Commento personale alla puntata

Prodigal Son è appena migliorato. Dal bambino sadico incasinato della scorsa settimana, la tensione nella serie è appena salita di due tacche. Ora, c’è un nuovo serial killer sulla scena e le cose stanno davvero arrivando ad essere più confuse che mai ma anche più intriganti. Di gran lunga, questo è l’episodio più forte ed emozionante di Prodigal Son. Tutto è messo insieme in modo coerente e perfeziona la miscela dei demoni personali di Malcolm con quella del suo lavoro. Sembra che la serie stia finalmente arrivando alla fine e sto praticamente impazzendo cercando di capire come ci lasceranno. Si perché per chi non lo sapesse questo era il penultimo episodio e poi ci sarà quello della prossima settimana e molto probabilmente la serie poi andrà in pausa festiva.

Ainsley ha finalmente l’intervista con il dott. Whitly. Ma, come previsto, non importa quanto sia preparato qualcuno, il Dr. Whitly riesce ancora ad essere il migliore. Nel frattempo, Malcolm incontra il nuovo serial killer nella discarica dove trova la station wagon di suo padre. E questo lo spinge a perseguire il collegamento di tutto con suo padre.

Il serial kille del Bronx

Riprendendo dall’ultimo episodio, Malcolm ispeziona la station wagon di suo padre. All’improvviso, sente un rumore. Quando segue il suono, finisce faccia a faccia con un uomo che improvvisamente inizia a sparargli. Malcolm sfugge e pensa che l’uomo abbia qualcosa a che fare con suo padre. Dopo aver denunciato l’incidente, la polizia trova qualcosa di più raccapricciante nella discarica, corpi schiacciati in auto con il compattatore per auto. Il conteggio totale del corpo è pari a 10 e la maggior parte risale a cinque-dieci anni fa. Osservando il modo in cui sono stati uccisi, Malcolm nota che, a differenza del chirurgo, l’assassino non prova piacere da queste uccisioni. Si dissocia e tratta le sue vittime come oggetti inanimati per ucciderle. A parte questo, scoprono anche che l’assassino opera solo nell’area del Bronx, dove prende di mira le persone vulnerabili. Tuttavia, Malcolm sembra non riuscire a formare un profilo solido per l’uomo. Crede ancora che l’assassino sia collegato a suo padre.

Sfortunatamente, la sua prova, il sangue che trovano nella station wagon, non corrispondeva a nessuna delle vittime appena scoperte e nemmeno a nessuna delle vittime conosciute del Dr. Whitly. La dottoressa Tanaka, tuttavia, trova un coltello nascosto nella macchina. Ciò innesca più ricordi repressi di Malcolm e ricorda distintamente di aver avuto quel coltello insanguinato tra le mani durante il campeggio.

Intervista esclusiva al Dr. Whitly

Nel frattempo, Ainsley si tuffa a capofitto nella sua esclusiva al Dr. Whitly. Colpisce immediatamente suo padre con la domanda più raccapricciante “Perché hai ucciso tutte queste persone?” Anche se preso alla sprovvista, il dottor Whitly riesce rapidamente a ritrovare la sua calma. Non si arrende ai prodigi di Ainsley. Invece, racconta la storia delle migliaia di persone che ha salvato come medico. Si vanta persino di una procedura che porta il suo nome.

Proprio quando Ainsley sta perdendo la testa, Malcolm arriva con le sue domande relative al nuovo serial killer. Si confronta con il Dr. Whitly per il coltello, ma, come al solito, il Dr. Whitly gli risponde con innocenza infantile. Il dottor Whitly è come “oh Malcolm, volevi quel coltello come souvenir per te, perché non ti è mai piaciuto sprecare i soldi per qualcosa di futile”. Tuttavia, quando Malcolm pone la domanda sul viaggio in campeggio, il dottor Whitly tace e gli dice che forse è meglio che non ricordi.

