12 episodi TV che ci hanno fatto piangere nel 2017!!

Reading Time: 6 minutes

In questo nuovo articolo di revisione delle nostre amate Serie TV, noi di Showteller vogliamo parlarvi di tutti quegli episodi che ci hanno fatto piangere. 

Nell’ultimo anno ho guardato un sacco di di serie TV, e ho pianto per la maggior parte.
Mentre quelle lacrime non erano sicuramente buone per il mio trucco, sono molto buone per chiunque desideri vedere un catartico frammento di televisione.
Quindi continua a leggere per scoprire quali episodi di televisione hanno attivato le mie lacrime negli ultimi 12 mesi.

1. This Is Us, “Memphis”

Se un episodio della televisione non ha bisogno di una spiegazione come strappalacrime, è This Is Us “Memphis”, 43 minuti di dramma saccarina creati appositamente per farti singhiozzare su un divano. Mentre tutto in questa puntata è toccante – il giovane William (Jermel Nakia)! – il finale è il vero crescendo che spezza il cuore. Probabilmente non sarò mai in grado di scuotere l’immagine di Randall Pearson (Sterling K. Brown) usando la tecnica di rilassamento capofamiglia appresa dal padre adottivo Jack Pearson (Milo Ventimiglia) sul suo padre biologico morente, appena scoperto, William Hill (Ron Cephas Jones).

2. This Is Us, “Number Two”

Mentre ogni episodio di This Is Us potrebbe essere incluso in questa lista, includerò solo il già menzionato “Memphis” e la stagione 2 che propongono “Number Two”. Tutto è straziante, dal vedere il momento esatto in cui Kate Pearson (Chrissy Metz) subisce un aborto spontaneo alla fusione di Rebecca Pearson (Mandy Moore) negli anni 80 in un negozio di alimentari per la morte del figlio durante il parto.

 

3. Game Of Thrones, “The Spoils of War”

Quest’episodio della stagione 7 è ricordato per la sua battaglia con il drago, ma, c’è ancora dell’altro. “Spoils Of War” è caratterizzato anche dal momento in cui il gioco cambia quando Sansa (Sophie Turner) e Arya Stark (Maisie Williams) si riuniscono nelle cripte della loro casa di famiglia, dopo almeno mezzo decennio di distanza. In uno spettacolo in cui le relazioni tra fratelli sono di solito tese, nella migliore delle ipotesi, i pacchetti di scena triplicano l’impatto emotivo.

4. Bold Type , “Carry The Weight”

L’unico modo per non piangere quando il capo di Scarlet Jacqueline Carlyle (Melora Hardin) ha afferrato le mani delle nostre tre donne principali – sostenere le giovani donne e successivamente rivelare che lei è una sopravvissuta sessuale – è non guardi il grassetto . E questo è un problema che devi risolvere immediatamente.

 

 

5. The Fosters , “Chasing Waterfalls”

Come qualcuno ossessionato eccessivamente dalla salute dei suoi genitori, “Chasing Waterfalls” arriva a casa mentre rivela lentamente quanto sia sempre più pericolosa la salute del padre di Lena Adams Foster (Sherri Saum).

 

6. New Girl , “Five Stars For Beezus”

“Five Stars” mette insieme due cose che sicuramente faranno piangere la maggior parte della gente: finali e grandi riunioni romantiche. Dopo la stagione a parte, Jessica Day (Zooey Deschanel) e Nick Miller (Jake Johnson) si rendono finalmente conto di essere anime gemelle e tornare insieme in una sequenza supportata da Lorde, il tutto mentre inizialmente non era chiaro se l’episodio avrebbe servito unfinale di stagione di New Girl o finale di serie. Alla fine è stato deciso che la commedia della FOX sarebbe tornata per una stagione latina, ma ciò non significa che non mi commuova ogni volta che sento “Green Light”. Inoltre, CeCe (Hannah Simone) è incinta, e Schmidt ( Max Greenfield) le ha comprato circa 500 fiori per festeggiare. Come non piangere?

7. Grey’s Anatomy , “Be Still, My Soul”

Le cose dei genitori mi fanno ogni volta, e questo include Grey’s Anatomy , quando la madre di Maggie Pierce (Kelly McCreary) muore nel secondo, il dottore le volta le spalle alla donna malata per aprire una finestra .

