Prodigal Son 1 x 04 “Designer Complicity” Recensione

Prodigal Son 1 x 04 “Designer Complicity” Recensione
Reading Time: 6 minutes

Bene, è stato un po’ deludente. L’episodio di questa settimana ha finalmente chiarito un po’ la relazione di Malcolm e Jessica e i sospetti che li stanno facendo a pezzi. Tuttavia, per quanto mi sia piaciuto quel tocco di emozione lì dentro (specialmente da parte di Payne), l’episodio avrebbe potuto avvolgere molto meglio quella parte della narrazione. Ho il sospetto che questa non sia la fine della spiegazione e delle cose nascoste e non dette di questa relazione, quindi continuo a mantenere le mie speranze.

D’altra parte, per quanto interessante sia il caso presentato, lo spettacolo è riuscito a mettere in luce un altro aspetto intrigante nel personaggio di Ainsley Whitly. Nei primi episodi è stata solo a guardare la relazione tra Malcom, Jessica e Martin. Ma sembra che ora assumerà un ruolo più importante. E sono molto interessata a vedere quale sarà la sua storia. Per ora, tuffiamoci nella tram del delitto di questa settimana.

Il bagno blu o la donna in blu

L’episodio di Prodigal Son di questa settimana inizia con Malcolm che si ritrova con il suo psicologo. I suoi tremori sono sfuggiti al suo controllo e i suoi sospetti sul fatto che sua madre sia complice dei crimini di suo padre lo stanno rendendo frenetico. Tuttavia, indipendentemente da ciò che dice la sua psicologa, si rifiuta di ascoltare. Invece, preferisce tuffarsi a capofitto nel lavoro. Fortunatamente, Gil ha il caso giusto per lui: Tatiana, la ragazza nel bagno blu.

Tatiana, una nascente modella di Instagram, è stata trovata morta in una bizzarra installazione nel suo appartamento. E poiché JT era un fan, si rende conto che l’installazione stava replicando la prima campagna pubblicitaria che Tatiana ha fatto per il designer Axel X (Julian Elijah Martinez). E appena in tempo, lo stesso Axel X (che si rivela essere il fidanzato di Tatiana) arriva sulla scena con il suo staff.

Dopo aver calmato le insistenti richieste di Axel di vedere Tatiana, Malcolm e Gil scoprono che la ragazza è stata una calamita per gli stalker. Quando Malcolm menziona l’impostazione della morte di Tatiana, Axel si blocca. Senza esitazione, Malcolm colpisce quel piccolo momento di sospetto e lo riempie di domande. Prima che Axel potesse dire qualsiasi cosa potesse incriminarlo, la sua guardia del corpo Joey lo allontana.

Gil capisce immediatamente che c’è qualcosa che non va in Malcolm. Invece di spiegare, cosa c’è che non vada e cosa lo turbi, Malcolm chiede di vedere i video delle interviste di sua madre dal momento in cui suo padre è stato arrestato. Come previsto, Gil rifiuta. Più tardi quella notte, Malcolm scopre che Jessica è tornata nel suo appartamento senza essere invitata. Lei lo informa che il dott. Whitly lo ha rimosso dalla lista dei suoi visitatori su sua sollecitazione, ovviamente. Da questo, la conversazione diventa rapidamente acida. I sospetti di Malcolm finalmente aumentano e accusa sua madre faccia a faccia di essere complice degli omicidi del Dr. Whitly. E Jessica si precipita fuori di casa senza chiarire il mistero.

Lo stalker

Malcolm cerca di tirare fuori la verità da suo padre e sul coinvolgimento della madre negli omicidi. Ma, per la prima volta, il Dr. Whitley non vuole avere niente a che fare con Malcolm e il problema in questione. Tornando al lavoro, Malcolm stabilisce che l’assassino è uno stalker ossessionato da Tatiana. E hanno un elenco dei possibili stalker. Ma il loro lavoro è reso più semplice quando JT scopre che i suoi fan stanno conducendo un memoriale per lei.

Al memoriale, JT e Malcolm arrestano Roger, uno dei più insistenti paparazzi di Tatiana. Lo portano alla stazione di polizia per un interrogatorio. E in uno dei momenti più rabbiosi di Prodigal Son, i due iniziano a comportarsi come i poliziotti cattivi. Tuttavia, l’unica cosa che riescono a tirar fuori da Roger è che sapeva qualcosa su Axel e Tatiana. Ma Roger non lo avrebbe rivelato perché avrebbe ammesso di violare l’ordine restrittivo che Tatiana aveva presentato contro di lui. Senza prove sufficienti per trattenerlo, la NYPD libera Roger.

Più tardi quella notte, tuttavia, Malcolm segue Roger in una missione sotto copertura e cerca di manipolarlo per fargli dire la verità. Gli mostra persino l’immagine post mortem di Tatiana che mostra i segni di strangolamento sul collo. Tuttavia, Roger non vuole proprio parlare. Proprio mentre gira l’angolo, una macchina gli corre incontro e lo investe, Malcolm si precipita a chiamare un’ambulanza. All’ospedale, Malcolm riprova la sua missione. Facendo pensare a Roger che sta morendo, anche se non è così, la volpe furba riesce nel suo intento di ingannare il ragazzo per farsi dare la sua scheda SD.