Dopo questo, Ainsley allontana suo fratello e lo convince a lavorare insieme a lei per l’intervista. Con Malcolm alle sue spalle, Ainsley ritorna all’intervista con una nuova tattica. Questa volta, lo perseguita senza pietà con i tempi bui della vita di Malcolm come diretta conseguenza dei suoi crimini. E la sua arma più affilata di tutte è la frase “Sei un padre terribile”. Inaspettatamente, questo colpisce proprio il punto dolente. Il dottor Whitly salta dalla sedia furioso e decisamente molto più terrificante. Ed è stato tutto catturato dalla fotocamera. Rendendosi conto che è stato finalmente compreso che uomo è, il Dr. Whitly elogia con disprezzo la mossa di sua figlia.

Cosa c’è di meglio che restare bloccati in un ospedale psichiatrico

Improvvisamente, l’allarme si attiva nella prigione psichiatrica e ne consegue un blocco. Tevin (Matthew Maher), uno degli altri pazienti, riesce a ottenere un coltello da chissà dove e accoltella la sua guardia. Perché? Bene, Tevin vuole solo un’intervista con Ainsley. È dipendente dalla fama e vuole che tutto il mondo sappia dei suoi crimini. Pensando che siano al sicuro dietro le porte automatizzate, Ainsley manda il suo cameraman / fidanzato Jin (Raymond Lee) a fare qualche ripresa del blocco.

Nel frattempo, Ainsley e Malcolm continuano a fare domande a loro padre sul nuovo caso di Malcolm. Questa volta, il Dr. Whitly è più gradevole e li dirige persino a ottenere la sua risposta dalla telecamera. Confessa di conoscere il nuovo serial killer. In realtà, è un mentore per lui. Proprio mentre sta per rivelare il nome dell’assassino, tuttavia, Tevin appare alla porta proprio di fronte a Jin. E ha una chiave magnetica tra le mani.

In una frazione di secondo, Tevin apre la porta e accoltella Jin. La guardia del dottor Whitly riesce a respingerlo mentre sigillano la porta dall’interno. E trascinano rapidamente Jin all’interno della cella del Dr. Whitly. La cosa terrificante è che c’è un uomo che sanguina a morte ma, tutto ciò che il dottor Whitly fa è guardare con interesse disgustoso e piacere appena percettibile. È come se l’unica cosa che gli mancasse fossero i popcorn.

Alla fine il chirurgo riesce anche ad essere l’eroe di giornata

Ironia della sorte, è solo il Dr. Whitly che può salvare Jin. Jin soffre di un emotorace traumatico e hanno bisogno di alleviare l’accumulo di sangue sui suoi polmoni per salvarlo. Non possono aspettare i medici, così Malcolm deve eseguire la procedura con il bisturi che hanno trovato nel kit medico. Ma, con i tremori di Malcolm, molto probabilmente pugnalerà a morte Jin piuttosto che salvarlo.

Nonostante il rifiuto iniziale di Malcolm, cede il compito al Dr. Whitly, l’unica persona competente a farlo nella stanza. La guardia lo slega e, per un momento, sembra che Prodigal Son si trasformerà in una serie slasher. Ma si mette subito al lavoro. Irritante, Ainsley prende la macchina da presa e inizia a girare mentre il chirurgo è al lavoro. Ma, beh, è ​​il suo lavoro. Ma, comunque, davvero Ainsley, davvero?

Nel frattempo, Malcolm cerca di affrontare la situazione esterna per eliminare il blocco e consentire ai medici di entrare. Con un piccolo aiuto da parte di Gil e del team, Malcolm capisce esattamente cosa fare. Raccogliendo la macchina da presa di Jin, esce con la pistola elettrica della guardia carceraria. Quando trova Tevin, fa appello alla fame di fama dell’uomo. Quando la telecamera distrae Tevin, Malcolm lo spara con il taser.

