fbpx

Grey’s Anatomy: Recensione 17×04 – Non Camminerai Mai in Solitudine

Grey’s Anatomy: Recensione 17×04 – Non Camminerai Mai in Solitudine
Reading Time: 4 minutes

Continua la lotta di Meredith tra la vita e la morte, in questo episodio un’altra persona tornerà dal passato, sconvolgendo probabilmente la situazione della dottoressa. Vediamo insieme cosa succede in questo quarto episodio!

Questo è il nostro punteggio: 3,5/5

Trama

Si aggrava la situazione COVID nell’ospedale sia per i medici che per i pazienti, che muoiono ogni giorno sempre di più. Anche la situazione di Meredith si aggrava, difatti nel suo “Paradiso interiore” incontra George. I due passano un’intera giornata insieme, conversando su quanto per George fosse stato bello vivere, quanto gli sarebbe piaciuto rimanere se avesse potuto, e avvertendo Meredith che se volesse mai morire, perderebbe tutto ciò che la vita ha di bello da offrirle. Intanto Weber è indeciso sul da farsi, non sa se inserire Meredith nel trial clinico o no, dato che questo non da certezze. È in questo momento che vediamo qualcosa diverso nel paradiso personale di Meredith: accanto a lei e a George compaiono anche Weber e la Bailey, che tengono molto a lei e vorrebbero che guarisse. In verità tutto l’ospedale è provato per la sua malattia, e spera che torni presto in azione ad aiutarli.

Protagonisti di questo episodio sono Jo e Jackson che continuano questa loro amicizia particolare, anche se sembra proprio che la relazione fra i due stia prendendo una piega diversa e inaspettata. In questo episodio torna centrale l’argomento “razzismo”, infatti all’ospedale arriva una donna che disprezza il dottor Kim per le sue origini, e arriva un paziente di origini asiatiche con gravi problemi, già curato in passato da Owen. Scopriamo infatti che la diagnosi iniziali del dottore era sbagliata e basata su preconcetti razzisti, anche se non voluti, e svelati da una specializzanda di origini asiatiche. Ovviamente il dottore è mortificato e si riprometterà di non farlo mai più. A proposito del dottor Kim a quanto pare quello che abbiamo visto negli episodi precedenti in merito alla sua relazione con Levi, era pura illusione, perché i due sembrano essere in una situazione di stallo. La situazione di Koracik invece sembra vederlo inizialmente bene ma poi peggiora gravemente, soprattutto quando Teddy va a trovarlo.

Commento Personale

Un episodio “nella norma”, potremmo quasi definirlo. Sostanzialmente le uniche scene più interessanti sono state quelle con Meredith e George: è stato un personaggio tanto amato e ci ha fatto piacere rivederlo, tra l’altro in un momento così importante per Meredith. Mentre Derek sembrava chiamarla a sé, George ha giocato un ruolo opposto, le ha fatto capire quanto la vita sia importante. Infatti la scena finale ci fa capire che qualcosa si è smosso in Meredith, probabilmente riprenderà conoscenza o probabilmente continuerà questo viaggio etereo, fino a quando non prenderà una decisione definitiva.

Scene più noiose quelle tra Jo e Jackson. Sinceramene di loro non ne avevamo bisogno, cioè a questo punto la loro storia sembra molto forzata e messa lì proprio perché nella precedente stagione entrambi sono rimasti single, ma questa storyline è noiosa e ripetitiva, simile ad altre storie amorose che già abbiamo visto nel corso degli anni. Un po’ più interessante è stata la piega che ha preso la relazione tra Kim e Levi: Levi lo vuole ma Kim sembra aver preso le distanze da lui, probabilmente vedremo esplodere lo specializzando nei prossimi episodi e qualche colpo di scena farà guadagnare qualche punto a questa stagione che sembra aver ingranato.

Ultime considerazioni

Nel suo complesso l’episodio è stato interessante, ma non del tutto. A tratti è stato noioso, abbiamo visto stralci di storyline mandate avanti quasi forzatamente. Non parliamo solo di Jo e Jackson, ma anche di Amelia e Maggie che sembrano giusto compensare qualche vuoto che senza di loro non resterebbe colmato. Forse con la questione Covid non c’è più molto spazio per altri personaggi che nelle scorse stagioni ci hanno regalato stupende emozioni, ma a questo punto ne vale la pena rovinare personaggi così belli? La serie è soltanto agli inizi, speriamo di vedere qualcosa di più nella seconda parte, o anche nei prossimi episodi prima della pausa invernale!

Unitevi alla nostra community su Facebook per parlare con noi e con altri amanti delle serie TV !! Vi aspettiamo numerosi

Pubblicato da Anto

La mia iniziazione nel mondo delle serie tv l'ho avuta a quattro anni quando la televisione era ancora in 4:3 e trasmettevano settimanalmente gli episodi di Streghe. Grazie alle serie tv e ai libri ho capito davvero cosa significhi sognare per davvero!

You cannot copy content of this page