House of Cards season 6: tutto quello che sappiamo al momento!!

Reading Time: 7 minutes

Era una volta la serie di punta di Netflix. Ora, il futuro di House of Cards è in discussione in seguito a una serie di accuse contro il suo protagonista Kevin Spacey, che ha interpretato Francis “Frank” Underwood dal 2013. La serie è stata cancellata? Spacey farà parte di una sesta stagione? Ecco tutto ciò che sappiamo in questo momento.

Data di rilascio di House of Cards 6: Quando arriverà?
Inizialmente, i nuovi episodi avrebbero dovuto scendere su Netflix nella primavera del 2018, rispecchiando il modello di rilascio delle stagioni precedenti. Le riprese sono iniziate a gennaio 2018 quasi tre mesi dopo la decisione di sospendere la produzione. E ora sappiamo finalmente che l’ultima stagione dello show arriverà su Netflix il 2 novembre 2018.

House of Cards, stagione 5: come è finita?
Sotto un intenso controllo della Commissione per la Dichiarazione di Guerra, e di fronte alle indagini per il suo coinvolgimento nella morte di Zoe Barnes, Frank si dimette dalla presidenza. Al suo posto, Claire presta giuramento e assume la presidenza – come Frank aveva pianificato da sempre. Conduce un’operazione per rintracciare Yusuf Al-Ahmadi, l’inafferrabile terrorista dell’ICO che affligge gli Stati Uniti. Frank chiede perdono pubblico a Claire sia per lui che per il suo aiutante Doug Stamper. Lei accetta di farlo nella sua prossima trasmissione televisiva, ma dice a Frank che per il loro accordo segreto di lavoro, deve lasciare la Casa Bianca e far sembrare che siano estranei.
Quella notte, Claire fa il suo primo discorso televisivo come nuovo presidente, informando la nazione che hanno ucciso Ahmadi e che gli Stati Uniti stanno andando in guerra con il gruppo terroristico ICO.
Tuttavia, non fa menzione di perdono a Frank o Doug, nonostante abbia accettato di farlo. Frank, che ha seguito la trasmissione, la chiama per chiedere una spiegazione, ma Claire rifiuta la chiamata, fissa il pubblico della telecamera e dichiara freddamente: “Il mio turno”.

Il trailer di House of Cards per la stagione 6: Cosa c’è dentro?
Il primo teaser per la stagione conclusiva è stato rilasciato durante gli Oscar del 2018, senza alcun filmato reale e solo una lunga camminata per l’Oval Office e Claire ha detto: “Stiamo per iniziare”. E poi per festeggiare Independence Day, Netflix ha rilasciato un altro teaser senza alcun nuovo filmato, mostrando solo Claire nella Lincoln Memorial.

Cast di House of Cards della stagione 6: chi apparirà?
Al momento non è chiaro in che misura Kevin Spacey sarà presente nella sesta stagione di House of Cards come Frank Underwood, se davvero appare. Spacey è attualmente in cerca di trattamento dopo le accuse che ha fatto avances sessuali indesiderate verso Star Trek: Discovery attore Anthony Rapp quando Rapp era solo 14. Nei giorni successivi a quelle accuse, diversi impiegati attuali ed ex di House of Cards hanno accusato Spacey di cattiva condotta e la polizia ha aperto un’indagine.

Il 4 novembre, Netflix ha rilasciato una dichiarazione in cui dichiarava di non andare avanti con House of Cards a meno che Spacey non lasciasse la serie. “Continueremo a lavorare con [produttore] MRC durante questo intervallo di tempo per valutare il nostro percorso in avanti in relazione allo spettacolo.”

All’epoca, MRC aveva solo “sospeso” Spacey mentre la produzione nella prossima stagione finale si raggruppava, dicendo nella sua stessa dichiarazione: “Mentre continuiamo le indagini in corso sulle accuse gravi riguardanti il ​​comportamento di Kevin Spacey sul set di House of Cards , egli è stato sospeso, immediatamente efficace. MRC, in collaborazione con Netflix, continuerà a valutare un percorso creativo per il programma durante la pausa. In seguito è stato confermato che Spacey non sarebbe tornato alla serie , con i piani confermati per scrivere completamente il personaggio di Kevin Spacey, Francis Underwood, e spostare interamente l’attenzione su Claire Underwood (Robin Wright).

Wright ha confermato di riprendere il ruolo di Claire: ora Presidente degli Stati Uniti, aver usurpato Frank e ucciso il suo amante Tom Yates , uno scrittore con una conoscenza che avrebbe potuto seppellire gli Underwood. Michael Kelly tornerà anche come Doug Stamper, capo dello staff della Casa Bianca , al fianco di Jayne Atkinson (Cathy Durant), Boris McGiver (Tom Hammerschmidt), Derek Cecil (Seth Grayson), Patricia Clarkson (Jane Davis) e Campbell Scott (Mark Usciere). Anche Constance Zimmer – la cui giornalista investigativa Janine Skorsky non è stata vista dalla quarta stagione – sta tornando, mentre è anche possibile che Neve Campbell possa tornare come LeAnn Harvey.

LeAnn è stata assunta quindi licenziata dal suo ruolo di capo di stato maggiore di Claire e la sua auto è stata successivamente portata fuori strada – ma non abbiamo mai visto il suo corpo. In precedenza aveva consegnato prove schiaccianti, dimostrando che gli Underwood influenzarono illegalmente le elezioni, al loro alleato Jane Davis (Patricia Clarkson), e Frank fece il tentativo sulla vita di LeAnn poco dopo. È sopravvissuta? Tra le novità del cast ci saranno anche Diane Lane e Greg Kinnear – suoneranno fratelli, anche se ulteriori dettagli sui loro personaggi saranno mantenuti ben nascosti – e Cody Fern di American Crime Story – ancora, chi sta suonando deve ancora essere confermato.