Di ritorno da Whitly, il dottore è già riuscito a salvare la vita di Jin. E Ainsley non ha altro che gratitudine e ammirazione per suo padre. Anche allora, Malcolm guarda con diffidenza mentre il dottor Whitly gli restituisce il bisturi. Nel mezzo delle chiacchiere di Whitly, Malcolm raccoglie un frammento di informazioni sul mandato di suo padre a St. Edwards.

L’amico di famiglia

Al distretto di polizia, Malcolm alla fine capisce cosa significasse quella informazione. Il dottor Whitly gli stava dicendo dove si trovava il serial killer. St. Edwards è nel Bronx e il Dr. Whitly una volta ha fatto una guardia lì. Tuttavia, come sottolinea Malcolm, non sarebbe uno dei colleghi di Whitly. Molto probabilmente sarà qualcuno più giovane e qualcuno che potrebbe facilmente manipolare. Non appena questo gli esce dalla bocca, Malcolm si rende conto che è lo stesso caso di Tevin.

Malcolm chiama immediatamente l’istituto psichiatrico per dire loro che il Dr. Whitly ha messo in scena l’intera faccenda. Ma, a quanto pare, Tevin lo ha battuto. Per questo motivo, l’istituto ha spostato il dottor Whitly da qualche altra parte dove non sarà in grado di parlare con nessun altro per molto tempo.

A casa, Jessica tirar fuori, molto divertita, il suo “Te l’avevo detto” sul viso di Malcolm con una pesante dose di piacevole sarcasmo. All’improvviso, sentono squillare un telefono. E con orrore nascente, si rendono conto che proviene dal seminterrato, in particolare dallo studio del Dr. Whitly che Jessica ha sigillato molto tempo fa. Senza esitazione, Malcolm rompe il nuovo sigillo e risponde al telefono. Con sua sorpresa, è il serial killer del Bronx, un amico di Whitly che apparentemente faceva anche parte del viaggio in campeggio di Malcolm con suo padre. E sembra che sappia di più su tutta la faccenda di chiunque altro.

Voi cosa ne pensate?


Aiutaci cliccando su “MI PIACE” che trovi qui sopra, é un modo per ringraziarci.

Unitevi alla nostra community su Facebook per parlare con noi e con altri amanti delle serie TV !! Vi aspettiamo numerosi. E passate sulla pagina dedicata a questa serie prodigal son italia

Commento personale alla puntata

Prodigal Son finalmente si sta rivelando per la serie che mia aspettavo dovesse essere e di questo ne vado molto fiera. Questa puntata poi a tema Halloween è stata davvero unica e perfetta. Per quanto riguarda i ricordi di Malcolm sono sempre più convinta che lui in qualche modo, incosapevolmente, abbia assistito agli omicidi del padre ma che abbia cancellato i ricordi. Credo proprio che quando verranno fuori questi ricordi Malcolm uscirà fuori di testa. Per quanto riguarda Ainsley, io sono a favore che faccia l’intervista al padre, in quanto credo che sarà l’unica a tirare fuori la verità anche se, ed un SE molto grande, questo adesso avvicinamento tra lei e il padre per come lo vedi lei è un po’ preoccupante.

Buon Halloween davvero. Di tutti i casi di Malcolm, questo potrebbe essere solo il mio preferito, dato che si lega strettamente alla sua psiche. Inoltre, non fa male che questo episodio sia abbastanza valido per gli assassini contorti. A parte questo, questo episodio intitolato “The Surgeon” fa anche luce su un altro lato del Dr. Whitly. Lo abbiamo visto essere il padre agitato e manipolatore di Malcolm. Ma, con Ainsley, mostra un lato sorprendentemente emotivo. Ed è terribilmente convincente che anche io, come spettatore, non sappia cosa credere. Ma è esattamente ciò che rende  Prodigal Son uno spettacolo così affascinante. Comunque, ecco cosa è successo questa settimana.

