5 attori che non sapevi fossero gay

Reading Time: 4 minutes

Nell’era del progresso, anche gli attori danno il loro contributo per dar voce alle minoranze. In questo articolo ci concentreremo su una parte di coloro che si sono apertamente dichiarati gay e le circostanze del loro coming-out.

1) Jim Parson (Sheldon Cooper)

Quante volte guardando il nostro amato Sheldon in The Big Bang Theory vi sarete chiesti quali che fossero i suoi gusti sessuali?! Il tutto è da ricondurre al suo modo di muoversi, parlare e rapportarsi, in aggiunta al suo totale disinteresse verso il sesso, o coito, come da lui definito.
Il coming-out è avvenuto nel 2012 durante una intervista al New York Times, nella quale dichiarò di essere gay e di avere una relazione stabile da circa dieci anni. Quest’estate ha coronato il sogno d’amore con Todd Spiewak, con un’intima cerimonia a New York, intima come è stata la sua storia, da lui stessa definito “semplice e noiosa, ma felice“. Una curiosità, durante il loro viaggio di nozze hanno trascorso qualche giorno in Italia, più precisamente a bordo di uno yacht nella nostra splendida Positano (Napoli).

 

2) Neil Patrick Harris (Barney Stinson)

Cosa? E’ gay? Questa sarà sicuramente la vostra prima reazione alla lettura della notizia. Barney Stinson, infatti, è conosciuto come il donnaiolo della serie TV How I Met Your Mother. E’ il classico don Giovanni, sempre pronto a saltare da una donna all’altra, senza mai impegnarsi.
Nella vita vera, invece, è fidanzato dal 2004, genitore dal 2010 e sposato dal 2014. Il suo compagno è David Burtka. Sono usciti allo scoperto nel 2006 e quattro anni dopo hanno deciso di mettere su famiglia, adottando una coppia di splendidi gemelli, nati da madre surrogata. In una intervista hanno svelato il segreto per mantenere salda una storia d’amore nonostante le migliaia di tentazioni dei riflettori di Hollywood, hanno infatti ammesso di fare terapia di coppia, sottolineando come non ci sia niente di male nell’essere ascoltati ed aiutati da un mediatore che li aiuti sempre a migliorare la loro comunicazione.

 

3) Wentworth Miller (Michael Scofield)

In questo caso, parliamo di un attore che ha dichiarato solo nel 2013 di essere omosessuale, questo è accaduto dopo essersi visto costretto a declinare pubblicamente un invito ad un festival cinematografico russo, a causa delle loro leggi anti-gay. In un secondo momento, durante un’intervista ha reso pubblico il suo difficile passato, compreso un tentativo di suicidio. Ha, inoltre, affermato che il suo lavoro non lo ha facilitato nel rendere noto il suo orientamento sessuale. Nelle parti che ha interpretato, infatti, è sempre stato lo stereotipo del “macho“, e la sua paura di non essere più preso seriamente come attore, dopo l’ipotetica rivelazione, lo ha spinto a rimandare fino al momento in cui non si è rivelato inevitabile.
Tutto ciò a dimostrazione di come dichiarare al mondo la propria “diversità” possa far paura, anche a persone già famose e con schiere di fans pronte a difenderli a spada tratta. Tutto ciò dovrebbe farci riflettere, quando pensiamo di giudicare qualcuno per la propria preferenza sessuale e dovrebbe farci ripromettere di aiutare tutti coloro si trovano in difficoltà, per un qualcosa che non dovrebbe mai essere un problema manifestare apertamente.

4) T.R. Knight (George O’Malley)

Lo ricorderete sicuramente come il tenero George O’Malley, specializzando in chirurgia nell’ospedale Seattle Grace, nella serie TV Grey’s Anatomy. Il ruolo che interpretava George non era di un personaggio gay, bensì etero. Un po’ imbranato, ma etero. Il suo coming-out è avvenuto durante le riprese della serie, più precisamente durante una lite con Isaiah Washington, il quale si è anche lasciato andare ad insulti omofobi, probabile motivo che lo ha portato alla sparizione dallo show. A tutto questo si sono aggiunte voci che vedono protagonista la creatrice Shonda Rimes, la quale ha sempre negato di aver creato problemi al nostro dolce George, a causa della sua sessualità. Secondo lui, invece, Shonda era preoccupata di quelle che potessero essere le sue dichiarazioni e di come tutto ciò avrebbe potuto ripercuotersi sugli ascolti.
Tutto questo è ormai un lontano ricordo per T.R. Knight, che nell’ottobre del 2013 ha sposato il suo compagno di vecchia data, Patrick Leahy, con il quale era già fidanzato da circa tre anni.

 

5) Matthew Staton Bomer (Neal Caffrey)

Potrebbe essere il classico bravo ragazzo che le figlie possono presentare anche ai padri più gelosi. Matt Bomer, protagonista della serie TV di successo White Collar, però, è gay. E’ sposato con Simon Halls dal 2011 ed insieme hanno avuto tre figli tramite madre surrogata. Il coming-out è avvenuto tantissimi anni fa, quando ancora era un attore poco conosciuto. Il primo passo fu scrivere una lettera alla sua famiglia, nella quale spiegava che di persona non sarebbe riuscito a dir loro tutta la verità. La reazione non fu delle più felici e portò un periodo di silenzio che durò ben sei mesi. Successivamente però, le cose si sono appianate e adesso il rapporto con i genitori è libero da pregiudizi e dalle concezioni imposte dalla società. Lo stesso Matt ha dichiarato in una intervista di non aver mai incolpato la sua famiglia per quel momento di distaccamento, rendendosi conto che determinate cose da accettare possono essere complicate e sottolineando che in una famiglia i dissapori si possono sempre appianare.

E per rimanere sempre aggiornati su news e curiosità vi invito a seguirci sulla nostra pagina Facebook, su Tutta colpa delle serie tv e Serie Tv News.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Faty Quarantino

since 1998.... sono appassionata di libri, film, ma soprattutto serie tv. di cui amo parlare .. è inutile specificare che posso guardarne a centinaia.

You cannot copy content of this page