Episodi di House of Cards per la stagione 6: cosa succederà dopo?
La sesta stagione era originariamente prevista per 13 episodi, come per tutte le precedenti cinque stagioni che risalgono al 2013. Tuttavia, le modifiche dello script dell’ultimo minuto imposte dalla partenza di Spacey indicano che la stagione dovrebbe arrivare ad appena 8. Già a giugno, il co-showrunner Frank Pugliese aveva già confermato che la presidenza di Claire avrebbe, senza sorprese, rappresentato un arco importante per tutta la stagione 6.
Sulla relazione del personaggio con il pubblico, dato che Claire – come suo marito – ora rompe il quarto muro per parlarci, Pugliese ha aggiunto: “Non penso che lo farà nel modo in cui lo ha fatto Frank. potrebbe essere davvero eccitante. I bisogni di Claire da parte del pubblico sono unici per lei. Vogliamo che Francis e Claire siano uguali ma diversi.”

Naturalmente, i piani per i nuovi episodi hanno dovuto essere modificati seguendo Spacey e House of Cards, lasciando spazio a riscritture significative.

“I poveri [scrittori] hanno sudato sulle loro candele e penne”, ha rivelato Michael Dobbs, autore dei romanzi originali di House of Cards.

“E’ stato davvero, veramente difficile, ma ciò che Media Rights Capital, Netflix e gli scrittori hanno fatto è superbo: hanno fissato degli standard e sono tornati con alcune belle e fresche novità creative”.

La produzione della serie è stata sospesa a partire da ottobre 2017, mentre Pugliese, la collega Melissa James Gibson e il loro team di sceneggiatori hanno tentato di scrivere attorno all’appello di Spacey. A novembre è stato annunciato che la sospensione è stata prorogata per altre due settimane “con la speranza di riprendere presto la produzione”.

All’inizio di dicembre è arrivata la conferma ufficiale che House of Cards sarebbe tornata per 8 episodi finali con Wright in testa e, soprattutto, senza Spacey. I primi due episodi della sesta stagione erano già stati girati prima dell’arresto del lavoro, tuttavia, tutti i filmati girati prima dell’uscita di Spacey ora dovrebbero essere rottamati , con la serie che inizia una trama completamente nuova. Un percorso aperto agli scrittori è quello di uccidere Frank – l’originale adattamento della BBC di House of Cards , basato sui romanzi di Michael Dobbs, concluso con il serial del 1995 The Final Cut, in cui l’analogo di Frank Francis Urquhart è effettivamente ucciso da un cecchino.

House of Cards cancellato: la serie è stata cancellata?
Sulla scia delle accuse di Spacey, Netflix ha annunciato che la sesta stagione di House of Cards sarebbe stata l’ultima dello show, anche se ha insistito sul fatto che questa decisione fosse stata presa in realtà qualche tempo prima. Secondo la CNN, il cast e la troupe della House of Cards hanno un tempo limitato per completare la stagione 6 a causa di altri obblighi contrattuali. Nella maggior parte dei casi, non è sempre possibile estendere tale impegno a causa di ritardi imprevisti, dato che la maggior parte delle volte ha altri posti di lavoro in coda. Tuttavia, Netflix ha confermato che la produzione della stagione 6 riprenderà all’inizio del 2018, con gli episodi finali dello show in fase di ristrutturazione, piuttosto che totalmente abbandonati.

Spin-off di House of Cards: ci sarà o non ci sarà?
Qualunque cosa accada alla serie madre, Netflix sta già sviluppando modi per estendere il marchio House of Cards, con diversi pitch per uno spin-off show attualmente in fase di studio. Una potenziale idea dello scrittore ex- House of Cards Eric Roth avrebbe avuto Michael Kelly che riprendeva il ruolo di fissatore di sporcizia Doug Stamper mentre lavorava su nuove crisi politiche. All’inizio di quest’anno, ha riflettuto sulle riprese di questa stagione dopo l’uscita di Spacey, dato che la maggior parte delle scene di Stamper era con Frank.

“Per tornare agli stessi stadi, agli stessi set, leggermente modificati con un nuovo presidente ovviamente, ma tornare a quei set e tutto ad un tratto essere con persone completamente diverse, è stata una sensazione strana”, ha spiegato.

“C’è ovviamente un milione di emozioni che ho attraversato, che ho elaborato durante tutta la faccenda, non voglio parlarne troppo perché è stato straziante in tanti modi. Penso che ne sto ancora affrontando molte, elaborare l’intera faccenda. È difficile. “

Quindi c’è una possibilità che non sarà nemmeno pronto a portare avanti il ​​personaggio di Stamper in uno spin-off. Un’altra possibilità è uno spettacolo incentrato sui media di Washington DC che hanno lavorato per abbattere gli Underwood, con le possibilità di Constance Zimmer e Boris McGiver di esibirsi nei giornalisti di Washington Herald , Janine Skorsky e Tom Hammerschmidt.
Una terza opzione potrebbe spostare l’attenzione su Wall Street, da raccontare attraverso gli occhi del grosso mediatore politico del potere Raymond Tusk (Gerald McRaney) o forse un nuovo magnate.

Quale opzione finisce per essere perseguita, sembra che alcuni personaggi saranno ancora in piedi una volta che House of Cards sarà finito.

Come sempre vi ricordo di continuare a seguirci sulla nostra pagina Facebook Showteller – Desperate Series Addicted e sulle nostre pagine affiliate Empire State of Mind, Tutta colpa delle serie TV , Serie Tv News e Noi siamo Fanvergent

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

You cannot copy content of this page