I Miglior Family Drama della decade 2010 – 2019

Ci stiamo avvicinando verso la fine di questo decennio e noi di ShowAddicted abbiamo pensato di dedicare fino alla fine dell’anno una volta settimana un articolo dedicato alle serie che si sono susseguite in questo decennio!!

Questa settimana è il turno delle migliori serie Family Drama del decennio!!

SPOILER ALERT

SE NON AVETE VISTO QUALCUNA DELLE SERIE SOTTO ELENCATE NON PROSEGUITE NELLA LETTURA. MA SE SIETE CURIOSI DI SAPERE QUALE SERIE ABBIAMO SCELTO PROSEGUITE SENZA NESSUN INDUGIO E PERICOLO! PS L’ELENCO PROPOSTO NON È MESSO IN UN ORDINE PRECISO, SONO SOLO I MIGLIORI DI TUTTE LE SERIE USCITE NEL DECENNIO!!


GLEE (2009-2015)

Nonostante una delle miglior serie musical sia iniziata alla fine del decennio scorso, ci ha accompagnato per metà di questo decennio a suon di musica, coreografie e gare di canto coreografato che, diciamocela tutta, ci hanno sempre tenuto col fiato sospeso e non sono mai state scontate neanche per un istante. Con le sue sei stagioni, Glee si è dimostrata molto più di una serie adolescenziale: con i suoi iconici “compiti della settimana”, in ogni episodio ci ha insegnato tanto, ci ha fatto capire quanto possa essere importante la musica nella nostra vita e soprattutto che le minoranze non esistono: siamo tutti uguali. Un re-watching prima della fine dell’anno ci sta?

GOSSIP GIRL (2007-2012)

“And who am I? That’s one a secret I’ll never tell. You know you love me. XOXO, Gossip Girl” Ed è così che inizia uno dei  teen drama che hanno segnato la storia delle serie tv. Anche questa serie è iniziata lo scorso decennio, finendo però all’inizio del decennio corrente. Personalmente, avrebbero potuto continuare all’infinito, ma purtroppo a tutto c’è una fine. La serie ruota attorno a scandali, raggiri e pugnalate alle spalle, il tutto gestito da una misteriosa ragazza che si firma come “Gossip Girl”. Nonostante i ricchi protagonisti sono i primi bersagli della ragazza sconosciuta, loro sono i primi a utilizzarla per far circolare i segreti di ognuno di loro in tutta Mahnattan. Tra problemi di cuore, rapporti che si rompono e scandali in agguato, in ogni episodio è impossibile chiedersi: e ora cosa farà Gossip Girl?

BIG LITTLE LIES (2017 – oggi?)

Basata sull’omonimo romanzo di Liane Moriarty, la serie HBO sembra una forte scelta per rientrare tra le family drama, da David E. Kelley che scrive a Reese Witherspoon e Nicole Kidman come produttrici esecutive e interpretato da Laura Dern, Shailene Woodley, Alexander Skarsgård , Zoe Kravitz e Adam Scott che capisci che questa serie potrebbe avere un enorme potenziale. Ma non ne sei certo fino a quando non ti ci soffermi e vedi che il mistero diretto da Jean-Marc Vallée e che il vero punto focale della serie e l’atmosfera della storia si rivela essere un mondo di privilegi e apparenze che si tengono a malapena uniti per nascondere la tossicità sotto la superficie. Big Little Lies visivamente e audacemente seducente, seduce i sensi e lo spirito mentre la storia si fa strada verso la sua inesorabile conclusione autorizzante. Big Little Lies sarebbe stata più che soddisfacente con una sola stagione, ma con la seconda stagione ci ha donato molto di più e ne vogliamo ancora di più di queste donne!!

DOWNTON ABBEY (2010 – 2015)

I Crawley potrebbero aver indossato abiti antichi, la PBS ha fatto un capolavoro con gli abiti di quell’epoca, ma in molti modi hanno riportato il piacere di vedere come vivevano nel secolo scorso le famiglie borghesi inglesi. Downton era una serie di famiglia che considerava come gli alti e bassi della vita domestica parlassero ai cambiamenti economici e sociali degli inizi del XX secolo. Ma ha anche offerto: romanticismo, omicidio, costumi meravigliosi, tradimento costante, intercettazioni sfrenate, morti devastanti e cose molto brutte che coinvolgono la famiglia mentre passa da un secolo ad un altro e quanto sia difficile per i borghesi trovare il loro posto nel mondo, ma non solo per loro, perché anche i domestici hanno sempre fatto quel lavoro.. Ha riportato in auge quel pezzo di periodo britannico forse poco conosciuto a molti, scavando deliziosamente anche nelle dinamiche tra nonne e papà tradizionali, così come le sorelle che hanno sempre pronto un insulto passivo-aggressivo.

JANE THE VIRGIN (2014 – 2019)

Jane the Virgin è molte, molte cose: telenovela, meta-commento sul concetto di finzione, storia della maturità, ritratto di una scrittrice come una giovane donna. Ma al centro, è uno spettacolo su una nonna, una madre e una figlia che sono al centro della vita reciproca e la cui dinamica familiare intergenerazionale fornisce il nucleo centrale delle storie della serie. Ogni donna ha la sua vita e i suoi desideri, ma Jane, Xo e Alba sono sorprendenti come quella rara famiglia televisiva che insiste per amarsi e vedersi veramente come persone. 

