Chicago PD travolto dallo scandalo: accuse a Jason Beghe

Reading Time: 4 minutes

In questi ultimi mesi, molti registi e produttori sono stati accusati di molestie. Dagli Stati Uniti all’Italia tanti sono stati i nomi fatti dalle star che hanno accusato importanti personaggi di molestie sessuali ai loro danni: Fausto Brizzi, John Lasseter, Oliver Stone, Harvey Weinstein.

Oliver Stone, regista di “Toy Story“, ci ha tenuto a specificare che può aver tenuto “comportamenti irriguardosi che possono aver messo a disagio alcuni impiegati come abbracci o gesti non richiesti, ma assolutamente si tiene fuori dalle accuse per atti di molestie sessuali.

Fausto Brizzi, regista di “Notte prima degli esami” e “Maschi contro femmine” e del cinepanettone prossimo all’uscita “Poveri ma ricchissimi”, è stato denunciato da alcune attrici italiane in un servizio mandato in onda alle Iene. Il regista, attraverso il suo legale, ha smentito categoricamente il fatto ammettendo che mai e poi mai nella sua vita ha avuto rapporti non consenzienti o condivisi. Inoltre, il regista romano, ha anche dichiarato che procederà in ogni opportuna sede nei confronti di chiunque abbia affermato e affermi il contrario.

Tutto questo scandalo ha avuto inizio con le accuse mosse da un ampio numero di attrici ai danni di Harvey Weinstein, denunciato da molte, tra cui anche da una delle tante protagoniste di Game of Thrones, Lena Headey (Carsei Lannister nella serie tv), che ha raccontato di essere stata trattata come Weinstein ha trattato le altre decine di donne molestate e costrette a rapporti sessuali. L’uomo che ora si trova in una clinica per dipendenti dal sesso.

In tutto questo scandalo, in un certo senso, c’è finito anche chi non avremmo mai immaginato potesse finirci. Sono state infatti mosse accuse anche verso Jason Beghe, il sergente Hank Voight di Chicago PD. Le accuse fatte all’attore sono ben differenti, in questo caso infatti, assolutamente non c’entrano le molestie sessuali ma soltanto comportamenti inappropriati, scatti d’ira e commenti offensivi sul set. La star dello show di One Chicago a quanto pare è finita nella bufera.

Come si apprende da Variety, il problema è stato portato a NBCUniversal, alle risorse umane, dove è stata presentata una denuncia formale.

La NBC ha avviato un’indagine e, dopo rimproveri formali all’attore 55enne, gli ha assegnato un allenatore che lo aiuti a gestire la rabbia dichiarando anche che:

Quando è stato portato alla nostra attenzione che c’erano preoccupazioni riguardo a comportamenti inappropriati sul set, abbiamo immediatamente iniziato un’ indagine in collaborazione con le risorse umane e tutte le parti coinvolte. Come risultato delle indagini, abbiamo già preso dei provvedimenti, ed è una situazione che continuiamo a monitorare da vicino per garantire che tutti i nostri dipendenti si sentano sicuri e supportati.

Le fonti hanno dichiarato alla rivista che c’è stato un miglioramento significativo e negli ultimi 6 mesi non è stata presentata nessuna denuncia.

La star dello show di One Chicago ha rilasciato alcune dichiarazioni nelle quali ha ammesso:

Sono molto dispiaciuto per il mio comportamento che so benissimo essere stato offensivo nei confronti di amici e colleghi. Ho lottato con i problemi di rabbia per un po’ e in quest’ultimo anno sto lavorando con un tutor che mi aiuta a gestire la rabbia. È un processo in corso ed è stato umiliante. Per me è motivo di grande orgoglio far parte del cast e della troupe di Chicago. Mi scuso e mi sono già scusato personalmente con chiunque io abbia turbato o potuto ferire e mi impegno a fare tutto il necessario per compensare i danni che potrei aver causato.

Sembra però, da quanto riporta Deadline, che l’attore sia recidivo visto che venne accusato già nel 2016. Il protagonista della serie di Dick Wolf, sembra abbia usato spesso un linguaggio altamente aggressivo e sessualmente allusivo oltre ad aver usato posture intimidatorie e altro. Secondo Variety, questo comportamento tenuto da Beghe ha giocato un ruolo fondamentale nella decisione di Sophia Bush, che interpretava Erin Lindsay in Chicago PD, di lasciare la serie tv.

La Bush qualche giorno fa è stata anch’essa protagonista delle vicende di molestie sessuali visto che, assieme alle sue co-star di One Tree Hill e ad altre 15 persone tra attrici e staff della fortunata serie della WB/CW, hanno sostenuto l’autrice di OTH, Audrey Wauchope, in un comunicato che legge le accuse mosse al creatore della serie Mark Schwahn, di molestie sessuali ai danni di quest’ultima.

Lo showrunner è stato sospeso da “The Royals”, serie per la quale lavorava. Anche da The Royal, 25 membri del team e attrici hanno accusato Schwahn di ripetute molestie sessuali indesiderate a più membri femminili del cast e della troupe.

Finirà mai tutto questo?

Se volete restare sempre aggiornati seguiteci sulla pagina fb Showteller – Desperate Series Addicted 2.0 e sul sito web Showteller

 

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Faty Quarantino

since 1998.... sono appassionata di libri, film, ma soprattutto serie tv. di cui amo parlare .. è inutile specificare che posso guardarne a centinaia.

You cannot copy content of this page