Il diario segreto di Noel Recensione

Il diario segreto di Noel Recensione
Reading Time: 4 minutes

Indice

Qui il nostro articolo su Il diario segreto di Noel
Trama di Il diario segreto di Noel

Jake, il protagonista del film Netflix Il diario segreto di Noel interpretato da Justin Hartley, è un famoso romanziere che si è lasciato il passato alle spalle. Da giovanissimo, è stato cacciato di casa dalla madre, mentalmente instabile, e da allora non vi ha più messo piede. Ogni sua nuova certezza viene però rimessa in discussione quando, il giorno prima di Natale, una telefonata lo avvisa che la madre è morta improvvisamente e che gli ha lasciato la sua proprietà in eredità. La circostanza lo spinge allora a ritornare a casa, là dove si era giurato di non ritornare mai più.

il diario segreto di noel recensione

Questo è il nostro punteggio 4/5

Commento personale alla puntata

Il dramma romantico Il diario segreto di Noel racconta la storia di uno scrittore di talento di nome Jake Turner, che è costretto a esplorare il suo passato dopo la morte di sua madre. Jake visita la casa di sua madre per risolvere la questione con la sua proprietà. Una ragazza colta di nome Rachel arriva poco dopo, alla ricerca della sua madre biologica, quando Jake sta ripulendo la sua casa d’infanzia durante le vacanze.

Poco dopo, Jake scopre un diario nascosto che contiene la storia passata di Rachel e del suo, oltre a spiegazioni sul loro passato. Nonostante provengano da mondi diversi, entrambe le loro esperienze sono legate da un filo conduttore.

Successivamente, i due intraprendono un’avventura insieme per conoscere la loro storia e scoprire cosa speravano per questo Natale. Nonostante Rachel sia fidanzata, c’è una connessione istantanea tra loro che è alimentata dal loro viaggio per visitare il lontano padre di Jake nel tentativo di scoprire maggiori informazioni sulla madre di Rachel. Entrambi devono affrontare le proprie lotte e ansie mentre il loro viaggio prende varie svolte.

il diario segreto di noel recensione

Ma ecco cosa ci mostra Il diario segreto di Noel

Sebbene la trama mantenga le caratteristiche di un dramma romantico tradizionale, si discosta dall’essere un tipico film natalizio non facendo della vacanza l’obiettivo principale. Inoltre, i due personaggi principali hanno retroscena profondi e avvincenti, elevando questa commedia romantica natalizia al di sopra della maggior parte dei film “sboccia l’amore a fine dicembre”.

La commedia romantica non si preoccupa di prendere in giro l’umorismo caratteristico che di solito precede queste storie d’amore natalizie. D’altra parte, tratta dell’agonia del dolore e della persistente possibilità dell’amore. La neve soffice e la gente allegra sono state sostituite da vento gelido e scene di freddo pungente che proiettano una presenza cupa su questo dramma tragico ma divertente.

Tuttavia, il film soccombe gradualmente alla tradizione natalizia, poiché Jake finalmente affronta il suo passato e Rachel considera come il suo amore per Jake sia ostacolato dal suo fidanzato.

il diario segreto di noel recensione

Diretto da Charles Shyer, Il diario segreto di Noel dipinge un quadro semi-realistico delle relazioni mentre racconta una commovente storia d’amore e legami familiari. Il dramma è emotivamente ricco grazie alle sequenze scritte magistralmente, inclusa una in cui Rachel scopre il diario di sua madre Noel nel veicolo di Jake e un’altra in cui Jake alla fine fa visita a suo padre dopo la sua prolungata assenza dalla vita di Jake.

Il film ha ancora alcuni tropi, vale a dire quello che coinvolge una premessa su un fidanzato sbadato che può essere scartato facilmente. Il personaggio principale fatica a lasciarlo, ma sembra che sia così solo perché le dà stabilità. Dal momento che è un dramma romantico, non possiamo aspettarci molto nell’aspetto morale, ma dovrebbe esserci almeno un suggerimento di un dilemma interno, che non sembra essere affatto presente.

L’accattivante cinematografia del dramma colpisce tutte le note giuste per dare a questo un tocco a tema natalizio. Il direttore della fotografia del film ha svolto un lavoro eccezionale nel cercare di catturare le sequenze che evocano uno stato d’animo sentimentale ed edificante durante la commedia romantica. È incredibilmente mozzafiato assistere a sequenze come quella in cui Jake e Rachel festeggiano il Natale nella casa natale di Jake e un’altra in cui assistono alla forte nevicata. È davvero ragionevole concludere che la cinematografia del film contribuisce in modo significativo al suo fascino.

Scopriamo insieme i due protagonisti
il diario segreto di noel recensione

Justin Hartley e Barrett Doss interpretano rispettivamente Jake e Rachel ed eccellono nei loro ruoli drammatici. Justin Hartley in particolare è una scelta formidabile per il ruolo. Per dirla alla leggera, la trasformazione del protagonista da qualcuno che non crede nell’amore a un individuo innamorato di Rachel è avvincente. L’attore si è completamente immerso nel ruolo e ha mostrato tutte le complessità emotive sfumate del personaggio.

Per riassumere, questo dramma è un piacevole diversivo dai film natalizi esagerati e cliché che appaiono in questo periodo dell’anno. La trama è carica di passato emotivamente ricco e tragico, avventure natalizie e, sfortunatamente, una storia leggermente cliché di abbandonare facilmente un fidanzato una volta che il “vero amore” mostra. I due protagonisti esemplificano che questi romanzi natalizi possono deviare dalle convenzioni di genere festive senza compromettere la chimica a favore di un tema più oscuro.

Voi cosa ne pensate?

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

You cannot copy content of this page