fbpx
Crea sito

Grey’s Anatomy: Recesione 17×01/02 – Tutte le feste di domani & Il centro non regge

Reading Time: 6 minutes

Il medical drama più atteso dell’anno è tornato da pochi giorni qui in Italia con la sua diciassettesima stagione, una stagione molto particolare e soprattutto molto attuale. Grey’s Anatomy si apre con questa nuova serie con due episodi che non le mandano di certo a dire: vediamo insieme cosa succede!

Questo è il nostro punteggio: 4/5

Classificazione: 4 su 5.

Trama generale & Commento Personale

La premiere di quasi due ore si apre con un salto temporale, plausibile dato lo stacco improvviso avuto con la sedicesima stagione, che per forza di cose non è stata portata a termine. Il primo episodio fa da preludio a ciò che vedremo nei prossimi sedici (ma speriamo di più) episodi: dopo il suo intervento, Weber torna a lavorare al Grey Sloan, che non è lo stesso ospedale che lasciato prima dell’intervento. La Bailey ha riorganizzato l’intera struttura rendendola un effettivo centro Covid, che purtroppo non ammette più interventi di altro tipo. Il nostro cuore si è spezzato in due quando abbiamo visto la tabella degli interventi totalmente vuota, quella tabella tanto contesa abbandonata a sé stessa. Al Grey Sloan sono state adottate regole rigide: mascherina, disinfettante, casco protettivo, niente visitatori, niente sale d’aspetto all’interno dell’ospedale, ma adibite all’esterno, distanziamento sociale. Tutte regole che se tutti noi seguissimo giusto un po’ in più, come hanno fatto i personaggi di questa serie, probabilmente riusciremmo a fare la differenza.

Meredith è allo stremo delle forze: lei supervisiona la terapia intensiva, dove le persone che sopravvivono si contano sulle dita di una sola mano, e questo per lei e per molti altri è veramente frustrante. Altro elemento essenziale di questi due episodi sono i ripetuti flashback che di volta in volta ci spiegano cosa è successo nell’arco temporale che noi telespettatori non abbiamo visto: DeLuca ha passato un vero e proprio periodaccio, all’inizio dell’episodio la Bailey avverte Weber che non è più uno specializzando (facendoci prendere un colpo), ma la verità è un’altra: dopo tanta fatica finalmente Andrew è diventato uno strutturato!

L’amore non manca mai, neanche col Covid!

Novità positive e negative anche sul fronte dell’amore: positive, se così si possono definire, per Jo e Jackson che hanno avuto un gran bel flirt, certamente inaspettato dato il finale della scorsa stagione che vede Jo abbandonata da Alex. In questo episodio la Wilson è in cerca di avventure e Jackson guarda un po’ non si tira mica indietro: non se ne fa scappare una il belloccio del Grey Sloan. Novità negative per Owen e Teddy che anche dopo il salto temporale non hanno ancora parlato della questione “tradimento”. In verità Owen sta tastando Teddy e aspetta che sia lei a confessargli il suo enorme sbaglio, ma soltanto dopo una lunga penitenza, a fine del secondo episodio i due affronteranno la questione. Ma solo a noi sembra che tutte le relazioni di Owen siano semore finite in maniera tragica? Ad ogni modo secondo noi questa è una delle coppie meno interessanti dell’intera serie, come lo erano anche Jackson e Maggie nei loro tempi di gloria.

Maggie intanto coltiva la sua relazione con un dottore molto distante da lui, ogni tanto viene punzecchiata da Jackson, ma è meglio che le stia alla larga perché questa nuova fiamma di Maggie ci piace e crediamo che faccia proprio al caso suo. Rimanendo sempre in tema amore, Meredith sembra invece in un periodo di stallo con Hayes: si sfoga con lui, lui la conforta, lavorano insieme, si confrontano, però sembra che manchi qualcosa, quella scintilla che di solito vediamo negli occhi di Meredith quando sente che le cose stanno andando bene. Forse sarà stanca, forse sarà stressata dalla situazione, ma noi non la vediamo così presa come nelle precedenti relazioni. Diversa è la situazione tra Schmitt e Nico, che dopo essersi lasciati nel finale della sedicesima stagione in questi primi due episodi ritornano insieme, tra l’altro dandosi un gran da fare! E infine, ma non perché meno importanti, in questi due episodi vediamo una Amelia felice e in maternità con un altrettanto felice e in paternità Link, che stando a casa si occupano del loro bambino e anche dei figli di Meredith, che non vedono la madre da un bel po’. Scopriamo tra l’altro che i due sono stati molto indecisi sul nome da dare al bambino, e infine decidono di chiamarlo Scout Derek Sheperd, in onore del fratello di Amelia.