8. Grace And Frankie , “The Gun”

Martin Sheen raramente ottiene un grande momento emozionante nella sua commedia sulla famiglia Netflix. Eppure, lo fa in “The Gun”, in cui il suo personaggio Robert Hanson alla fine esce alla sua fredda e lontana madre come un gay gay felicemente sposato. Spera che lei lo sorprenderà essendo di supporto, ma il nonagenario omofobico no. Il vero colpo di scena arriva quando la signora Hanson (Lois Smith) chiama suo figlio nella stanza dopo aver inizialmente spazzato via la sua sessualità. La faccia speranzosa di Robert cade quando si rende conto che sua madre non vuole riprendersi le sue dichiarazioni crudeli. No, vuole chiedergli di prendere il regalo che le ha comprato, un nuovo Kindle, con lui.

9. Handmaid’s Tale, “Late” 

Ogni episodio della favola offre agli spettatori una ragione per piangere. Tuttavia, “Late” è quello per cui avrai sicuramente bisogno di una scatola di fazzoletti. Ci sono due ragioni per questo: gli inquietanti occhi blu di Alexis Bledel che fissano la tua anima mentre il suo amante, una donna, è appeso a morte nei flashback. Questa volta, intravediamo giugno (Elisabeth Moss) che protesta contro il regime di Galaad proprio all’inizio del suo potere; la protesta sembra incredibilmente simile alle proteste delle donne di marzo. In modo sconvolgente, ladimostrazione della serva prende una svolta brutale e sanguinosa, mentre le forze armate aprono il fuoco sui manifestanti, uccidendo dozzine, se non centinaia. Come molte cose di Handmaid, la scena ti ricorda quanto velocemente le cose potrebbero diventare altrettanto terribili nel mondo reale.

10. 13 Reasons Why, “Tape 5, Side A”

E ‘stato orribile vedere Bryce Walker (Justin Prentice) stuprare una sorellastra Jessica Davis (Alisha Boe) nel suo stesso letto, alla sua stessa festa. Ora, mentre innumerevoli predatori sessuali vengono trascinati nella luce, è impossibile non sentirsi sopraffatti dal pensiero di quante Jessica ci sono là fuori.

 

11. 13 Reasons Why, “Tape 7, Side A”

13 motivi Perché la prima stagione si conclude con un altro episodio estremamente emotivo, mostrando meticolosamente sia lo stupro di Hannah Baker (Katherine Langford) che il successivo suicidio. Le lacrime devono essere versate su quel tipo di tragedia realistica.

 

 

12. Big Little Lies, “You Get What You Need”

Non preoccuparti, nessuno piange su un mostro come Perry (Alexander Skarsgard). Piuttosto, le lacrime sonodovute almomento inquietante onesto che tutte ledonne delle bugie si rendono conto di avere una bestia in mezzo alla raccolta fondi di Otter Bay e condividono tutti lo stesso sguardo, terrorizzato. Come per molti altri episodi di questo elenco, sembra quasi avvicinarsi alla realtà.

 

E per voi anche questi sono gli episodi che più vi hanno fatto piangere? O aggiungereste qualche serie TV? Fatecelo sapere lasciando un commento.

Come sempre vi ricordo di continuare a seguirci sulla nostra pagina Facebook Showteller – Desperate Series Addicted e sulle nostre pagine affiliate Serie Tv News e Tutta colpa delle serie TV

Vi potrebbero interessare anche:

http://desperateseriesaddicted.altervista.org/vincitori-perdenti-della-stagione-autunnale-2017/

http://desperateseriesaddicted.altervista.org/le-migliori-serie-tv-del-2017-secondo-showteller/

http://desperateseriesaddicted.altervista.org/migliori-programmi-tv-le-donne-del-2017/

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Chiara

Nata nel lontano 1988... Da sempre ho seguito diverse serie TV tra cui Buffy il mio più grande amore, One Tree Hill, Streghe e davvero molte altre. Nel corso degli anni ho sempre ampliato la visione di diverse serie TV e ormai sono davvero una telefilm addicted per eccellenza. Non ho un genere che prediligo ma bensì deve piacermi la trama ed è per quello che guardo ogni pilot di quasi tutte le nuove serie TV... Spero che il mio modo di scrivere vi piaccia e vi faccia appassionare alla serie TV tanto quanto ne sono appassionata io...

You cannot copy content of this page