Imagine Me & You – Recensione

Reading Time: 3 minutes

Hai mai notato come nei romanzi eterosessuali i personaggi parlino raramente di come sono eterosessuali? Ci sono stati alcuni romanzi omosessuali in cui la sessualità dei personaggi va da sé, ma “Imagine Me & You” non è uno di questi. Ecco un film che inizia con una formula romantica stanca, e cerca di riscattarlo con il lesbismo. E non solo lesbismo, ma lesbismo responsabile, in cui la più esperta delle due donne fa tutto il possibile per preservare il matrimonio della donna che ama.

Ama Rachel (Piper Perabo). Lei è Luce (Lena Headey), e vede per la prima volta Rachel nel giorno del matrimonio di Rachel. I loro sguardi si incontrano e la sceneggiatura approfondisce per 90 minuti. Entrambe le donne sanno che in quel momento, senza dire una parola, sono destinate l’una all’altra, ma questo non impedisce a Rachel di andare avanti con il suo matrimonio con Heck (Matthew Goode), sebbene non senza alcune preoccupanti complicazioni all’altare.

Gran parte della trama è dedicata a spiegare come Rachel e Luce – che gestisce un piccolo ma incredibilmente occupato negozio di fiori – possano incontrarsi, uscire in doppi appuntamenti con Heck e il suo amico Coop (Darren Boyd), e coinvolgersi in un romantico triangolo; a un certo punto Luce e Rachel sono nel retrobottega del negozio, che si baciano appassionatamente tra le petunie, quando Heck entra dalla porta principale. Ciò genera una di quelle scene obbligatorie in cui la coppia quasi scoperta deve arrossire, respirare pesantemente e apportare aggiustamenti furtivi ai propri vestiti, mentre l’inaspettato visitatore non nota nulla o finge di non notare nulla. Con Heck, c’è una linea sottile tra quelle due calibrazioni di notare.

Luce non vuole rompere il matrimonio di Rachel. Ignara che come lesbica più esperta è richiesta da noiosi cliché per essere la predatrice, lei cerca nobilmente di sopprimere i suoi sentimenti. Ma Rachel cresce consumata dall’ossessione romantica, e presto Heck sente che la luna di miele è finita quando tecnicamente dovrebbe ancora canticchiare.

Il film è ambientato a Londra, il che significa che tutti possono essere più distaccati e civilizzati e incapaci di notare l’omosessualità di quanto sarebbe possibile, per esempio, a San Francisco. Non ci sono tuttavia barriere tra Rachel e Luce se non per il fatto del suo matrimonio, che viene facilmente eliminato una volta che la trama si mette al lavoro.

La maggior parte del tempo è dedicato a dispositivi per sitcom che coinvolgono familiari, amici, doppi sensi, fughe ravvicinate e sinceri cuori a cuore, specialmente tra Heck e Coop, che sono terribilmente simpatici e terrificanti. Rachel ha una sorellina di nome Beth ( Sharon Horgan ), che è così intelligente che dice solo cose che sono accidentalmente o deliberatamente percettive. E Rachel ha dei genitori ( Celia Imrie e Anthony Head ), che nella tradizione di tutte le commedie britanniche sono apparentemente pazzi fino al punto in cui sono tenuti a dimostrare accettazione, intuizione e amore incondizionato.

TRAILER

Consiglio/Sconsiglio

Consiglio il film per chi vuole vedere un film diverso dal solito e lontano, come dicevo prima, dai soliti cliché a cui siamo stati abituati dagli altri film di questo genere e che affrontano le difficoltà di una donna quando scopre e realizza di essere lesbica in età adulta. 

Sconsiglio per chi non vuole vedere una commedia romantica ma anche molto divertente in certi momenti.

Come sempre vi ricordo di continuare a seguirci sulla nostra pagina Facebook Showteller – Desperate Series Addicted e sulle nostre pagine affiliate Empire State of Mind, Tutta colpa delle serie TV , Serie Tv News e Noi siamo Fanvergent

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

You cannot copy content of this page