Amelia festeggia (in ritardo) il compleanno di Link

I mental breakdown dei protagonisti

In questi episodi assistiamo a più di un mental breakdown: il primo è quello di Koracik, che dopo aver speso centomila dollari in strumenti per combattere il virus ha scoperto di aver ricevuto soltanto dei copriscarpe. Questo probabilmente sarà stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso perché vediamo tutta la sua spavalderia e sfacciataggine sparire per far spazio a una crisi di pianto che mai ci saremo aspettati di vedere da un personaggio come lui, che risulta essere tanto forte e invincibile. Questo a riprova del fatto che il virus schiaccia anche le persone che noi consideriamo indistruttibili. Secondo mental breakdown per Meredith che, stanca di veder soltanto morire persone alla terapia intensiva, si lascia andare in uno dei ripostigli dell’ospedale, venendo poi consolata da Andrew: che ci sia ancora speranza per loro due? Noi sinceramente lo speriamo anche perché non ci dispiacevano insieme a differenza di Hayes che è un po’ insipido, accanto a Meredith ci vorrebbe un personaggio forte (quasi) tanto quanto lei.

Gli altri due mental breakdown, anche se non alla pari di quelli di Koracik e Meredith, sono stati quelli di Catherine e Meggie che urlano, giocosamente, l’una contro l’altra a seguito di alcuni problemi finanziari dell’ospedale. Catherine è tornata all’ospedale in grande stile, come al solito, battibeccando fin da subito con Weber, ci mancavano le loro litigate! Ad ogni modo, durante il tempo in ospedale entrambi capiscono di aver commesso l’uno verso l’altro gli stessi identici e gravi errori, per questo motivo decidono di metterci una pietra sopra ed andare avanti, insieme. Dopo aver visto questa scena, ecco un piccolo assaggio della nostra reazione:

Il colpo di scena finale

Ormai tutti i social ne parlano, ma comunque sconsigliamo di leggere questa parte dell’articolo per chi ancora non conoscesse il finale della 17×02: dopo aver avuto un crollo fisico, Meredith sogna di essere in riva al mare (proprio come a inizio episodio), e in lontananza vede Derek salutarla. Non potete immaginare quanto siamo rimasti sconvolti per questo grande ritorno inaspettato, perché mai ci saremmo aspettati che lui potesse tornare dato il modo in cui è uscito dalla serie. Ora ci chiediamo: sarà soltanto una special guest oppure tornerà in altri episodi a confortare Meredith? Questo ritorno avrà un effetto particolare sulla trama e più specificatamente nella storyline di Meredith? I fan di vecchia data della serie dovrebbero ricordare che, quando Izzie scoprì di avere il cancro, a dirglielo fu Denny Duquette, forse vorranno riutilizzare questa idea per un caso simile? Ormai la serie ha ingranato con questo inizio scoppiettante, non ci resta che aspettare di vedere come si svilupperanno le trame nei prossimi episodi prima della pausa invernale! Intanto rifatevi gli occhi con questa coppia che ci è tanto mancata:

Ultime considerazioni sugli episodi

La premiere di due ore sostanzialmente nel suo insieme è stata più che ottima. E’ iniziata con questo grande sprint dove vediamo la nuova organizzazione dell’ospedale, che ha alimentato la nostra curiosità e il nostro hype per questo grande ritorno, solo che, a un certo punto, le due puntate hanno iniziato a perdere un po’ di colpi e a tratti si sono rivelate leggermente noiose. Il modo in cui hanno distribuito i flashback (che probabilmente saranno scene girate nella sedicesima stagione e mai mandate in onda) è stato fantastico: non si è creata confusione, la differenza “passato/presente” è stata ben delineata e ha alimentato il nostro hype che si perdeva, come già detto, in alcune scene noiose fine a sé stesse. La grande attualità di questa stagione è un colpo al cuore: non hanno nascosto nulla, la difficoltà dei medici in prima linea è stata percepita totalmente, ed è giusto che una serie di questo spessore ne parli, in modo che tutti possano avere conoscenza del grande problema che loro, più di noi, stanno affrontando. Alla settimana prossima con un nuovo episodio di Grey’s Anatomy!

Unitevi alla nostra community su Facebook per parlare con noi e con altri amanti delle serie TV !! Vi aspettiamo numerosi

Pubblicato da Anto

La mia iniziazione nel mondo delle serie tv l'ho avuta a quattro anni quando la televisione era ancora in 4:3 e trasmettevano settimanalmente gli episodi di Streghe. Grazie alle serie tv e ai libri ho capito davvero cosa significhi sognare per davvero!

You cannot copy content of this page
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: