Manifest Recensioni

Manifest 2 x 07 “Emergency Exit” Recensione

Reading Time: 4 minutes

Questo è il nostro punteggio 3.5

⭐⭐⭐⭐

Commento personale alla puntata

Anche se non siamo più vicini a nessuna risposta definitiva, e The Major manca ancora una volta dall’azione, questo episodio con i seguaci della chiesa e il fuoco sembra un momento cruciale nello show. È quello che vede Adrian affrontare finalmente le chiamate e il resto della nostra band del cast insieme per cercare di fermare Isaiah dalla sua furia omicida, cancellando gli insegnamenti di Adrian. Alla fine, però, l’elemento più interessante di questo spettacolo proviene da Olive. Fa chiaramente parte della profezia del “salvarla”, sostenuta dal fatto che Ben presumibilmente è il suo salvatore. La morte di TJ la colpirà inevitabilmente e immagino che diventerà una parte molto più importante di questo mistero in futuro. Mentre è ancora frustrante che ci siano così tanti episodi senza risposte decenti a nessuno dei misteri, almeno lo spettacolo può ancora mettere su un episodio emozionante di tanto in tanto. Non sappiamo cosa succederà la prossima puntata e se avremo un episodio simile al sesto, per ora, Manifest rimane una serie che non puoi fare a meno di guardare non importa quanto brutti possano essere gli episodi. Per ora, questa settimana ci dona con un episodio decente e grandi domande che rimangono angosciosamente senza risposta. Forse la più grande di tutte è se avremo risposte in questa stagione o no.

Manifest è uno di quelle serie che si fanno strada tra gli episodi di sonnambulismo e poi all’improvviso prende vita. Certo, lo spettacolo ha avuto la sensazione di girare un po’ attorno alla trama quest’anno, con troppe parti quasi inutili e inevitabilmente lasciando che frammenti della trama si piegassero sotto il peso dell’impazienza e delle domande senza risposta. Mentre il dramma tipico della soap opera è ancora qui, l’episodio di questa settimana fa un ottimo lavoro ancorando la trama a una visione coesiva mentre l’incendio del night club produce alcuni segmenti davvero emozionanti e drammatici.

L’episodio 7 di Manifest inizia con Ben che cerca di capire la chiamata avuta alla fine dello scorso episodio, mentre Michaela affronta Zeke sulla questione delle pillole che ha trovato nel suo rasoio. Nel frattempo, Olive rimprovera la sua famiglia per essere una famiglia distrutta e far finta di non esserlo, e si precipita fuori di casa, dicendo loro che preferirebbe credere al messaggio di speranza di Adrian piuttosto che alla loro profezia del giorno del giudizio. È abbastanza per Ben per andare di nuovo fino alla Chiesa dei credenti e affrontare nuovamente Adrian, dicendogli che le sue convinzioni stanno mettendo in pericolo la vita dei passeggeri. Quando menziona le chiamate, Adrian rimane con una faccia da poker e non lascia capire che le sta vivendo pure lui.

Nel frattempo una figura misteriosa inietta qualcosa nelle bottiglie di champagne. Questo The Major sta finalmente tornando? Prima che possiamo scoprirlo, Isaiah telefona a Michaela alla stazione e le dice che ha informazioni che potrebbero esserle utili. Vasquez, tuttavia, cerca di hackerare il computer di Michaela, ricattando uno degli altri ufficiali per farsi dare i file dei casi di Michaela e mostrargli cosa stava facendo.

Zeke, Cal e Grace hanno una chiamata, che mostra loro una discoteca in fiamme, spingendo Zeke a correre lì mentre Grace si blocca. Anche Michaela si presenta, alla discoteca, e trova Isaiah dietro il bancone che distribuisce champagne gratis, lascia ad attendere Michaela e le dice che possono parlare in seguito. Allo stesso tempo, TJ e Olive stanno ballando al club, scattandosi fototessere dopo averle detto che crede nei miracoli – quel miracolo è Olive.

Mentre Michaela e Ben si guardano intorno, avvertono qualcosa di gravemente sbagliato quando notano che tutti i passeggeri del volo 828 si trovano al club. Questa certamente non è una coincidenza. Vasquez riceve una telefonata da Grace che lo informa della chiamata e anche lui corre al club. Con tutti uniti in un unico posto, scoprono presto che è una trappola e lo champagne contiene una qualche forma di tranquillante, progettato per metterli tutti ko. Mentre i corpi cadono intorno a loro, le bottiglie di champagne in frantumi come quelle della scorsa settimana nella chiamata. Era davvero la cenere piuttosto che la neve quella che abbiamo visto?

Si scopre che l’artefice di tutto è Isaiah e mentre il fuoco si diffonde attraverso l’edificio, le porte si aprono e la folla si riversa sulla strada. Purtroppo alcuni dei nostri passeggeri sono ancora intrappolati all’interno. Olive viene trattenuta da Isaiah ma TJ lo affronta e lo butta a terra. Mentre il fuoco continua a imperversare intorno a loro, Ben e gli altri riescono a uscire ma con TJ e Isaiah ancora dentro, ma non fanno in tempo ad uscire che esplode la discoteca, presumibilmente uccidendoli entrambi. Adrian lo vede e se ne va con disprezzo.

Nel frattempo, la dottoressa Lee si sveglia e si rende conto che si è sbarazzata delle chiamate con il suo ultimo esperimento. Mentre lascia il suo ufficio, vede di persona la devastazione del fuoco prima di esaminare Zeke. Solo … in realtà non è bruciato, ha geloni di ghiaccio visibili sulle dita. Cosa significa questo?

A casa Zeke dice a Michaela che la ama mentre Ben indaga sul libro che TJ ha inviato nel suo ufficio, uno con una foto di lui che trasportava Olive. Questa chiamata è scritta e predetta?

Voi cosa ne pensate?

Vi ricordiamo che Prodigal Son torna con l’8° episodio il 2 Marzo!!

Unitevi alla nostra community su Facebook per parlare con noi e con altri amanti delle serie TV !! Vi aspettiamo numerosi. E passate sulla pagina dedicata a questa serie Manifest Italia – Italian Fanpage