Intervista a Nicole Kidman sulla season 3 di Big Little Lies

Reading Time: 5 minutes

Articolo preso e tradotto da deadline.com

Dopo due stagioni, il fan sono scatenati su internet alla ricerca di notizie su Big Little Lies e chiedendo che ci sua una season 3 della limited series della HBO. Una donna che può darci risposte se ciò accadrà è Nicole Kidman, che non solo ci ha regalato una performance a più livelli con il suo personaggio Celeste Wright, ma la cui compagnia, Blossom Films, ha coprodotto la serie. 

Ora, mentre Kidman si prepara a incontrarsi con la sua amica e romanziere di Big Little Lies Liane Moriarty per il loro nuovo adattamento Nine Perfect Strangers , l’attrice riflette sull’impatto di Big Little Lies, come si è riunita quella famigerata scena dello schiaffo a Meryl Streep e perché una terza stagione non è fuori dal tavolo.

DEADLINE: la tua azienda Blossom Films ha co-prodotto Big Little Lies. Ricordi il momento esatto in cui sapevi di voler davvero spingere per una seconda stagione?

NICOLE KIDMAN : C’era una specie di panico di spinta, perché inizialmente eravamo tutti, tipo “Assolutamente no”. Ma quando Liane ha lasciato cadere queste idee in grembo, e poi quando il pubblico era così entusiasto… Apparentemente, lo spettacolo ha avuto ottime valutazioni, in termini di visione, numeri folli. Quindi, 12, 13, 14 milioni, che è davvero una quantità enorme per una serie come questa. Quindi, è stato guidato da Liane che ha avuto delle idee davvero forti, David (E. Kelley) ha pensato di poter scrivere queste donne e continuare la loro narrazione, e poi tutti noi come donne che dicevano: “Oh mio Dio, il desiderio del pubblico di mantenere questa gente viva è così forte “.

DEADLINE: Celeste è così importante per così tante persone, e questa rappresentazione sfumata degli abusi domestici è molto fresca e penetrante. Hai sentito molto dalle donne che pensavano che il personaggio avesse influenzato direttamente la loro vita?

KIDMAN : Tante storie diverse sempre, ferme, lettere e contatti diretti, e lettere lunghe, quattro o cinque pagine. Voglio dire, è solo una storia, ma penso che, come ho sempre detto, c’è una qualità insidiosa degli abusi domestici, e in gran parte dice: “È davvero reale? Mi sta succedendo? Sono davvero in quella stessa situazione pure io?” E le donne si stanno rendendo conto. E poi negazione. Voglio dire, la seconda stagione è incentrata sul fatto di aver lasciato, ed è finita, e il push-pull di quello. E non guarigione. Che il processo possa essere molto, molto lento e richiedere un’enorme quantità di indagini dove vengono portate a galla mille faccende, e poi scavare e rivelare. E Celeste non è affatto guarita da nessuna parte. Sarebbe stato ridicolo averlo ritratto in quel modo. Ciò di cui David ha scritto, si basa in realtà su un’enorme quantità di ricerche e scoperte: la natura di guardarla ancora attraverso una lente particolare, la spinta e l’odio d’amore e il voler mantenere il padre ancora, e quanto viene rivelato ai bambini piccoli e cosa … tutto questo. Come posso ora crescere i miei figli con questo? E sono ancora in un posto dove non sono sicura di cosa fosse o di come sto affrontando la questione. Ma la cosa più grande che un professore di psicologia mi ha detto, che ha visto la serie, ha detto che Celeste è molto, molto sincera, perché Celeste sta affrontando la sua situazione. Sta davvero bene. Ha molti problemi in termini di guarigione, ma riesce ancora a prendersi cura dei suoi figli. Sta ancora riuscendo a portarli a scuola. Sta ancora riuscendo a tenere insieme la casa. Lei sta affrontando. Lei è perfetta? Assolutamente no. Ma sta lottando e guarendo giorno dopo giorno.

DEADLINE: Schiaffeggiare Meryl Streep, che interpreta la suocera di Celeste, non può essere stato facile. Come è nata quella scena?

