Grey’s Anatomy: Recensione 17×05 – Combatti il potere

Grey’s Anatomy: Recensione 17×05 – Combatti il potere
Reading Time: 4 minutes

Cari Lettori, Buon Natale! Questo episodio di Grey’s Anatomy racchiude un messaggio estremamente importante che sarebbe meglio ricordare, ma lo vedremo fra poco. Intanto noi di Showteller vi riauguriamo un felice e sereno Natale e una buona lettura! Partiamo con la trama.

Questo è il nostro punteggio: 4,5/5

Trama

Dopo esser stata inserita nel trial clinico, Meredith sembra riprendersi a poco a poco, ma la strada da fare è ancora lunga. Protagonista di questo episodio è però la Bailey, che gestisce in maniera impeccabile l’ospedale nonostante la pandemia. Viene però a sapere che la struttura nella quale soggiornano i genitori è diventato un focolaio del COVID, e la dottoressa si mette subito in moto per portare entrambi all’albergo in cui vive. Purtroppo però, la madre della Bailey ha contratto il virus ed è in fin di vita. Scopriamo in aggiunta che è affetta da Alzheimer, ma nonostante questo ogni tanto ha dei momenti di lucidità. La Bailey è a pezzi e cerca conforto in Meredith che è l’unica persona che può capirla, nonostante lei sia in coma. Intanto Jo è affranta per la sua vita sentimentale, ma spinta da Levi torna in ospedale ad aiutare una sua vecchia paziente, una donna che ha portato avanti una gravidanza molto particolare, e fortunatamente riesce a guarirla nonostante le complicazioni. Jo riprende quindi in mano la sua vita soprattutto dopo aver aiutato un’infermiera a far partorire una paziente, nonostante non sia esattamente il suo reparto.

Intanto Jo è affranta per la sua vita sentimentale, ma spinta da Levi torna in ospedale ad aiutare una sua vecchia paziente, una donna che ha portato avanti una gravidanza molto particolare, e fortunatamente riesce a guarirla nonostante le complicazioni. Jo riprende quindi in mano la sua vita soprattutto dopo aver aiutato un’infermiera a far partorire una paziente, nonostante non sia esattamente il suo reparto. All’ospedale arriva Koracick anche lui messo male per via del virus, infatti oltre a ripotare i sintomi più gravi del COVID sembra anche avere alcuni problemi legati al sistema neurologico. Viene quindi chiamata Amelia che corre subito all’ospedale ad aiutarlo, tornando finalmente in azione. L’episodio si conclude con un momento molto toccante: la Bailey vorrebbe che sua madre si lasciasse andare e andasse oltre, perché non sopporterebbe di vederla morire due volte – la prima volta con la perdita della memoria e la seconda volta con la morte definitiva – e quindi la invita ad andare via. Preferisce che muoia per l’Alzheimer e non per il virus perché se morisse per il virus allora lei sarebbe soltanto uno dei dati statistici riguardanti le vittime del COVID. A questo punto, la Bailey accompagna la madre a una morte dolce, mentre la sua voce fuoricampo ci invita a pensare alle vittime del virus non come un numero, ma come persone che hanno vissuto una vita spezzata prematuramente.

Commento Personale

Fra tutti questo è l’episodio che abbiamo gradito di più, perché ci ha fatto notare qualcosa che non tutti notano: le vittime del virus. Siamo sempre stati abituati a vedere quante persone sono decedute e mai chi è deceduto per colpa del virus. Siamo anche sempre stati abituati a dispiacerci per la morte o la malattia di persone famose, senza mai pensare alle altre centinaia e centinaia di persone la cui vita stava procedendo per il verso giusto e poi è stata stroncata sul colpo da un virus. Non pensiamo mai alle persone che hanno perso i loro cari per via del virus. Questo episodio di Grey’s Anatomy ci aiuta, anche se in minima parte, a ricordare tutto questo, a dare un vero e proprio valore a quel numero che ogni giorno controlliamo giusto per renderci conto di quanto il virus ci stia piegando alla sua volontà. Questa è soltanto uno dei messaggi importanti che questo episodio ci ha trasmesso. Un altro messaggio importante è certamente quello di indossare la mascherina – messaggio trasmesso anche nei precedenti episodi ma in questo in maniera più marcata e anche in chiave ironica.

Passando alle vicende dell’episodio, siamo contentissimi del ritorno di Amelia al Grey Sloan, in tutta la sua cazzutaggine. E’ una forza della natura ed era un vero peccato veder sprecato un personaggio così bello, rifilato negli episodi giusto per colmare qualche buco della trama. Siamo anche contenti di Jo che ha iniziato a ricostruire i pezzi di se stessa, la scena in cui aiuta una donna a partorirre è stata una fra le più belle dell’episodio. Nel suo insieme la puntata è stata davvero commovente, una di quelle puntate che ti suscita il magone e ti fa scendere i lacrimoni, come solo Grey’s sa fare.

Da qui è tutto! Grey’s Anatomy ritornerà agli inizi di marzo, ma probabilmente il sesto episodio (quello mandato in onda in America l’ultima settimana di Dicembre) verrà rilasciato in Italia un po’ prima. Ad ogni modo, ancora auguri di Buon Natale, all’anno nuovo!

Unitevi alla nostra community su Facebook per parlare con noi e con altri amanti delle serie TV !! Vi aspettiamo numerosi
/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Anto

La mia iniziazione nel mondo delle serie tv l'ho avuta a quattro anni quando la televisione era ancora in 4:3 e trasmettevano settimanalmente gli episodi di Streghe. Grazie alle serie tv e ai libri ho capito davvero cosa significhi sognare per davvero!

You cannot copy content of this page