Padre e Figli: il rapporto si complica

Aggiungendo un altro complicato giro a questa serie, Ainsley si fa avanti chiedendo a suo padre un’intervista. È disperata ma, forse, non solo per la spinta di carriera che offre questa intervista. Quando suo padre esita ad accettare l’intervista, Ainsley lo spinge. Ma, abbastanza presto, Whitly gira la situazione a suo favore e dice ad Ainsley che forse non gli sta davvero facendo le domande da cui vuole davvero delle risposte.

Nel frattempo, Malcolm cerca la famosa station wagon nella foto del campeggio con suo padre. Ma non ha fortuna nel trovare quella con una staffa di ancoraggio nella parte posteriore dove una vittima potrebbe essere stata incatenata. Lo confessa alla Dr.ssa Le Deux. E mentre permette loro di discutere i sogni di Malcolm come qualcosa di reale, ha paura che scavare nei suoi ricordi repressi possa far crollare la sua psiche come un castello costruito sulla sabbia. Quando il peggio viene al peggio, Malcolm potrebbe diventare psicotico.

Dopo essersi consultato con la Dott.ssa Le Deux, Malcolm torna al lavoro come al solito con Gil. Hanno trovato un uomo di nome Gavin Parker pugnalato più di cento volte nei boschi. Dopo aver analizzato la scena, Malcolm ritiene che ciò che è iniziato come un’uccisione opportunistica sia diventata una fonte di piacere per l’assassino. Ben presto, diventa chiaro che hanno uno sadico in erba tra le mani.

Malcolm inizia a mettere insieme i pezzi

Bright e Gil visitano la casa di Gavin dove trovano Crystal (Katie Kreisler), presumibilmente presto sarebbe stata la sua ex moglie. E contrariamente a quanto ti aspetteresti, non sembra soffrire minimamente. Malcolm incontra anche il figlio di Gavin, Isaac (Clark Furlong), che si stava prendendo cura dei suoi conigli da compagnia. Sorprendentemente, sviluppa immediatamente un punto debole per il bambino, vedendosi nella stessa situazione in cui si era ritrovato lui da bambino. Attingendo alla propria esperienza, Malcolm gli dice che andrà tutto bene. Poi gli consegna una caramella molto simile a come Gil ha fatto mentre stava confortando il piccolo Malcolm.

Più tardi quella notte, Malcolm si unisce a Ainsley e Jessica per una cena in famiglia. Sfortunatamente, proprio quando pensavi che avrebbero avuto almeno una cena pacifica, Ainsley lancia la bomba che sta cercando di ottenere l’intervista con il dottor Whitly. Per la prima volta, Jessica e Malcolm si schierano dalla stessa parte pensando che sia la peggior idea di sempre. Tuttavia, nulla può scoraggiare Ainsley.

Dopo cena, Malcolm chiede a Jessica della foto. Ma lei non ne sa nulla tranne il fatto che il dott. Whitly amava i suoi viaggi in campeggio. Quando se ne va per chiamare l’autista per portare Malcolm a casa, all’improvviso Malcolm vede il dottor Whitly in piedi accanto alla porta. L’allucinazione gli dice che il loro piccolo viaggio in campeggio sarà solo un segreto tra loro e la mamma non ha bisogno di saperlo. E la manica di Malcolm prende fuoco, in quanto stava cercando di uscire dal momento di trance.

Il profilo sbagliato o il sospetto sbagliato

Il giorno successivo, vediamo il dottor Whitly in una seduta di terapia in gruppo, ed è la prima volta in cui lo vediamo al di fuori della sua cella. Durante la sessione, lo psichiatra chiede perché il Dr. Whitly è riluttante ad accettare l’intervista di Ainsley. E sebbene all’inizio rimanga inafferrabile, la verità viene fuori ed è che il dott. Whitly ha paura di perdere il controllo della situazione affidando il controllo ad Ainsley.

Nel frattempo, al distretto, il sospetto cade su Crystal. Ha una storia violenta con Gavin ma, Malcolm non crede si adatti al profilo. Sospetta che abbia il complesso di Jocasta data la sua assoluta devozione a suo figlio e questo di solito non comporta sadismo. Quindi, passano a Jake (Charlie Semine), allenatore / fidanzato di arti marziali di Crystal. Ha anche un passato di violenza. Ma, per scoprire veramente se è il sospettato, devono confermare se prima sia un sadico.

