La vincita del film “A Fantastic Woman” è qualcosa che rimarrà nella storia

Reading Time: 3 minutes

Alla 90a edizione degli Academy Awards di domenica, il film A Fantastic Woman è diventato il primo film trans-trama a vincere un Oscar. Il film è anche il primo con una trans attrice nel ruolo di protagonista per ottenere l’ambito premio.

A Fantastic Woman ha vinto il premio “Miglior film straniero” . Il film cileno è stato diretto da Sebastián Lelio e ha visto protagonista l’attrice transgender Daniela Vega. Racconta la storia di una trans cameriera e cantante che piange la perdita del suo altro significativo mentre sopporta anche le critiche della sua famiglia – una critica che sembra derivare dal suo stato di donna transgender.

La vittoria di domenica segna anche la prima volta in assoluto che un film cileno abbia vinto nella categoria Miglior film in lingua straniera. Durante il suo discorso di accettazione per il premio, il regista Sebastián Lelio ha sottolineato la sua gratitudine al cast, dicendo: “Voglio ringraziare il cast del film, in particolare il brillante attore Francisco e l’ ispirazione per questo film, Daniela Vega . da molti amici e artisti. Condivido questo con tutti voi stasera. “

A febbraio, The Atlantic ha riportato in una recensione del film che Lelio, che ha co-scritto la sceneggiatura insieme a Gonzalo Maza, ha disegnato la trama del film intorno alle esperienze di Vega come donna transgender. Il film è stato elogiato dalla critica, con David Sims della sceneggiatura di The Atlantic.

Il risultato è un’esplorazione di una vita che può essere difficile o ingiusta, ma anche (come vediamo in quelle prime scene) meravigliosa, una vita piena che appartiene a lei fino a quando gli estranei tentano di distruggerla dal bigottismo , o gelosia, o semplice risentimento.

Peter Bradshaw di The Guardian ha anche dato il massimo dei voti al film, definendolo uno “studio sublime di amore, perdita e esperienza transgender “. Nella sua recensione, Bradshaw ha anche descritto con chiarezza il modo in cui la società minaccia il personaggio principale dell’esistenza di Marina Vidal come donna transgender dopo la morte del suo amante, Orlando. Ha notato che il film richiama l’attenzione sulle questioni affrontate dagli individui transgender quando i loro diritti non vengono riconosciuti. Come ha detto Bradshaw:

Il regista Lelio mostra come questo cupo evento la morte dell’amante di Marina metta in luce tutto il conformismo e la crudeltà della società. Era sempre lì, naturalmente, ma non importava finché la sua relazione … la proteggeva. Con un solo colpo, l’intera esistenza di Marina è patologizzata e criminalizzata . Non ha diritti come fidanzata di Orlando; deve lasciare il suo appartamento e non è il benvenuto al funerale. La sua ex-moglie e il figlio di [Orlando] non nascondono la loro ostilità e subisce minacce e aggressioni da parte di un membro della famiglia brutale. I funzionari insistono nel chiamarla “Daniel” e la polizia pensa che Orlando abbia avuto le sue ferite da Marina … La sua esistenza è sotto processo.
Oltre alla vittoria di A Fantastic Woman, altri hanno anche fatto storia per la comunità LGBT alla cerimonia di premiazione di domenica. La star del film, Vega, diventa la prima persona transgender a essere stata una presentatrice agli Oscar. Nell’introdurre una performance di “Mystery of Love” da Call Me By Your Name (nominata all’Oscar per “Miglior Canzone Originale”) , Vega ha detto: “Grazie mille per questo momento … Voglio invitarvi ad aprire il vostro cuori e sentimenti per sentire la realtà, per provare amore . Puoi sentirlo?”

Oltre agli storici Oscar di A Fantastic Woman e Vega, anche il regista di Strong Island , Yance Ford, ha lasciato il segno nella cerimonia di premiazione, essendo stato il primo regista transgender ad essere nominato per un Academy Award.

La 90a edizione degli Academy Awards sembra essere stata sicuramente la storia in voga per gli intrattenitori transgender – e non solo. Speriamo che questi risultati abbiano preparato il terreno per un ulteriore riconoscimento e celebrazione del lavoro degli artisti transgender.

Come sempre vi ricordo di continuare a seguirci sulla nostra pagina Facebook Showteller – Desperate Series Addicted e sulle nostre pagine affiliate Empire State of Mind, Tutta colpa delle serie TV e Serie Tv News

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

You cannot copy content of this page