L’abito rosso

Nel frattempo, le parole di Malcolm, dalla loro accesa discussione della mattina, hanno chiaramente disturbato Jessica. Cercando nel suo armadio, trova l’abito rosso che Malcolm le ha ricordato che indossava la notte in cui l’ha preso e portato in camera sgridandolo. Come ricorda, prima di prendere Malcolm, aveva avuto una discussione con il dott. Whitly. Stava chiedendo a lui di fermare quello che stava facendo per il bene della loro famiglia. Ma, alla fine, il dott. Whitly gira la questione su di lei, come se dovesse lei fermare tutto quello che stava capitando in quella casa. Come dice, la decisione di mantenere la loro piccola vita perfetta non si basa su di lui ma bensì su di lei.

Più tardi, Ainsley scopre sua madre ubriaca e con la camera in disordine. E a quanto pare, il più giovane Whitly ne ha avuto abbastanza di essere ignorata in famiglia. Tutti si stanno concentrando su Malcolm mentre si muovono a spirale a causa del Dr. Whitly. E come nota Ainsley, potrebbe essere l’unica a saper parlare con il padre. Nel vivo del momento, minaccia persino di chiedere aiuto al dott. Whitly per migliorare la sua carriera con un’esclusiva sul serial killer. Quando Jessica afferma che il Dr. Whitly è il suo più grande fan, incoraggia Ainsley ancora di più.

Lo stalker bis

Tornando al distretto, la squadra scopre che la scheda SD di Roger ha foto di Axel e Tatiana immortalati in quella che sembra essere una discussione accesa. A quanto pare, Tatiana stava lasciando Axel per un altro marchio di moda e non gli piaceva. Mentre la squadra continua la discussione sullo stalker, tuttavia, Malcolm si rende conto che non è Tatiana ad avere uno stalker. Era Axel. Qualcuno era abbastanza ossessionato da Axel che era disposto a fare qualsiasi cosa per compiacerlo. Ciò include uccidere l’ex che gli ha spezzato il cuore e attaccare il fotografo che sapeva troppo. Questo è anche il motivo per cui Axel si è congelato quando ha saputo del bagno blu. Conosce l’assassino. È qualcuno nel suo entourage.

Fortunatamente, quella stessa notte, Axel ha organizzato una festa di lancio per la sua nuova linea di moda. Essendo il più adatto per l’occasione, Malcolm entra e avverte Axel. Escono e Malcolm riesce in qualche modo a convincere Axel ad ammettere che sapeva che era Joey, la sua guardia del corpo, da sempre. Prima che Malcolm possa convincere Axel ad andarsene, Joey esce dall’edificio e se ne vuole ovviamente occupare lui della situazione. Essendo il codardo che è, Axel lascia Malcolm al suo amico e a quello che sa che lo attende e cioè la morte. Quello che Joey non sapeva è che era tutta una trappola per attirarlo. Una volta che aveva puntato una pistola alla testa di Malcolm, Gil e il resto della squadra vengono in soccorso.

Il senso di colpa di una moglie

Dopo il caso, Gil alla fine cede alla richiesta di Malcolm e consegna il nastro dell’interrogatorio a Jessica. A quanto pare, Jessica è innocente. Era sospettosa, sì, ma solo perché pensava che suo marito la tradisse. E si incolpa più di chiunque altro per la morte di quelle persone. Come capisce Malcolm, lo nascose semplicemente per lui e Ainsley.

Più tardi, Malcolm trova sua madre in una delle sue opere di beneficenza,e le chiede scusa per aver dubitato di lei. A sua volta, Jessica fa lo stesso spiegando anche che, al momento dell’arresto del dott. Whitly, ha iniziato a bere. Questo è il motivo per cui non poteva prendere sul serio le accuse di suo figlio verso suo padre. Ora, Malcolm promette di non lasciare più che il Dr. Whitly si insinui nella loro vita familiare. Mentre fa queste promesse, tuttavia, Ainsley sta visitando suo padre. E dal sorriso del dott. Whitly, sembra che abbia trovato un altro membro della famiglia in cui affondare gli artigli.

Commento personale alla puntata

La trama del delitto era un po’ scontata, almeno per me lo era, forse perché guardo troppi polizieschi e troppe serie TV di profiler quindi avevo già intuito più o meno tutto. Per quanto riguarda invece la dinamica familiare della famiglia Whitly, io non sono del tutto certa che la madre non sapesse nulla, sinceramente non mi fido abbastanza della donna. Sono invece felice che la figlia sia andata a trovare il padre, perché secondo me alla fine lei è l’unica che possa parlare in maniera oggettiva con il padre e magari scoprire diverse cose degli omicidi. Voi cosa ne pensate?


Aiutaci cliccando su “MI PIACE” che trovi qui sopra, é un modo per ringraziarci.

Unitevi alla nostra community su Facebook per parlare con noi e con altri amanti delle serie TV !! Vi aspettiamo numerosi. E passate sulla pagina dedicata a questa serie prodigal son italia

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

You cannot copy content of this page