ziette, per Harvey e Rosalind, per Theo e Robin, muore per tutto il mondo. Ed eccoci qui al finale, un gran finale? Non siamo ancora capaci di dirlo, merita un po’ di tempo per metabolizzarlo. Le zie di Sabrina tengono il suo funerale e anche quello di Sabrina Morningstar, forgiando una sua statua in onore della nipote da mettere in accademia. Vediamo alcune, poche storyline concludersi: Hilda e Zelda decidono di vivere insieme di nuovo per restare unite; Prudence finalmente riesce ad attuare la sua vendetta e uccide suo padre, Blackwood, rilegando il suo corpo ai quattro angoli del mondo per far sì che non si ricomponga più; e poi, la scena finale: Sabrina è all’aldilà, un luogo piacevole e confortevole totalmente opposto all’inferno. La vediamo contenta, ed è ancor più contenta quando a raggiungerla è Nicholas, che ha deciso di suicidarsi per amore e restare per sempre con lei e vivere finalmente il loro amore.

Considerazioni Finali e Complessive

Se questo finale ci è piaciuto? Diciamo di sì. Coerente certamente con l’intera serie e perfetto (e triste) per chiudere una volta per tutte le vicende, ma probabilmente si sarebbe potuto sviluppare meglio. Si nota la frettolosità che ha spinto i produttori a trovare una buona idea per chiudere la serie e beh, la morte di Sabrina sembrava il più plausibile dei finali. Siamo dispiaciuti tantissimo per lei, siamo tanto tristi, a soli 17 anni la sua vita è stata spezzata, ma la sua morte le fa onore. L’unica pecca del finale è stato il non vedere tutte le storyline chiudersi: ad alcuni personaggi (come Prudence e le zie) è stata data una parvenza di finale, ma tutti gli altri personaggi come Ambrose, Harvey, Roz e via dicendo, personaggi principali, non hanno avuto la benché minima considerazione. Ma come si può biasimare tutto questo con una cancellazione tanto improvvisa quando era prevista la produzione di altre due parti? A questo punto non possiamo fare altro che accontentarci di aver avuto una fine e non un cliffhanger mai risolto. Va bene così, l’unica cosa che si può dire è “non fa nulla”. Limitiamoci ad ammirare il bellissimo lavoro svolto sia per questa parte, che ha trattato una trama davvero emozionante e originale, sia per le precedenti. Sabrina ci mancherà, come ci mancherà il suo intero universo.

Unitevi alla nostra community su Facebook per parlare con noi e con altri amanti delle serie TV !! Vi aspettiamo numerosi

Pubblicato da Anto

La mia iniziazione nel mondo delle serie tv l'ho avuta a quattro anni quando la televisione era ancora in 4:3 e trasmettevano settimanalmente gli episodi di Streghe. Grazie alle serie tv e ai libri ho capito davvero cosa significhi sognare per davvero!

You cannot copy content of this page