Per farlo, Malcolm finge di essere una persona interessata allo sport di Jake, il Krav maga. E quando iniziano le dimostrazioni, Malcolm conferma che Jake è un sadico per i sintomi che ha mostrato quando ha messo Malcolm ko. Allo stesso tempo, anche Dani e JT seguono Crystal. La trovano che si dirige verso la scena del crimine dove trovano una felpa insanguinata. Sentendo che è stata seguita, Crystal attacca Dani da dietro ma Dani usa la sua bomboletta al peperoncino per fermarla.

Al distretto, Crystal non ci mette molto a confessare il crimine. A quanto pare, Gavin ha minacciato di prendersi la piena custodia di Isaac, quindi lo ha ucciso. Nonostante ciò, Malcolm rifiuta di credere che sia lei in quanto non si adatta al profilo. Ed è anche pieno di sensi di colpa per aver detto a Isaac che tutto andrà bene quando ora sta perdendo entrambi i suoi genitori.

Quando vuoi solo vedere il meglio delle persone

Nel frattempo, Jessica va a trovare sua figlia a casa nel suo giorno libero per annunciare che si è assicurata che la sua intervista con il dottor Whitly non avverrà perché ha parlato con il suo capo. Sfortunatamente per lei, il suo contatto sarà presto spostato e i suoi sforzi sono tutti inutili. Inoltre, Jessica si rende conto che Ainsley è completamente innamorata delle parole di suo padre. A quanto pare, quando il padre e la figlia si sono avvicinati, il Dr. Whitly era il padre amorevole e pieno di rimorso perfetto. Era assolutamente convincente ed era il padre perfetto che Ainsley desiderava ardentemente avere. E sembra che non lo stia lasciando andare.

D’altra parte, Malcolm si è rivolto alla dott.ssa De Leux per sfogare le sue frustrazioni per il caso. Quando gli fa capire che voleva vedere il meglio in Isaac contrariamente alle altre persone, Malcolm si rende conto di essere cieco. Tornando alla residenza Parkers, Malcolm ispeziona il cortile. E lì trova i conigli mancanti e un’area di sepoltura.

Malcolm si precipita al distretto appena in tempo per impedire a Crystal di firmare la sua confessione. Aveva tra le mani un sacchetto di plastica pieno di carcassa di coniglio che ha usato per far dire a Crystal tutta la verità contorta. A quanto pare, Isaac era un bambino diverso. Quando lo portarono dal dottore, scoprirono che aveva un disturbo psicotico infantile. E il giorno della morte di Gavin, trovò Isaac che stava soffocando uno dei suoi conigli. Quindi, ha cercato di portarlo in un ospedale psichiatrico. E Isaac pensava di doverlo uccidere.

Halloween diventa troppo reale

Con le nuove informazioni, Malcolm e Gil si precipitano a casa di Isaac prima che faccia male a chiunque altro. In quel momento, Jake si stava prendendo cura di Isaac fino all’arrivo degli assistenti sociali. Quando vede Isaac scendere le scale con un costume che vuole andare fare dolcetto o scherzetto, proibisce al bambino di andare e gli dice invece di fare i bagagli. E ovviamente fa scattare qualcosa nel bambino.

Malcolm chiama Jake. Ma, prima che potesse avvertirlo di Isaac, il bambino taglia la caviglia di Jake da sotto il tavolo. Isaac poi prende il telefono di Jake e in qualche modo, Malcolm riesce a convincerlo a lasciare Jake e nascondersi di sopra. Quando arrivano a casa, trovano Jake privo di sensi per terra ma vivo. Presto arrivano i rinforzi e crea una posizione per arrestare Isaac. Ma Malcolm supplica Gil di lasciarlo parlare con il bambino e trattenere i rinforzi.