KIDMAN: L’abbiamo fatto più volte, ed era diverso ogni volta. Voglio dire, io e Meryl, adoriamo lavorare insieme. Siamo sul set, siamo tranquilli, ci atteniamo a noi stessi, lavoriamo e poi andiamo a casa. Arriva totalmente preparata, che è quello che cerco di fare, e ci proviamo. Ci sediamo molte volte sul lato del set, oppure restiamo in silenzio in un posto, poi veniamo e facciamo il lavoro, e poi andiamo via. E cerca di averlo dove sta appena uscendo da te, ed è reale. Ed è così. Voglio dire, sono molto più alto di Meryl ed ero spaventata, ma Celeste ha paura. Quindi, tutte queste cose si sovrappongono. Avevo il terrore di farle del male, ma viene fuori ed è veloce, e non l’abbiamo pianificato, non lo abbiamo coreografato, davvero. Entrambi abbiamo lavorato per così tanto tempo che sappiamo come fare quelle cose. Ma per me, non era così grande … Non pensavo che il pubblico avrebbe reagito così fortemente ad esso. Non è strano? Beh, immagino sia come, ovviamente Celeste lo farebbe a quel punto con le cose che aveva detto. E poi è come la vergogna e l’orrore, e il bisogno di scusarsi e sentirsi completamente mangiato dal rimorso, ed è tutto così complicato. Ma che bella scena quando è così complicata. Bella scrittura, sai? Proprio così strano. E adoro la stranezza. Perché la vita è strana, frastagliata e disordinata, ed è proprio come, cosa? devi farlo a tua suocera, stai scherzando? Ma è affascinante. Quindi, questo è ciò che i gloriosi nei ritratti è che sono molto frastagliati e c’è un disagio in questo. E c’è un profondo trauma per entrambi.

DEADLINE: se non avessi interpretato Celeste, c’era un altro ruolo in Big Little Lies che potresti immaginare di interpretare ?

KIDMAN: No non ora. Voglio dire, penso che siamo diventati tutti così parte di questo, che è un tipo di connessione cellulare che non sarei in grado di entrare e uscire in quel modo. Ho avuto una risposta cellulare profonda. E anche, per Liane, ne faceva parte. Era come, “Devi interpretare Celeste.” Da quel momento in poi non c’è stato, che ruolo avrei potuto interpretare? O, come sarei apparsa in quello. Quindi sono entrata. E questa è la cosa straordinaria della televisione è che hai 14 ore di gioco con qualcuno. È molto, molto raro. Un campo completamente diverso per un attore, sai? Contro due ore. Tuttavia, altri attori che interpretano sette, otto, nove stagioni, mi sorprendono. È una vita. A teatro, reciti un ruolo per un anno, quindi a volte lo raffini costantemente, o reciti sempre quel ruolo sul palco. Quindi, lo stai reinterpretando, ritrovandolo, rielaborandolo ogni singola notte. Se stai facendo il tuo lavoro.

DEADLINE: Reese Witherspoon ha recentemente scherzato con Jennifer Aniston sul fatto che dovrebbe unirsi a Big Little Lies. Cosa ne pensi di questa idea? Ovviamente, ciò ha entusiasmato i fan di una possibile stagione 3.

KIDMAN : La musa è Liane, e lei costruirà qualcosa, quindi è lasciata lì. E mi piace com’è che sono David e Liane. È lo spettacolo di David. David E. Kelley ha costruito questo spettacolo con Liane Moriarty. L’hanno costruito da zero, ed è il loro spettacolo, e vedremo se sono accesi a costruire una vita per queste donne, e in che modo andrebbero dopo. Lo scopriremo. Ma è così bello come lo hanno gli attori, ed è qui che è iniziato. Ecco dove è iniziata la seconda stagione. Se ci sarà una season 3, tutto verrà dagli scrittori, ed è fantastico. Liane ha un talento profondo. David ha un talento profondo e la loro combinazione è straordinaria. Quindi, dove l’avrebbero portato, non ne ho idea. Devi inchinarti agli scrittori, perché è proprio lì che inizia. A meno che tu non sia un regista / scrittore, e poi lo scrivi. Ma in questo spettacolo vedremo cosa può raccogliere Liane e se lei è interessata. Ha scritto  Nine Perfect Strangers, che è qualcosa che faremo.

DEADLINE: Arriverà in primavera, giusto? Darà ai fan qualcosa su cui riflettere e immedesimarsi o pensi che abbia un sapore diverso da Big Little Lies ?

KIDMAN : Sì, sento che ha la sua essenza, e ha quell’incredibile verità attuale che è in grado di mettere in un pacchetto divertente. Ma c’è profondità che penso sia sorprendente. Ed è così diverso per me, il personaggio. Era ciò che era attraente. Voglio dire, Celeste, è nel mio corpo, nella mia psiche e nel mio cuore. Quindi, essere stato benedetto per il suo ruolo per 14 ore … qualsiasi attore ti dirà, quando ami interpretare un personaggio a causa di quanto sia complicato, ricco e profondo, è proprio come un dono, ed è come, grazie.

Cosa ne pensi? Ti piace Nicole Kidman? Seguirai la sua nuova serie? Ma soprattutto speri che ci sarà una season 3 di Big Little Lies? Fatecelo sapere lasciandoci un commento!!


Aiutaci cliccando su “MI PIACE” che trovi qui sopra, é un modo per ringraziarci.

Unitevi alla nostra community su Facebook per parlare con noi e con altri amanti delle serie TV !! Vi aspettiamo numerosi
/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

You cannot copy content of this page