Chicago Med: Recensione 3×01: “Speak Your Truth”

Reading Time: 5 minutes

Martedì notte negli Stati Uniti è andata in onda la premiere della terza stagione di Chicago Med, intitolata “Speak your truth”.


L’episodio è iniziato con il riepilogo della scorsa stagione e con il dottor Charles sdraiato per terra fuori il Med, sostenuto dalla Goodwin, assieme al signor Keller, suo paziente, dopo che quest’ultimo gli ha sparato e ha cercato di suicidarsi sparandosi in testa, ma il tentativo è stato vano.


L’episodio riprende, dopo quest’avvenimento, con un salto di qualche mese (se non erro tre mesi) e troviamo il dottor Charles in visita dal dottor Rhodes che lo controlla prima che lo psicologo/psichiatra possa tornare a svolgere il suo mestiere e soprattutto prima che possa andare a testimoniare contro il signor Kellogg.

Intanto, la figlia del dottor Charles, la dottoressa Robin, viene dimessa dopo un colloquio con la dottoressa Sarah Reese, che l’avverte su eventuali sintomi e disturbi che potrebbe avere una volta tornata a casa, e viene riportata a casa dal suo amato Connor Rhodes.

Prima di andare però, Robin ha qualcosa da soddisfare infatti, lei e Connor, rimangono nella stanza per un altro po’ di tempo a fare ciò che immaginiamo tutti. Tornati a casa non è finita qui, infatti Robin non si sente pienamente soddisfatta e continua a voler intrattenere il suo fidanzato sul divano, nel loro appartamento, questa volta. Tutto ciò suona strano a Connor che una volta tornato in ospedale chiede delucidazioni alla Reese che gli spiega che la voglia di Robin è dettata un po’ anche dalla sua malattia.

Detto ciò, il dottor Rhodes si è avviato verso il suo reparto dove una scoperta spiacevole lo attende: la dottoressa Bekkar gli ha rubato, con l’astuzia e l’inganno, un importante intervento, giocando sul fatto del ritorno a casa di Robin.

Il dottor Latham però, avendo capito tutto, ha assegnato a Connor un intervento ancora più importante.

In ospedale è tornata la dottoressa Natalie Manning che, a quanto pare, è tornata a lavoro dopo un periodo sabatico dove ha potuto schiarirsi le idee su ciò che la tormentava. E di questo ritorno chi poteva gioirne di più? Ovviamente il dottor Halstead, che non appena la rivede fa immediatamente un sorriso a 32 denti.

Iniziano ad arrivare al pronto soccorso le prime urgenze per i medici.

Al dottor Will Halstead e alla dottoressa Manning vengono affidati 2 pazienti: marito e moglie, vittime di un incidente stradale. Natalie ha cercato di curare il marito, e a Will è stata affidata la moglie. Sfortunatamente il paziente di Nat, il marito, è morto per un’emorragia, ma sua moglie, dopo che il dottor Latham ha avvisato i due dottori di un possibile trapianto di cuore a un ragazzo in fin di vita, ha deciso di salvare una vita donando il cuore di suo marito. Questo caso di “cuore” ha fatto molto riflettere i due colleghi, visto che la donna, che aveva litigato con suo marito, arrivando fino a dirgli di non amarlo, non gli ha potuto dire ciò che provava veramente a perché non ha avuto il tempo.

In un’altra stanza, ci sono il dottor Choi e April alle prese con un ragazzo che ha contratto un’infezione arrivata fino al cervello. Durante i loro momenti abbiamo scoperto, com’era prevedibile vista la fine della scorsa stagione, che l’affascinante dottore e la dolce infermiera vivono una relazione di nascosto da tutti per via delle insicurezze di April, ma a quanto pare qualcuno tenta di farle sputare il rospo, infatti Doris, una collega di April, le ha lanciato qualche frecciatina sul fatto che lei debba sempre ripulire il vomito mentre April è favorita dal dottor Choi per via della loro relazione, che ovviamente April nega.

 

In tribunale, nel frattempo il dottor Charles, è andato a testimoniare (apparentemente) contro il suo assalitore, il signor Kellogg. Il dolttor Charles, che dovrebbe testimoniare contro l’uomo, cambia idea e definisce il suo paziente instabile mentalmente, cercando di eliminargli la pena perché nel momento in cui è stato commesso l’atto, l’uomo non era in grado di intendere e di volere. La sua specializzanda, la dottoressa Reese, non era della stessa opinione ed è finita per battersi anche lei in tribunale contro Kellogg, ottenendo la pena desiderata e facendo arrabbiare on poco il dottor Charles (anche se, a mio parere avrebbe dovuto ringraziarla più che scagliarcisi contro).


Alla fine dell’episodio, i produttori ci hanno regalato una gioia immensa. Finalmente dopo due lunghe stagioni e, arrivati al primo episodio della terza, Will e Natalie, dopo un loro momento di dialogo, in cui Will ha iniziato

“Natalie, quando te ne sei andata, sapevi di me e Nina. Ma non ho avuto la possibilità di spiegarti perché ho rotto con lei… E’ stato per i sentimenti che provo per te. Questi sentimenti… Non potevo andare avanti. Tu non devi dire niente. Non ho nessuna aspettativa.  Solo.. Dovevo dirtelo.”

E Natalie ha proseguito

“Il mio…  Periodo sabatico… Le cose su cui avevo bisogno di riflettere… Sei tu! “

Si sono baciati. E questo bacio, bisogna puntualizzarlo, non è stato come quello della prima stagione, qui c’era del sentimento da entrambi le parti e, entrambi, erano pienamente coinvolti.

Beh, che dire, ottima prima puntata, la stagione è iniziata con il botto.

Non ci resta che attendere il prossimo episodio, che andrà in onda negli Stati Uniti il 29 novembre alle ore 4:00 del mattino (ora italiana).

Per restare sempre aggiornati seguiteci su fb Showteller – Desperate Series Addicted e qui, sul nostro sito Showteller

Buona lettura!

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Faty Quarantino

since 1998.... sono appassionata di libri, film, ma soprattutto serie tv. di cui amo parlare .. è inutile specificare che posso guardarne a centinaia.

You cannot copy content of this page