Cabinet of Curiosites 1 x 01 “Lot 36” Recensione

Cabinet of Curiosites 1 x 01 “Lot 36” Recensione
Reading Time: 4 minutes
Il nostro articolo su Cabinet of Curiosities

Questo è il nostro punteggio 3.5/5

Commento personale alla puntata

L’idea di Guillermo Del Toro che narra all’inizio è meravigliosa e si rifà all’epoca di Alfred Hitchcock, che è un bel ritorno al passato. Questa storia è un bel modo per entrare facilmente nel procedimento, con alcune immagini fantastiche e un bel mistero al centro di tutto questo.

Il modo in cui la storia chiude il cerchio, tornare a quell’idea di karma e trattare gli altri come vorresti essere trattato tu stesso è un modo adorabile per dare a questo episodio un peso tematico. Il personaggio principale non è certamente molto simpatico ma allo stesso tempo non dovrebbe esserlo.

Tuttavia, impariamo molto su di lui e su cosa lo fa infuriare attraverso i dialoghi abilmente intrecciati, incluso il fatto che è un veterano di guerra e odia gli immigrati solo per la sua esperienza in combattimento. Lo spettacolo non viene fuori per dirlo e proprio come House of the Dragon, si fida del suo pubblico per inventare le proprie teorie su questo personaggio.

Lot 36 è un modo decente per sistemare le cose e, sebbene non sia assolutamente spaventoso, è un’apertura deliziosamente oscura e lunatica che stuzzicherà l’appetito.

cabinet

Ma ecco cosa ci mostra Lot 36

L’episodio 1 di Cabinet of Curiosities inizia con un vecchio che si trascina attraverso il suo soggiorno e scarica un’altra cena mangiata davanti alla TV nel suo cestino, che ne è pieno. Questo macellaio finisce per avere un infarto, lasciando dietro di sé tutte le sue cose… in un lotto abbandonato. Lot 36 per la precisione.

Questo lotto viene messo all’asta da un uomo di nome Eddie. Viene venduto per 400 dollari al nostro protagonista, Nick, che deve molti soldi a un uomo di nome Tommy.

Poco prima che Nick prenda le chiavi, gli viene mostrato un video del proprietario del lotto, che è stato visto entrare ogni giorno e far cadere qualcosa all’interno. Salta avanti e indietro nello stesso identico modo rituale tutti i giorni. Lo fa da decenni, ma cosa potrebbe esserci dentro? È certamente inquietante.

Dopo aver avuto un’idea del tipo di uomo xenofobo e arrabbiato che è Nick, che odia gli immigrati dopo aver prestato servizio in guerra, si dirige all’interno del Lot 36 e nota che il posto è molto più piccolo di quanto sembrava inizialmente. Tuttavia, inizia a setacciare i vari oggetti, con l’intenzione di smistare la spazzatura dal tesoro.

Nick lavora velocemente e mette tutto nel retro del suo camion. Prima che possa andarsene, un uomo misterioso si presenta e lo colpisce con un martello, andando a distruggere il vetro del suo camion e chiedendo 12k entro il giorno successivo. Se Nick non può consegnare, allora sarà in un mondo di guai.

Facendo valutare i suoi oggetti, il candelabro non è niente di speciale, ma il tavolo circolare a pentagramma lo è sicuramente. Si scopre che questo è un tavolo Séance e, con libri molto vecchi nel cassetto, l’anziana signora, Agatha, decide di chiamare il suo socio Roland. Gli dice di venire presto – e lui lo fa sicuramente.

Roland esamina il tavolo e i libri, sottolineando che questo è in realtà un set di quattro, quindi ne manca uno. Mentre 3 gli farebbero guadagnare 10.000 dollari all’asta, con tutti e quattro varrebbe oltre 300.000 dollari. È un’enorme quantità di denaro e non solo permetterebbe a Nick di ripagare i suoi debiti, ma avrebbe anche una buona fetta di resto.

cabinet

Nick si dirige al Lot con Roland, dove fa notare che questi libri sono rari e insieme lavorano per invocare lo spirito di un demone in un vaso. Roland in realtà conosceva il proprietario del lotto e ammette che il ragazzo ha combattuto per Hitler nella seconda guerra mondiale. Apparentemente ha abbracciato il male su una scala inimmaginabile, distruggendo la sua stessa famiglia e desiderando più potere. Invocò anche quello spirito di cui sopra di prima, usando sua sorella come nave.

Dopo questa lezione di storia inquietante e inquietante, Nick torna nel Lot, intento a cercare il quarto volume. Roland e Nick scoprono un passaggio nascosto. Ha un odore rancido e Roland implora Nick di stare zitto e di non toccare o dire nulla, sottolineando che se dall’altra parte si trova qualcosa che non proviene dal mondo naturale, non deve stabilire un contatto visivo o parlare con esso in nessuna circostanza. Percepirà l’oscurità in lui e ne sarà avida.

Il passaggio si apre in una grande camera, dove giacciono sul pavimento i resti scheletrici di una donna, con la faccia scavata. Qualcosa si sta agitando dentro. Roland e Nick trovano il quarto volume… ma Nick attraversa un pentagramma disegnato sul pavimento e risveglia un demone, che si trova all’interno della faccia scolpita di quei resti. È Dottie, la sorella del proprietario del lotto.

cabinet

Con i tentacoli che sporgono, questa strana creatura insegue Nick fino alla porta d’ingresso dopo aver divorato avidamente Roland. Nick si precipita verso la porta d’ingresso ma c’è un problema. La signora spagnola con cui è stato scortese prima lo rinchiude dentro come punizione per averla trattata male. Chi la fa l’aspetti. Il cattivo atteggiamento e la maleducazione di Nick sono tornati a morderlo. Mentre cerca di scappare, questa creatura alla fine prende Nick.

Voi cosa ne pensate?

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

You cannot copy content of this page