For the People 2 x 02 “This is America” Recensione

Casi che contano! La seconda stagione di For The People è in fiamme e offre storie incredibili una dopo l’altra. Non mi aspettavo che lo spettacolo superasse la qualità delle storie che hanno raccontato nella prima stagione, ma in qualche modo ci stanno riuscendo e in tutta la sua gloria è diventato il dramma di qualità della ABC in onda.

Prima di scavare nella magistrale interpretazione di Anna Deavere Smith con la sua interpretazione di Tina parliamo di Kate che sta riprendendo il suo ruolo. Susannah Flood è sicuramente la star di questo spettacolo in quanto le sue esibizioni sono sempre così delicate e profonde. Spingerla in questo spazio insicuro dove deve uscire e combattere per il suo posto tra i pubblici ministeri era al tempo stesso esilarante e potente. Le scene di Kate e Seth erano perfette, la loro amicizia è una base così forte per lo spettacolo da costruire e dare ad entrambi i personaggi uno sviluppo adeguato. La scrittura sembra davvero autentica e l’equilibrio tra le rispettive posizioni all’interno della loro amicizia sembra reale.

Il potere e la determinazione di Kate nel condannare il bastardo, che quasi fa e crea l’omicidio perfetto, fu ammirevole. Amo la sua passione e il modo in cui interpreta la vita e il suo lavoro si sente così profondo, ma su questa base semplice si basa. Il suo modo di analizzare questo caso alla fine le ha portato la vittoria. È tutto sui dettagli. Un grande plauso agli scrittori per aver portato questo caso sul piccolo schermo, molto intrigante e tortuoso. Le linee che le persone incrociano per scappare da un omicidio sono troppo strane.

Nel frattempo, dall’altra parte della Court House, Tina Krissman ha finalmente ottenuto l’attenzione che meritava da sempre. La deportazione è un argomento così importante al momento, con i piani di Trump e la separazione violenta di bambini e genitori questo episodio ha colpito tutti i posti giusti. La bellezza di questa storia consiste in un modo pacifico di affrontare questo argomento. Hanno estratto la componente violenta e si sono concentrati solo sull’incapacità di realizzare qualsiasi cosa. La passività, la lotta e tutti gli ostacoli che la squadra ha dovuto attraversare con ogni mossa erano incredibilmente frustranti anche per me come spettatore.

Anna Deavere Smith eccelleva in questa storia. Tina negli 11 episodi precedenti è stata una figura forte, saggia con tutta l’esperienza del mondo, con una visione chiara e commovente. E questo è continuato questa settimana mentre indossava le sue scarpe Mama Bear e faceva la cosa giusta. Proteggere il bambino rimasto solo che viene separato da suo padre in modo così crudele.

Jay, essendo la prima chiamata di Tina, è una testimonianza della loro relazione e la disperazione vissuta da entrambi durante questo viaggio era palpabile. La loro conversazione sull’America in cui vivono con il parallelismo di come si ricordano il paese, cosa si aspettano da esso e dove l’America è ora stanno colpendo il punto giusto. Gli sceneggiatori hanno fatto un lavoro straordinario con la semplicità di questa scena, usando solo le parole per raccontare la storia di quanto fosse crudele questa intera situazione. La luce che Anna ha portato a questa storia con la sua esibizione è stata incoraggiante e che in tutta questa disperazione ci potrebbe essere un po’ di luce in cui tutti possiamo coltivare qualcosa per un domani migliore.

Commento personale nella puntata

Nel complesso è stato davvero un ottimo episodio. Questa seconda stagione sta affrontando fino ad adesso due tematiche davvero molto sentite in America e la affronta con una calma e risolutezza che servirebbe in situazioni come queste. Credo che nei prossimi episodi ne vedremo delle belle. Voi cosa ne pensate?

COME SEMPRE VI RICORDO DI CONTINUARE A SEGUIRCI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
SHOWTELLER & DRAMAADDICTED
E SULLA PAGINA DEDICATA ALLA SERIE TV FOR THE PEOPLE ITALIA

For The People, Recensioni , , , ,

Informazioni su Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

Precedente Skam Italia commento 3x01 Successivo "American Gods": rinnovata per una season 3!!