Attingendo alla propria esperienza, Malcolm convince Isaac che lo capisce. Gli dice che ha ancora tempo per cambiare e che non rimarrà rotto per tutta la vita. In qualche modo, persuade Isaac a cercare aiuto e gli promette che sua madre lo amerà sempre e sarà lì per lui. Questa volta, la promessa funziona e Isaac si arrende. Alla fine, Isaac fu messo in una struttura psichiatrica con Malcolm nell’elenco dei suoi visitatori permanenti.

Ora che quel caso è finito, Malcolm può finalmente tornare a trattare con i suoi stessi demoni. Con un po’ di aiuto da parte di Dani, individua la station wagon di suo padre in una discarica. Fortunatamente, è in ottime condizioni. Aprendo il bagagliaio, Malcolm trova le staffe di ancoraggio. E quando passa la sua luce ultravioletta sul tappeto, si illumina a giorno indicando tracce di sangue.

Voi cosa ne pensate?


Aiutaci cliccando su “MI PIACE” che trovi qui sopra, é un modo per ringraziarci.

Unitevi alla nostra community su Facebook per parlare con noi e con altri amanti delle serie TV !! Vi aspettiamo numerosi. E passate sulla pagina dedicata a questa serie prodigal son italia

Commento personale alla puntata

L’episodio di questa settimana ci ha portato a conoscere più da vicino Dani e devo dire che è stato davvero interessante vedere come lei e Malcolm in fondo non siamo poi così diversi e che in maniera diversa sono stati entrambi salvati da Gil. Per quanto riguarda invece i ricordi di Malcolm siamo andati avanti a scoprire ancora qualcosa di più su ciò che effettivamente lo spaventa e che sogna ogni sera, sembrava un vero mistero con questa mano morta un po’ terrore di Halloween (bisogna dire che le serie TV che sto vedendo ultimamente hanno preso Halloween molto sul serio quest’anno), devo dire che la svolta di questa macchina misteriosa e di ci fosse all’interno mi incuriosisce moltissimo. Soprattutto perché a quanto pare il padre portava Malcolm nel luogo in cui portava le sue vittime, per torturarle o seppellirle molto probabilmente, quindi Malcolm potrebbe sapere molto più di quello che si ricorda. Se la scorsa settimana mi sono un po’ lamentata del percorso che la serie stava seguendo questa settimana sono davvero felice che sia stata una puntata degna di nota e più movimentata.

L’episodio di questa settimana su  Prodigal Son ha preso una svolta piuttosto inquietante (come dicevo prima). Dopo continue notti senza dormire, le allucinazioni di Malcolm sono passate da vividi ricordi a corpi simili a orrori sotto tele con mani inquietanti che si allungano da sotto di loro. Aggiunge sicuramente un nuovo colore a Prodigal Son ma, se stanno percorrendo quella strada, forse lo faranno molto meglio.

Ciò che prende davvero la puntata questa settimana è il piccolo viaggio di Malcolm dopo un esplosione di bustine di cocaina dritte sulla sua faccia. È allo stesso tempo divertente e un po’ inquietante. E si collega bene con la rivelazione del passato di Dani. Vedi, questa settimana, Malcolm e Dani sono intrappolati nel mezzo della tensione tra due gruppi di droga. E mentre affrontano un omicidio che coinvolge entrambi i gruppi, Malcolm scopre di più su Dani mentre lui stesso trova altri pezzi del puzzle sulla sua infanzia. 

Un nuovo incubo

Dalla ragazza nella scatola, Malcolm ora sta sognando una figura incatenata ad un angolo e coperta da un lenzuolo bianco. E il suo unico rimedio a questi incubi è avere un caso su cui lavorare. Sfortunatamente, sembra che Gil sia intenzionato a tenerlo a distanza per ora. Fortunatamente per Malcolm, ha fatto irruzione in un nuovo caso, quindi Gil non ha altra scelta che lasciarlo fare.