MODERN FAMILY (2009 – 2020)

Quando Modern Family ha debuttato per la prima volta nel 2009, ha immesso nuova energia nella sitcom di famiglia in un momento in cui la TV di rete era invasa da American Idol, varie incarnazioni di CSI e NCIS. Può sembrare strano usare la parola fresca in relazione a questa serie, che, a questo punto, non sembra più così. Ma questo check-in regolare con il clan Dunphy si è presentato come qualcosa di inventivo e molto divertente applicando l’approccio mockumentary utilizzato nelle commedie sul posto di lavoro come The Office alla vita domestica. Ancora più importante, si è assicurato che una coppia dello stesso sesso fosse una parte centrale del suo ritratto di genitorialità. Cam e Mitch sono responsabili di una maggiore accettazione nella vita reale del matrimonio gay? Mettiamola così: sicuramente non hanno fatto male, anzi hanno dato una visione tutta nuova e fresca ma soprattutto reale!!

THE FOSTERS (2013 – 2018)

Se Modern Family è la visione televisiva in streaming di prestigio di come una famiglia possa apparire al di fuori delle norme etero con Mitch e Cam, The Fosters è una serie TV di melodramma per adolescenti, in cui due donne gay gestiscono i traumi e i turbamenti della loro famiglia mista di figli adottivi, figlio biologico e figli adottivi. Le sue trame possono essere affollate e le sue storie tendono a sentirsi costantemente accresciute, ma ha anche quel tocco di verità e di affrontare le tematiche che stanno più a cuore agli adolescenti che è un piacere guardarlo.

THIS IS US (2016 – oggi)

Questa serie della NBC ha fatto qualcosa che mostra come Parenthood (ne parleremo più avanti), per quanto fosse grande, non riusciva proprio a decollare, anche se però ha lasciato un segno nei nostri cuori. This Is Us ci ha regalato per la prima volta il primo dramma familiare di successo della rete tradizionale. Lo ha fatto spiegando la complicata e spesso tragica storia della famiglia Pearson usando strumenti più spesso visti in spettacoli di alto concetto, tra cui colpi di scena narrativi e l’attenta suddivisione di indizi che approfondisce la nostra comprensione della storia dei Pearsons. This Is Us ci mostra quanto sia semplice adottare un bambino di colore con molta più sensibilità e profondità, oltre a comprendere che i problemi che mettono radici nella nostra giovinezza possono trasformarsi in qualcosa di testardo e robusto quando si diventa poi adulti.

PARENTHOOD (2010 – 2015)

Parenthood è sempre stato un buon dramma, ma, nel corso delle sue sei stagioni, è maturata in un modo straordinario. La serie NBC era palesemente reale. I Braverman siamo noi. Ad ogni episodio, la serie fornisce un’idea di cosa significhi far parte di una famiglia allargata, amorevole e intrigante, offrendo allo stesso tempo agli spettatori l’opportunità di un bel pianto catartico. I drammi familiari sono il tipo più difficile di programmazione di un’ora: devono coinvolgere gli spettatori senza un paziente settimanale da curare, il crimine da risolvere o il caso da contestare. Ecco perché un dramma familiare spesso si trasformerà nel dare una malattia a un personaggio principale. Parenthood è diventato silenziosamente uno dei migliori spettacoli in TV aprendo la strada al prossimo dramma familiare della NBC This is Us.

THE BOLD TYPE (2017 – oggi)

Quando The Bold Type è stato presentato per la prima volta, l’ho visto come una versione formidabile del tipo di show che amo e esattamente il tipo di show che Freeform dovrebbe fare. Ma mentre è progredito, è sbocciato nel tipo di spettacolo che tutti dovrebbero amare e tutte le reti dovrebbero fare, affrontando in modo intelligente una vasta gamma di argomenti, tra cui cyber bullismo, doppi standard di genere e test genetici. Jane (Katie Stevens), Kat (Aisha Dee) e Sutton (Meghann Fahy), ventenni donne che cercano di trovare successo nella rivista Scarlett mentre navigano nelle loro complicate vite amorose e negli alti e bassi dell’amicizia, parlano non solo di The Bold Type il pubblico di destinazione, ma per le donne di tutte le età. Dato l’attuale clima politico e l’ambiente culturale misogino, abbiamo bisogno di spettacoli che celebrino le donne e le ascoltino ruggire più che mai.

Ed eccole qui secondo noi le migliori serie family drama di questa decade che sta giungendo al termine!! Siete d’accordo con noi o avreste aggiunto qualcosa o tolto qualcosa? Fatecelo sapere lasciandoci un commento!!


Aiutaci cliccando su “MI PIACE” che trovi qui sopra, é un modo per ringraziarci.

Unitevi alla nostra community su Facebook per parlare con noi e con altri amanti delle serie TV !! Vi aspettiamo numerosi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.