Emma Watson, Kate Winslet, Emma Thompson e altri firmano una nuova lettera aperta a sostegno di #TimesUp in vista dei BAFTA

Reading Time: 3 minutes

Emma Watson ha anche sostenuto il nuovo Fondo per la giustizia e l’uguaglianza con una donazione di 1 milione di sterline.

In attesa della cerimonia BAFTA stellata di stelle, le star britanniche e irlandesi si sono unite per mettere il loro nome in un’altra lettera aperta per parlare delle molestie sessuali, delle discriminazioni e degli abusi.

Oltre 190 attrici hanno firmato una lettera aperta che stabilisce le richieste di cambiamento e il desiderio di rendere #TimesUp un movimento veramente globale, oltre a richiamare l’attenzione sul Fondo per la giustizia e l’uguaglianza del Regno Unito, un nuovo organismo che fornirà una rete di consulenza specialistica, supporto e organizzazioni di advocacy in tutto il Regno Unito.

“Carissime sorelle”, la lettera inizia – e potete leggerla per intero in The Observer o proprio qui .

“Poco più di un mese fa è stato lanciato Time’s Up […] In tutto il mondo, le donne si sono organizzate, resistendo e parlando – da Ni Nunca Más in America Latina e il movimento #lifeinleggings nei Caraibi, fino all’equilibrio Il movimento di Ton Porc in Francia e l’hashtag #EverydaySexism nel Regno Unito. Potresti aver visto #MeToo. Potresti aver detto: ‘Anche a me’.

“Questo movimento è più grande di un semplice cambiamento nel nostro settore: questo movimento è intersettoriale, con conversazioni su razza, classe, comunità, abilità e ambiente di lavoro, per parlare dello squilibrio del potere”.

La lettera continua a dire che nel Regno Unito il movimento si trova in una “congiuntura critica” e che i firmatari sperano di utilizzare i BAFTA come un modo per “celebrare questo straordinario momento di solidarietà e unità attraverso i confini riunendosi e rendendo questo movimento internazionale “.

“Forse Time’s Up sembra lontano un milione di miglia da te – iniziato da un gruppo di donne con privilegio”, continua. “La verità è che siamo tutti lavoratori e che siamo sotto i riflettori o nell’ombra, le nostre voci contano, con il nostro potere collettivo possiamo galvanizzare gli altri”.

Yes they can #womensmarch2018

Un post condiviso da Emma Watson (@emmawatson) in data:

La lettera invita inoltre i lettori a donare al Fondo per la giustizia e l’uguaglianza , che mira a creare “profondi cambiamenti personali, sociali, legali e politici che garantiranno a tutti di sentirsi al sicuro sul lavoro, a casa e in casa”.

“Insieme possiamo porre fine alla cultura delle molestie, degli abusi e dell’impunità”, si legge nella pagina GoFundMe del fondo.

Emma Watson ha portato il supporto al nuovo fondo con una donazione iniziale di 1 milione di sterline, con The Guardian aggiungendo che anche Tom Hiddleston e altre star hanno contribuito al fondo. Il Fondo per la giustizia e l’uguaglianza sarà supervisionato e gestito da Rosa , il principale fondo per le donne del Regno Unito, con l’apertura delle borse in primavera 2018.

“Se hai detto” tempo scaduto “, se le storie che hai letto sui giornali ti hanno risuonato e angosciato – unisciti a noi nel cambiare il quadrante”, conclude la lettera. “Facciamo il 2018 l’anno in cui è finita l’epoca delle molestie sessuali e degli abusi. Anche questo è il tuo momento”.

Così come la lettera di donne di intrattenimento – che è stata firmata da nomi come Carey Mulligan, Kate Winslet, Emma Thompson, Gugu Mbatha-Raw, Emilia Clarke, Sienna Miller, Jodie Whittaker e molti altri – una seconda lettera firmata da sono stati pubblicati anche i principali attivisti nel movimento e gli assistenti professionisti.

“Come attivisti, accogliamo con favore la chiamata delle nostre sorelle del settore dell’intrattenimento a unirsi per chiamare TIME su molestie e abusi”, si legge nella loro lettera.

“Riconosciamo che ogni donna, ovunque, che abbia mai parlato ha fatto parte del cambiamento, anche quando non è stata creduta. Sappiamo che queste conversazioni non sono nuove e che queste storie non sono eccezionali, ma le donne in l’industria dell’intrattenimento che ha parlato ha contribuito a spingere questioni come molestie sessuali e stupri nella coscienza pubblica in un modo senza precedenti. “

Come sempre vi ricordo di continuare a seguirci sulla nostra pagina Facebook Showteller – Desperate Series Addicted e sulle nostre pagine affiliate Empire State of Mind, Tutta colpa delle serie TV e Serie Tv News

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

You cannot copy content of this page