Jack Desir, un leader di un gruppo di droga, è stato trovato morto nel suo bar con la gola e la lingua tagliata. Immediatamente, il sospetto cade sul suo leader della droga rivale Saulo. Ma, mentre Malcolm osserva la scena, nota che Desir ha dato il benvenuto al sospettato ed è più probabile che sia un amico che un nemico. Dani, tuttavia, insiste sulla prima teoria.

Più tardi, la squadra si incontra con Saulo in una zona neutrale, a quanto pare le chiese sono una di queste zone per i trafficanti di droga. E contesta fermamente l’affermazione di non essere dietro l’omicidio. Invece, lancia un nuovo nome sul tavolo, Estime, la mano destra di Desir. Improvvisamente, Dani diventa molto difensiva ne i confronti di Estime. E Malcolm non manca di accorgersene.

Al distretto, Malcolm prova a scavare più a fondo sul passato di Dani e scoprire cosa la lega così tanto al loro principale sopsettato. Ma, prima che potesse rivelare le sue relazioni con Estime, Gil e JT entrano con i rapporti dell’autopsia di Desir. C’erano due persone uccise sulla scena, Desir e la sua guardia. Ma Desir è morto per primo dimostrando che l’assassino ha oltrepassato la guardia senza scrupoli come se Desir accogliesse l’assassino come un amico. L’altra cosa strana è che mentre la guardia era sporca di sangue, le camicie di Desir erano pulite come se stesse indossando qualcosa sopra quando è stato assassinato. Tutte queste prove indicano ulteriormente Estime. Quindi, Dani si offre di parlargli. Ma Gil le proibisce di farlo fino a quando non avranno un mandato.

Malcolm e la sua avventura con la cocaina

Andando contro gli ordini di Gil, Dani fa visita al club di Estime più tardi quella notte. Fortunatamente, Malcolm era accanto a lei e insieme, i due affrontano Estime. Dani cerca di convincere Estime ad ammettere la verità per poterlo aiutare. Tuttavia, è sicuro di non aver ucciso il suo amico. E Malcolm è d’accordo. Improvvisamente, qualcuno inizia a sparare contro di loro. Mentre Estime fugge, i proiettili colpiscono la scorta di droghe di Estime che esplode in faccia a Malcolm. Quando Gil arriva sulla scena, Malcolm è già bello che fatto. Come punizione per aver ignorato i suoi ordini, Gil manda Dani a fare da baby-sitter a casa con Malcolm.

A casa, la cocaina inspirata da Malcolm lo rende più strano del solito. Invita Dani a una maratona di lancio d’ascia. Le chiede di ballare. Quindi, pensa al formaggio grigliato. Fondamentalmente, Malcolm fatto è avere Malcolm fastidioso all’ennesima potenza. Sfortunatamente, la quantità di cocaina che ha inspirato fa emergere anche i demoni del subconscio di Malcolm. Nel bagno, Malcolm vede un uomo appeso a un gancio sul suo specchio. Poi, più tardi, rivede il famoso baule e un paio di mani che lo afferrano da sotto le lenzuola.

Terrorizzato, si precipita in bagno e il suo subconscio prende il sopravvento. Stranamente, si presenta come lui nella cella di suo padre, con il cardigan, catene e tutto il resto. E da ciò emerge un ricordo di una scatola da scarpe dove ha conservato ricordi e fotografie della sua infanzia. Dani lo trova urlando sanguinosamente e senza nessun altro modo per calmarlo, lo prende a pugni e lo manda ko.

Il debito di Dani

La mattina dopo, Dani si sveglia e trova Malcolm il più normale possibile. Questa volta, quando le chiede delle sue relazioni con Estime, Dani gli da’ tutte le informazioni. Qualche tempo fa, si è infiltrata nel gruppo di Desir. Lì, lei e Estime si sono avvicinati. Ma tutto è caduto quando è andata in overdose ed è stato Estime a portarla in ospedale e anche allora ha mantenuto la sua vera identità segreta. Ecco perché insiste che non è l’assassino.

Mettendosi d’accordo, Dani si mette al lavoro più tardi con una testa più chiara. Per coincidenza, la polizia ha catturato una delle hostess di Desir coinvolta nella sparatoria del club. Sembra che Saulo sia stato il colpevole dietro di esso. Inoltre, Dani scopre cosa è successo tra Estime e Desir. A quanto pare, Estime si innamorò di una delle hostess di Desir di nome Fabiola. Ma Desir non l’avrebbe lasciata andare. Invece, la mandò in un’operazione come mulo dove morì.

Ufficialmente amici

Con prove sufficienti per continuare, Malcolm e Dani rintracciano Estime al negozio per parrucchiere che ha comprato per Fabiola. Lì trovano Trini, la badante delle hostess di Desir, e Estime sta per farsi tagliare i capelli. Quando Dani lo affronta, tuttavia, Estime si emoziona ma sostiene fermamente che è innocente. Al lato, Malcolm nota il mantello da barbiere impermeabile e il comportamento trasandato di Trini. Lentamente, collega i punti. E quando trova una foto di Trini sul lato dello specchio con una donna più giovane, scopre che Trini era la madre di Fabiola.

Ormai scoperta, Trini minaccia di tagliare la gola a Estime e quasi ci riesce. Ma quando Dani si offre di trovare il corpo di sua figlia e di darle una sepoltura adeguata, riescono a prevenire un altro omicidio. All’improvviso, Saulo e i suoi uomini arrivano per finire ciò che hanno iniziato al club. Pensando in fretta, Dani esce per affrontarli e mente in modo convincente che Estime è morto. Prima che Saulo possa indagare ulteriormente, arrivano i rinforzi e l’ambulanza.

Al distretto, Estime dà a Dani la posizione del corpo di Fabiola. E Dani promette che si assicurerà che sia sepolta correttamente. Dopodiché, Malcolm arriva portando in dono del tè Earl Grey. E dopo aver negato e ballato a lungo sull’argomento, i due ammettono finalmente di essere ufficialmente amici.

La macchina incriminata e sognata

Nel frattempo, Jessica ha finalmente deciso di rimuovere l’etichetta anonima dai suoi enti di beneficenza. Inoltre, ha deciso di inviare offerte per i beneficiari. Ma, proprio quando sta perdendo la speranza che qualcuno la prenda in considerazione a causa del nome Whitly, un giovane avvocato per i diritti umani di nome Eve (Molly Griggs) si presenta senza preavviso. E offre a Jessica di sostenere la sua lotta contro la tratta di esseri umani.

Le due donne vanno d’accordo senza problemi. E senza esitazione, Jessica regala parte della sua fortuna per la causa di Eve. In quel momento, Malcolm fa irruzione nella riunione delle due donne e chiede a sua madre della scatola da scarpe. Ma Jessica insiste che è anche quella è andata in fiamme insieme ad altri ricordi del dottor Whitly. Tra lo scambio tra madre e figlio, Malcolm trova ancora il tempo di parlare con Eve. E il ragazzo è incantato.

Più tardi nella notte, Malcolm è sorpreso di trovare la scatola da scarpe sul bancone. A quanto pare, Jessica ha cambiato idea e gliel’ha inviata. Mentre Malcolm esamina le foto, trova una foto di lui e di suo padre in gita in campeggio. Dietro di loro c’è la familiare macchina che ha tormentato i sogni di Malcolm insieme al corpo sotto il panno bianco. Più pezzi vengono alla luce dai ricordi perduti di Malcolm, più è possibile che Malcolm non sia l’innocente figliol prodigo che è.

VOI COSA NE PENSATE?


Aiutaci cliccando su “MI PIACE” che trovi qui sopra, é un modo per ringraziarci.

Unitevi alla nostra community su Facebook per parlare con noi e con altri amanti delle serie TV !! Vi aspettiamo numerosi. E passate sulla pagina dedicata a questa serie prodigal son italia